A che gioco giochiamo? - Madeleine Wickham - copertina

A che gioco giochiamo?

Madeleine Wickham

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Nicoletta Lamberti
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 19 marzo 2013
Pagine: 244 p., Rilegato
  • EAN: 9788804628460
Salvato in 10 liste dei desideri

€ 10,26

€ 19,00

Punti Premium: 19

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un weekend tra amici si trasforma in una resa dei conti… Nel suo nuovo romanzo Madeleine Wickham racconta senza mai perdere l’usuale leggerezza il rapporto che intratteniamo con il denaro.

È stato Patrick ad avere l’idea di invitare gli amici per un weekend di tennis e relax. Non vede l’ora di esibire la favolosa residenza di campagna acquistata grazie ai lauti guadagni della sua attività per così dire... spregiudicata di consulente finanziario. Ma alla bella moglie Caroline non ha rivelato il vero motivo di questa riunione a cui tiene così tanto. Caroline è una donna senza peli sulla lingua che conosce bene il caro maritino, quindi non si fa certo problemi a dire la sua in merito a questa iniziativa. È ben contenta di accogliere Stephen e Annie, i vecchi vicini di casa con qualche problema finanziario, un po’ meno di vedere l’arricchito Charles e la sua aristocratica moglie Cressida, ed è scontentissima di dover avere a che fare con il competitivo e pedante Don, cliente di Patrick, e la sua sciocca figlia Valerie. Quando le quattro coppie si riuniscono, sembra già chiaro chi siano i vincitori e chi i vinti nella vita. Ma nel momento in cui la prima palla viene lanciata oltre la rete l’impeccabile campo da tennis in erba diventa teatro di qualcosa di molto diverso da un piacevole torneo fra amici. Ha inizio infatti una due giorni di ripicche, scenate e rivelazioni, culminante nell’arrivo di un ospite inatteso che sovvertirà completamente gli equilibri... In A che gioco giochiamo? Madeleine Wickham racconta senza mai perdere l’usuale leggerezza il rapporto che intratteniamo con il denaro, scegliendo come bersaglio della sua tagliente ironia il mondo fatuo dei nuovi ricchi. In questa fiera di vanità e opportunismo, dietro l’ostentazione si nascondono tante piccole miserie e in nome dei soldi sembra lecito sacrificare tutto, persino l’amicizia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2,36
di 5
Totale 11
5
0
4
2
3
2
2
5
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    SARA

    15/06/2015 11:42:20

    questo libro mi è piaciuto molto. Ho trovato la storia interessante e avvincente, in particolare mi sono piaciuti molto stephen e annie, e son rimasta con il fiato sospeso fino alla fine per vedere come sarebbe andata a finire. consigliato a chi vuole una lettura leggera e scorrevole.

  • User Icon

    Eleonora

    22/04/2014 12:44:29

    Non mi ha entusiasmata. Amo la Kinsella, da molto prima che facesse il boom con la saga Shopaholic, ma i suoi scritti col suo vero nome non mi entusiasmano. Non c'è freschezza, non c'è appeal, e poi tutta questa descrizione minuziosa sul tennis...se voglio leggere sul tennis non mi compro un romanzo al femminile, mi compro un manuale sul tennis...è una costante di cinismo, di bassezze, probabilmente è un humour inglese che non colgo, in ogni caso il libro è veramente molto lento. Un libro di Kinsella lo si legge in una settimana a dir tanto, in versione Wickham ci metti un mese, sempre se non interrompi prima. Un gran peccato.

  • User Icon

    titty

    23/01/2014 17:03:29

    l'idea del libro è buona ma è sviluppata male, soprattutto nella parte finale.

  • User Icon

    Gianni

    16/09/2013 15:15:40

    Di solito i libri di Wickham Madeleine, alias Sophie Kinsella, mi divertono e mi regalano dei momenti di sano relax, sono sempre avvincenti nel loro genere e con uno stile molto scorrevole e con un buon ritmo che incoraggia alla lettura. Purtroppo non è il caso di questo libro. Bella l'idea di fondo del torneo di tennis vista come una sfida di affermazione e realizzazione delle coppie di amici, ma decisamente mal sviluppata. Per tutto il libro ho fatto fatica a ricordarmi il nome dei singoli personaggi. Unica nota di merito la piccola Nicola che porta una ventata di freschezza e simpatia in tutto il romanzo.

  • User Icon

    Ely

    09/09/2013 17:07:05

    Questo libro è il primo scrtto da Madaleine prima che diventasse famosa con l'alias " Sophie Kinsella " , e già si iniziano a scorgere alcuni tratti tipici della sua scrittura, che con il tempo verranno resi ancora più celebri. La storia ha la trama tipica dei libri di questa autrice, incontri tra ricchi, arricchiti e gente comune che si incontrano-scontrano e vivono per alcuni giorni a stretto contatto l'uno con l'altro tra invidie e malumori, per scoprire che la vita del ricco non è poi tutta rose e fiori, e che le persone normali continueranno a sognare una vita migliore, senza rendersi conto di quello che hanno. In questo racconto incontriamo tre tipologie di famiglie, quella comune, una coppia felice con quello che ha e due figli di cui una con problemi motori ma dall'intelligenza sottile, quella arricchita, dove lui ha sposato la ricca di turno che sopporta a malapena solo per i suoi soldi, sembra una coppia felice che ha tutto, fama e ricchezza oltre a due bambini... ma basta una lettera per incrinare un rapporto sul filo della ... carta stampata. E la famiglia ricca, quella che i soldi se li è guadagnata lavorando, con una bella casa, una bella vita e una figlia meravigliosa, che sa che non è tutto oro quello che luccica e che crede nei valori veri della vita, ma aggiungendo un tocco di frivolezza che si può permettere. Cosa succede se si riuniscono tutte e tre le famiglie sotto lo stesso tetto per un "tranquillo" week end di relax e di tennis, scontrandosi con i propri modi di essere e con le proprie esistenze. Cosa succede se, in un rapporto già teso arriva un ospite inaspettato dal passato, che tende ancora di più questo rapporto? Lascio a voi scoprirlo, ma di sicuro ci sarà una gran confusione ve lo assicuro. Chi forse riuscirà a capire che i soldi non sono tutto, chi oltre ai soldi apprezza il valore dei rapporti veri, e chi, cadrà letteralmente dalle nuvole e scoprirà che i soldi non sempre sono destinati a durare.

  • User Icon

    Eleonora

    27/07/2013 10:35:10

    Ho letto tutti i libri di questa autrice e questo è il primo libro che mi ha davvero delusa. Manca la storia, manca il finale. I personaggi ci sono e sono ben delineati ma il finale è troppo frettoloso e non lascia niente. Mi aspettavo di ridere fino alle lacrime, mi aspettavo la solita ironia. Forse avevo troppe aspettative. Molto lontano dallo stile degli altri libri.

  • User Icon

    SILVIA

    19/06/2013 15:07:24

    Ho trovato questo libro bellino, scorrevole, non eccezionale e non certo all'altezza dei libri scritti dalla Wickham con lo pseudonimo Sophie Kinsella, ma comunque una piacevole lettura per rilassarsi.

  • User Icon

    missmarple

    01/05/2013 01:01:55

    Un po' delusa...anche lei ha ritirato fuori dal cassetto un inedito, il suo primo lavoro...perché ora ???Blocco dello scrittore? Bisogno di introiti maggiori???Mah. Ho adorato il personaggio di Caroline e anche sua figlia Georgina, mi è piaciuta molto. Ottima descrizione delle varie personalità e sfaccettature dei personaggi.Per il resto la storia non mi ha entusiasmata.

  • User Icon

    Brunella

    28/04/2013 08:08:27

    E' il primo romanzo a firma Madeleine Wickham che mi ha deluso. L'inizio è pesante e solo a metà si rianima un po' per poi finire tutto frettolosamente e senza un messaggio al lettore. Alla fine non ti lascia nulla. La morale di questo romanzo è? Non c'è!

  • User Icon

    claudia

    14/04/2013 15:11:45

    Ero abituata ad un Kinsella allegra, spiritosa ironica..con i suoi personaggi inverosimili..in realtà questo libro non ha un suo senso..se non mettere a nudo la frivolezza di certe persone senza però farne un alcun che di denuncia..far capire appieno i personaggi e farsi affezionare a loro.. fino ad ora la peggior opera che ho mai letto di questa scrittrice..

  • User Icon

    Nadia

    09/04/2013 10:00:40

    Il libro è ben strutturato nel suo insieme, perfettamente nello stile della Wickham, anche se il finale mi ha deluso. A mio parere la parte finale del libro è banale e troppo frettolosa, doveva essere strutturata meglio.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente
  • Madeleine Wickham Cover

    Madeleine Wickham è il vero nome di Sophie Kinsella. La signora dei funerali (2008), La compagna di scuola (2010), Vacanze in villa (2011) e Una ragazza da sposare (2012), editi da Mondadori, sono i romanzi pubblicati dall'autrice prima di diventare famosa in tutto il mondo con la formidabile serie di I love shopping. A che gioco giochiamo? è il suo libro d'esordio, scritto quando aveva appena ventiquattro anni, Mondadori l'ha pubblicato nel 2013. Nel 2009 ha vinto il Glamour Women of the Year Award come migliore scrittrice dell'anno.Nel 2015 esce Affari d'oro, sempre per Mondadori.  Approfondisci
Note legali