Categorie

Jonathan Franzen

Traduttore: S. Pareschi
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2006
Pagine: 209 p. , Rilegato
  • EAN: 9788806184209

Dopo la famiglia Lambert dell'opera prima è la volta della famiglia Franzen. Lo scrittore che con il suo libro d'esordio (Le correzioni) ha smascherato le ossessioni della famiglia media americana, ora racconta in un nuovo libro se stesso e i suoi familiari. L'autobiografia di Jonathan Franzen è una raccolta di sei racconti che divertono e commuovono con stile brillante ed intelligente. In ognuno l'autore svela un "pezzettino" della sua infanzia e della sua giovinezza, rovista nel cassetto dei ricordi personali e ripesca fatti, personaggi e pensieri che lo trasportano indietro nel tempo. Ecco dunque affiorare prepotentemente tra le pagine la figura della madre di Franzen, Irene, che trasmette al giovane Jonathan il culto della memoria, l'attenzione e la cura per i particolari: durante tutta la vita ha conservato maniacalmente ogni cosa, dai ricordi e dalle foto di famiglia ai surgelati, come "la punta di petto di manzo vecchia di nove anni" ritrovata alla sua morte dall'allibito scrittore nel fondo del freezer di casa. Seguono il padre, sempre pronto nel ruolo di indulgente mediatore tra madre e figlio, gli amici compagni di bravate e contestazioni adolescenziali, Elisabeth, la voluttuosa ragazza alla pari austriaca che lo introdusse alla lingua tedesca all'età di dieci anni. E poi gli avvenimenti lieti e tristi della vita: la passione per le strisce dei "Peanuts", le uscite di bird watching, la morte della madre, la vendita della casa di famiglia, e, infine, il naufragio del suo matrimonio.
Ritornando al proprio passato, Franzen sa bene cosa rischia: di rispolverare rancori, delusioni e frustrazioni che sono sempre in agguato, di approdare dunque in una "zona disagio", ma è anche consapevole di riuscire a riscoprire, raccontandosi, le radici del suo talento di osservatore e indagatore della realtà nonché di abile narratore.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Einsturzende

    17/01/2011 10.19.11

    Decisamente uno dei migliori, capace di parlare di adolescenza e infanzia con immenso coinvolgimento e fare in modo che la sua crescita sia la crescita di tutti!

  • User Icon

    ant

    19/01/2007 09.28.08

    Stile asciutto e linguaggio secco e veloce(tipico degli scrittori made in usa), fanno di questo testo un bello spaccato, di quella che è la classica famiglia da middle-class americana. Da sottolineare l'integrità comportamentale e la forza morale della mamma del protagonista. Ecco, forse, proprio perchè troppo americano, non mi ha coinvolto completamente dal punto di vista emotivo

Scrivi una recensione