2052. Scenari globali per i prossimi quarant'anni. Rapporto al Club di Roma

Jorgen Randers

Curatore: G. Bologna
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 3 aprile 2013
Pagine: 334 p., Brossura
  • EAN: 9788866270669
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
1972: su incarico del Club di Roma, un gruppo di studiosi dell'MIT pubblica "/ Limiti dello sviluppo". Il libro, basato su simulazioni effettuate con i primi elaboratori elettronici, prefigura gli effetti della crescita della popolazione, dei consumi e dell'inquinamento su un pianeta fisicamente limitato. Dopo decenni di critiche feroci, ormai si ammette che le conclusioni di quello studio erano corrette. 2012: Jorgen Randers, uno dei coautori di quel testo, fa il punto su quanto è successo e, servendosi di una quantità impressionante di dati, elaborati dai supercomputer più potenti, e dei contributi di una quarantina di esperti di vari settori, prova a delineare il futuro globale da qui al 2052. Andamenti demografici ed economici, fonti di energia e cambiamenti climatici, cibo e impatti sulla biodiversità, sviluppi culturali e tecnologici, geopolitica e riserve di minerali: nessun settore è escluso, e dall'analisi emergono notizie buone e cattive. Vivremo sempre più nelle città, saremo più connessi e creativi, e dovremo trovare nuovi modi per gestire le tensioni dovute alle diseguaglianze crescenti. Probabilmente la popolazione non crescerà quanto previsto, con una riduzione degli impatti sulla biosfera, ma le rinnovabili non riusciranno a rimpiazzare i combustibili fossili in tempo per eliminare del tutto la possibilità di un riscaldamento climatico catastrofico...

€ 21,25

€ 25,00

Risparmi € 3,75 (15%)

Venduto e spedito da IBS

21 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ric

    25/04/2014 16:11:50

    Una previsione assolutamente futuribile...in italia se ne guardano bene dal prenderlo in considerazione....con un "sottile" in Corte Costituzionale, un D'Alema al copasir, un novantenne come presidente, un pagliaccio come premier, un pedofilo come "opposizione", una stampa di stato, una tv di facciata, una pompei che va giù, un wi-fi a sprazzi con velocità da barzelletta, una scuola come ammortizzatore sociale, un paese per vecchi e non certo per giovani, è bene che un testo così rimanga per pochi, guardate il prezzo...

Scrivi una recensione