Categorie

Zen Arcade

Artisti: Husker Du
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: SST
Data di pubblicazione: 7 maggio 2009
  • EAN: 0018861002729
Disponibile anche in altri formati:
Disco 1
  • 1 Something I Learned Today
  • 2 Broken Home, Broken Heart
  • 3 Never Talking To You Again
  • 4 Chartered Trips
  • 5 Dreams Reoccurring
  • 6 Indecision Time
  • 7 Hare Krisna
  • 8 Beyond The Threshold
  • 9 Pride
  • 10 I'Ll Never Forget You
  • 11 The Biggest Lie
  • 12 What'S Going On
  • 13 Masochism World
  • 14 Standing By The Sea
  • 15 Somewhere
  • 16 One Step At A Time
  • 17 Pink Turns To Blue
  • 18 Newest Industry
  • 19 Monday Will Never Be The Same
  • 20 Whatever
  • 21 The Tooth & The Princess
  • 22 Turn On The News
  • 23 Reoccurring Dreams
Mostra tutti i brani

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alex Lugli

    05/07/2010 16.14.22

    Gli Hüsker Dü erano un gruppo musicale Hardcore Punk/Alternative Rock Statunitense, che è stato fondamentale per la storia del Rock. Il nome significa "Ricordi?" in Danese/Norvegese. L'EP "Metal Circus" viene dato alle stampe nel 1983, ma il successo di pubblico e di critica arriverà l'anno successivo con "Zen Arcade". Un disco doppio, un Concept Album che narra di un ragazzo che lascia la sicurezza di casa e si avventura nel mondo facendo diverse esperienze e ponendosi molte domande su di esso. Il punto di forza del disco è la base concettuale ed artistica, opposta al primo Punk e che anzi, strizza l'occhio al Progressive Rock. È un disco di grande impatto, in cui per la prima volta la rabbia e la violenza del Punk si fondono con la melodia Pop e temi di carattere introspettivo. Di questo periodo è anche "Eight Miles High", cover dei Byrds. "Zen Arcade" è il quarto disco registrato in studio del gruppo americano degli Hüsker Dü, pubblicato nel 1984 per la casa discografica SST. Definito dal critico italiano Piero Scaruffi "La Divina Commedia del Punk", è infatti un disco dall'enorme importanza storica. Si tratta molto probabilmente del massimo capolavoro dell'Hardcore nonché uno dei più importanti dischi Punk, vero e proprio testo-base per tutti i gruppi della scena Hardcore-Punk melodico degli anni '90 (Green Day, Rancid e The Offspring in primis). Inoltre è considerato un album fondamentale per la genesi dell'Emo. Si tratta, dunque, di un Concept Album che racconta la difficile iniziazione alla vita di un ragazzo di periferia. Il disco fu registrato nel 1984 in pochissime ore di sala di registrazione; alcuni pezzi furono incisi già alla prima esecuzione. Anche questo ha contribuito alla brutale violenza dei suoni e alla potenza delle esecuzioni. Notevole la scelta di stemperare temporaneamente la tensione con l'inserimento di due Mini-Sonate per tastiera, "One Step At Time" e soprattutto "Monday Will Never Be The Same". Un classico dell'Hardcore Punk, stupendo e musicalmente basilare. Meraviglioso.

Scrivi una recensione