22/11/'63 - Stephen King - copertina

22/11/'63

Stephen King

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Wu Ming 1
Collana: Pandora
Anno edizione: 2011
Pagine: 767 p., Rilegato
  • EAN: 9788820051358
Salvato in 69 liste dei desideri

€ 60,00

Venduto e spedito da Libreria Fernandez

Solo una copia disponibile

spedizione gratuita

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 60,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Jake Epping ha trentacinque anni, è professore di inglese al liceo di Lisbon Falls, nel Maine, e arrotonda lo stipendio insegnando anche alla scuola serale. Vive solo, ma ha parecchi amici sui quali contare, e il migliore è Al, che gestisce la tavola calda. È proprio lui a rivelare a Jake il segreto che cambierà il suo destino: il negozio in realtà è un passaggio spaziotemporale che conduce al 1958. Al coinvolge Jake in una missione folle - e follemente possibile: impedire l'assassinio di Kennedy. Comincia così la nuova esistenza di Jake nel mondo di Elvis, James Dean e JFK, delle automobili interminabili e del twist, dove convivono un'anima inquieta di nome Lee Harvey Oswald e la bella bibliotecaria Sadie Dunhill. Che diventa per Jake l'amore della vita. Una vita che sovverte tutte le regole del tempo conosciute. E forse anche quelle della Storia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,51
di 5
Totale 209
5
142
4
42
3
15
2
9
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Marco L.

    31/10/2019 18:22:47

    Vado un pochino controcorrente, ho trovato il libro interessante ma troppo prolisso e lento, forse sarò troppo estimatore del primo King e alcuni suoi romanzi più recenti, pur avventurandosi nel fantastico, non sono riusciti a piacermi come i suoi capolavori horror degli anni settanta e ottanta. Comunque tra i migliori King degli ultimi venti anni e non è poco.

  • User Icon

    Mauro

    27/09/2019 09:27:56

    Un libro bellissimo, geniale e sorprendente, una storia d'amore intensa e commovente; King, un maestro!

  • User Icon

    Cecilia

    25/09/2019 12:17:24

    E se fosse possibile salvare Kennedy? Tutto il libro ruota intorno a questa domanda e ti tiene incollato fino all'ultima pagina. Stephen King ai massimi livelli.

  • User Icon

    Verena

    23/09/2019 14:43:04

    L'idea di fondo è senza dubbio interessante e sviluppata anche bene, ma il libro è veramente troppo lungo. Molte parti sono ripetitive e alcune addirittura noiose. Il finale mi ha lasciata confusa, non l'ho capito, non mi è piaciuto. Argomento e trama davvero interessanti, ma il libro un po' prolisso e con un finale direi fantascientifico che, per gusto personale, non ho apprezzato.

  • User Icon

    Alex

    22/09/2019 12:53:19

    Ho letto molto di King e questo libro non è uno dei suoi classici horror, è più un fantasy/thriller scritto magistralmente da un King ispiratissimo. Sicuramente tra i suoi migliori lavori. Fantastico!

  • User Icon

    Il miglior King

    19/09/2019 13:01:29

    Questo libro parte da un'idea che forse è anche un'idea così così. Quello che intercorre tra la formulazione dell'idea e la sua messa in pratica è il libro. Un King ispiratissimo, un libro che non stanca, che arrabbia e intenerisce, senza quasi aver bisogno dell'elemento fantastico. 10 mdf

  • User Icon

    AntonellaM

    19/09/2019 11:39:09

    King affronta due grandi temi della letterarura americana: l'omicidio Kennedy e i viaggi nel tempo. Il libro ruota intorno a questa domanda: se tu potessi fare qualcosa di buono per il mondo, impedendo per esempio l’omicidio di un politico di spicco, lo faresti? E sei davvero sicuro che tale intervento possa portare benefici al mondo? Nel caso specifico l’omicidio da impedire è quello del presidente USA John Fitzgerald Kennedy nel 1963, a Dallas: se lui non fosse morto, il conflitto tra Usa e Vietnam sarebbe forse venuto meno, con notevole risparmio di vite umane e i diritti civili dei neri sarebbero stati affermati prima. Jack Epping torna indietro nel passato per impedire l'assassinio di JFK e non solo... Jack vuol migliorare il mondo. La premessa dell'intero libro lungo più di 700 pagine è semplice: il passato è inflessibile, non vuol essere cambiato. Ma Jack troverà qualcos'altro: Sadie, l'imbranata, dolce e affascinante Sadie. Ma salvare il mondo è complicato, il futuro in cui Kennedy è vivo sarà un incubo terrorizzante a causa dell'effetto farfalla! Per riparare all'errore Jack dovrà sacrificare quello ciò a cui tiene davvero, i denti aguzzi del tempo sono indifferenti all'amore... Il romanzo non mi è dispiaciuto, anzi! Non si riesce a smettere di leggere, il tema dei viaggi del tempo mi è veramente piaciuto ma quel presente distopico e catastrofico, quella catena di eventi innescati dall'effetto farfalla, dall'armonizzarsi degli eventi non mi ha convinto del tutto... preferisco il King re dell'horror per ora.

  • User Icon

    Carlo Serventi

    14/06/2019 14:18:10

    Mamma che libro. Un concentrato di originalita' e un viaggio nel tempo fino al 1963(mio anno di nascita e di morte di jfk) Mi associo al grido CAPOLAVORO e consiglio vivamente tutti alla lettura di questo superbo libro.

  • User Icon

    Francesco Salistrari

    03/06/2019 22:19:59

    Un libro sorprendente. Innanzitutto perché è scritto dal re dell'orrore, the King, e non è un libro dell'orrore, tutt'altro. È un viaggio, nel tempo, nella storia, nell'America degli anni 60, dove i personaggi sono parte di un affresco meraviglioso. Uno dei libri più belli di King? Sicuramente. Ne ha scritto tanti, di meravigliosi, sia romanzi che racconti, ma questo è speciale. Speciale per he è una grande storia d'amore in cui la relazione del protagonista con la sua amata non è affatto la parte principale della trama, ma sfuma quasi in secondo piano, come se fosse il contorno di tutto il resto, il condimento del sugo, ma non è così. Anzi. La grande storia d'amore è la colonna portante di un romanzo storico, tra fantascienza e thriller, che lega ogni cosa, che dà sostanza ai personaggi, che regala le vere emozioni del racconto e che commuove. Semplicemente un capolavoro.

  • User Icon

    Seby Flavio Gulisano

    19/06/2018 21:51:58

    Un libro bellissimo, una storia che ti resta dentro a lungo, personaggi ben delineati, prosa impeccabile. M'ha ricordato molto "Ritorno al futuro" con tutti i paradossi spazio-temporali e l'effetto farfalla. Assolutamente consigliato a chi piace leggere avventure nel tempo e agli amanti delle storie d'amore.

  • User Icon

    Berga

    08/12/2017 00:45:08

    Una trama meravigliosa, libro che causa notti insonni. Consigliato

  • User Icon

    Rob

    08/09/2017 08:23:55

    Resto sempre meravigliato dalla capacità di King di creare storie, personaggi e suscitare emozioni. Un capolavoro.

  • User Icon

    Emanuele Orru'

    06/06/2017 07:46:31

    Due parole su quest'opera monumentale dell'unico vero Re. Due perché non sono bravo a fare recensioni, due perché il rischio di spoiling è troppo alto, due perché sono in ferie e quindi zero pc, solo smartphone. Ma non posso aspettare di avere una tastiera sotto le dita per raccontarvi di questa lettura! Premetto che non leggevo Stephen King da anni, da quando ho adorato L'ombra dello scorpione, It, Le stagioni diverse, e compagnia bella. Perché? Chi lo sa. Ebbene, mai ritorno di fiamma fu più dolce, mai la lontananza gettò tanta benzina sul fuoco. La scrittura, almeno nella traduzione italiana (nel caso in specie di Wu Ming), è veloce ma ricca, seppur mai prolissa, nonostante le quasi 800 pagine. Zeppa delle citazioni musicali, letterarie e artistiche in genere tipiche dell'autore, che qui può sbizzarrirsi con un'infinità di materiale, dato che la storia si svolge a cavallo di 3 generazioni. Sono un po' ruffiane, dai… ma evitate di abboccare all'amo se ci riuscite! Secondo me questo Re maturo scrive persino meglio! Diciamolo, al Nostro piace vincere facile, perché i viaggi nel tempo stuzzicano il nostro intelletto come nient'altro. Dopo la vincita al Superenalotto (ora, un tempo era il 13 al Totocalcio, RIP), niente accompagna le nostre fantasie pre-oniriche come ciò che faremmo se avessimo a disposizione una macchina del tempo. Aggiungici JFK, e le basi diventano un assist alla Magic Johnson per qualsiasi scrittore. Insomma si parte in discesa. Ma un libro così bisogna scriverlo. Ho voluto fare l'avvocato del diavolo. Tutte cazzate. Questo libro è un capolavoro, un capolavoro assoluto, e dopo averlo iniziato, quando non lo avrete in mano, sarete stranamente irrequieti, anelando il momento del ricongiungimento! Enjoy!

  • User Icon

    alessandra r.

    23/11/2016 13:32:35

    Bellissimo, il più bello dei libri di King, secondo me. Ero prevenuta su King, non mi piace il genere, ma, letto questo libro, ho cominciato a leggerne altri e concordo con chi dice che è un genio..Comunque in questo libro c'è tutto: suspence (tanta), riferimenti storici, intreccio, storia d'amore...e tanto altro. Non riuscivo a staccarmi , l'ho finito in pochissimi giorni. Consigliatissimo

  • User Icon

    Sara

    15/11/2016 19:25:55

    Mi è piaciuto, ma viste le recensioni che lo definiscono "capolavoro",m aspettavo qualcosa di più. Ha spunti interessanti, personaggi molto belli e significativi, ma anche tante pagine che potevano essere tagliate,cercando magari di dare piu spazio a passaggi importanti spiegati in tre righe.

  • User Icon

    chicca

    10/10/2016 14:03:42

    E' semplicemente un un capolavoro. Da leggere assolutamente anche se non siete fan del Re o avete gli incubi solo a sentire la barzelletta del fantasma Formaggino.

  • User Icon

    Giancarlo

    08/09/2016 12:50:31

    Un romanzo strepitoso: c'è di tutto, dalla fantascienza, alla storia d'amore, dalla storia dell'America anni 60', a situazioni ricche di suspense con l'aggiunta di una chicca straordinaria con l'intreccio del protagonista con i personaggi e i luoghi mitici di IT. Avrò letto una ventina di romanzi di King, a questo il podio dei migliori non glielo toglie nessuno: è magnetico, una pagina tira l'altra, arrivi a desiderare che le 700 e più pagine ad un certo punto si raddoppiassero e la conclusione, per nulla scontata, è la conclusione perfetta per quadrare il cerchio. Chapeau!

  • User Icon

    gianni

    05/06/2016 15:15:16

    Se cercate il grande romanzo americano sull'omicidio Kennedy, allora bisogna leggere "Libra" di Don De Lillo o "Sei pezzi da mille" di James Ellroy. Per 22/11/'63, mi sento di poter dire quello che lo stesso King scrive, nella sua bella postfazione, del libro di un altro scrittore: "squinternato ma divertente".

  • User Icon

    ormos

    26/05/2016 10:39:06

    Che dire... questo (bel) romanzo si può giudicare sotto diversi punti di vista. E' il primo finora letto di Stephen King, autore che ho sempre "snobbato" perché inserito in un filone thriller/horror con il quale non ho confidenza. Questo libro però mi ha sorpreso: lo stile è efficace e potente, senza remore o infiocchettamenti stilistici. La trama merita un "dipende": l'autore dichiara nella lunga postfazione di aver provato a scrivere il libro nel 1972, senza successo, ma in realtà è poi uscito nel 2011. In mezzo a questo lungo intervallo di tempo c'è un particolare non trascurabile: è uscita al cinema la saga di "Ritorno al futuro", con Michael J. Fox. Qual è il nesso? Come nel film, anche il protagonista del libro Jake Epping (alias George Amberson) parla di continuum spaziotemporale (effetto farfalla ecc...), e soprattutto come nel film utilizza l'espediente dei risultati sportivi già noti per piazzare scommesse vincenti nel passato. Coincidenze? Non so, ma la somiglianza di questi aspetti mi insospettisce, così come la "realtà alternativa" che egli trova quando torna nel 2011... Insomma, le 4 stelle sono un premio alla complessità della vicenda (c'è di mezzo l'attentato a Kennedy del 1963) ma resterò per sempre nel dubbio sulle influenze che il film possa aver suscitato nella stesura del romanzo.

  • User Icon

    DANIELE

    18/04/2016 13:20:14

    ho provato a leggerlo e la prima volta mi sono stancato subito e ci ho rinunciato, poi a distanza di tempo ho iniziato di nuovo a leggerlo e mi sono sentito rapito da questo romanzo. Di king qualcosina ho letto in passato ed erano davvero tantissimi anni che leggevo del Re e devo essere soncero non mi sono pentito di averlo letto. UN CAPOLAVORO

Vedi tutte le 209 recensioni cliente

Accorgersi della disarmante inconsistenza della realtà vuol dire essere in grado di mollare tutto in qualsiasi momento e mandare in malora la prima certezza che ci troviamo davanti. È una conoscenza che dà potere.
Jake Epping, il protagonista di questo nuovo romanzo di Stephen King, nella realtà scopre un buco, uno strappo. Ci entra dentro, incredulo, e si ritrova nel 1958. Una porta temporale nello sgabuzzino di un vecchio locale di hot dog. Per Jake è come entrare nella tana del bianconiglio. Tornare indietro è facilissimo, non importa quanto tempo ci passi dentro: un giorno, due anni. Al tuo ritorno saranno passati solo due minuti. E non se ne accorgerà nessuno. Eccetto, forse, per quel misterioso barbone buttato sul marciapiede, appena all’ingresso del portale. Ma lui è troppo impegnato a infradiciarsi di alcol. Almeno così sembra…
In ogni caso, non c’è tempo per occuparsi di lui. Jake vuole cambiare il passato e sconvolgere il futuro. Evitare l’omicidio di John Kennedy e cambiare la storia americana: questa sembra una bella idea. Ma non è l’unica. Immaginate quante cose si possono fare una volta che le porte del destino sono spalancate e a varcarle è un professore di inglese determinato, abbastanza matto da viaggiare nel tempo e pronto a tutto. Ma scoprirà che per fermare un assassino bisogna comportarsi come lui, e cominciare a uccidere.
King prende il classico tema del viaggio nel tempo e lo riscrive a modo suo, così come Jake riscrive il passato. Non è una novità, l’aveva già fatto con i vampiri, nel precedente Le notti di Salem. E anche quella volta ci era riuscito.
Dentro 22/11/‘63, che esce in Italia con la traduzione di Wu Ming 1, troverete un po’ di Ritorno al Futuro e un po’ di Lovecraft, ma c’è anche quell’ingrediente segreto che King aggiunge a ogni libro. Non sappiamo dove se ne procuri in così grande quantità, ma in questo romanzo ne usa più di un cucchiaio. Forse è proprio lui quello ad essere inciampato in una porta temporale, laggiù nel Maine, una porta che gli permette di anticipare ogni successo. Una cosa è certa: l’unico portale in grado di rapirvi e condurvi in una dimensione sconosciuta, per il momento, lo troverete solo leggendo questo libro.

  • Stephen King Cover

    Stephen King è autore di romanzi e racconti best seller che attingono ai filoni dell’orrore, del fantastico e della fantascienza, ed è considerato un maestro nel trasformare le normali situazioni conflittuali della vita – rivalità fra coetanei, tensioni e infedeltà coniugali – in momenti di terrore. Quando è ancora piccolo, sua madre deve far fronte a grandi difficoltà, perché il padre uscito di casa per fare una passeggiata non fa più ritorno. Nel 1962 inizia a frequentare la Lisbon High School e comincia a spedire i suoi racconti a vari editori di riviste, senza però alcun successo concreto. Conclusi gli studi superiori entra all'Università del Maine ad Orono, dove gestisce per un paio d'anni una rubrica... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali