Warhol. Ediz. illustrata - Alberto Boatto - copertina

Warhol. Ediz. illustrata

Alberto Boatto

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Giunti Editore
Collana: Dossier d'art
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 22 dicembre 1998
Pagine: 50 p., ill.
  • EAN: 9788809762015
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 2,65

€ 4,90

Punti Premium: 3

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La presente pubblicazione è dedicata ad un artista che ha un posto di assoluto rilievo nell'immaginario del nostro presente, il padrino della Pop Art: Andy Warhol (Pittsburgh 1928 - New York 1987). Il processo di serializzazione delle immagini, il ''prelievo'' di soggetti dalla vita quotidiana, dai fumetti, dalla pubblicità sono divenuti elementi fondanti dell'estetica della Pop Art. L'estensione dell'attività dell'artista a campi limitrofi rispetto a quelli tradizionali ha preannunciato un atteggiamento ormai generalizzato nel mondo artistico contemporaneo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Alberto Boatto Cover

    Alberto Boatto (1929 - 2017) è stato una delle personalità più originali della critica d’arte in Italia dell’ultimo mezzo secolo. Sin dai primi anni Sessanta, ha alternato importanti studi su momenti salienti dell’avanguardia di primo Novecento (dada, Marcel Duchamp), sui caratteri estetici e culturali del moderno, dalle sue origini ottocentesche in avanti, e saggi militanti sulle tendenze più recenti delle arti visive (new dada, pop art, arte povera, arte concettuale) sempre colte al loro primissimo apparire. Ha fondato e diretto le riviste «cartabianca» e «Senzamargine» (1968-69) e «La città di Riga» (1976-77). Tra i suoi libri: Pop art (1967, nuova edizione Laterza 2015), Cerimoniale di messa a morte... Approfondisci
Note legali