A sud di nessun nord

Charles Bukowski

Traduttore: M. Castagnone
Editore: TEA
Collana: Teadue
Edizione: 4
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
In commercio dal: 24 settembre 2009
Pagine: 218 p., Brossura
  • EAN: 9788850219261
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Uno scommettitore accanito raccoglie per strada un barbone che si rivela un beniamino della Fortuna: un uomo acquista un manichino femminile e se ne innamora perdutamente: uno scrittore alcolizzato e frustrato raggiunge il successo, ma non la libertà dalla bottiglia: due balordi partono per un facile furto notturno e si ritrovano assassini. Barboni, bevitori, scrittori falliti, prostitute, ladri, pugili, piccoli malviventi: i personaggi che popolano le pagine di questi racconti sono tutte vecchie conoscenze dell'inconfondibile mondo narrativo del grande Bukowski. Un mondo definito e ritratto con assoluta fedeltà, con spietata lucidità ma anche con profonda comprensione e simpatia: l'America delle strade, delle bische, dei bordelli, dei bar più squallidi e delle mense per i poveri. Quell'America che non ha conosciuto il Grande Sogno e di cui Bukowski è stato l'impareggiabile cantore e, forse, la voce più autentica.

€ 7,22

€ 8,50

Risparmi € 1,28 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    KidChino

    08/03/2014 21:07:47

    Il narratore dell'America che non ha conosciuto il grande sogno. Nient'altro da aggiungere. Stupendo come sempre.

  • User Icon

    Pino Chisari

    25/02/2014 09:15:01

    Deludente. A tratti emerge chiarissimo l'intento utilitaristico: Bukowski scrive per permettersi il suo modello di vita ed usa senza scrupoli mestiere e richiami porno. Il resto è noia, mortale. E un peccato sia così, ma questi racconti stanno su a malapena e vivono di sola furbizia narrativa (sesso e volgarità).

  • User Icon

    Enrico

    28/10/2013 12:28:08

    A mio parere questa raccolta di racconti è ai livelli de "Storie di ordinaria follia"; scritto veramente bene e più sfaccettato rispetto alle solite opere autobiografiche dell'autore. Ho letto quasi interamente la produzione di Bukowski, per cui posso elogiare questo libro come uno dei miei preferiti in assoluto.

  • User Icon

    paola

    16/04/2012 19:56:28

    scritto bene anche se in certi tratti un po' volgare.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione