Abitare. L'architettura degli interni e la città

Editore: Maggioli Editore
Collana: Politecnica
Anno edizione: 2014
Tipo: Libro universitario
Pagine: 140 p.
  • EAN: 9788838762970
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 12,32

€ 14,50

Risparmi € 2,18 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Perché affrontare l’architettura degli interni partendo dalla città? Agli inizi del secolo scorso Raymond Unwin pubblicava La pratica della progettazione urbana, rivolto a studenti e professionisti dell’architettura, nel quale, pur riconoscendo la necessità e il merito di norme igieniche e tecnologiche per gli ampliamenti della città, lamentava la contemporanea perdita della bellezza rispetto alle città antiche; il testo si colloca vent’anni dopo Tomorrow di Ebenezer Howard e qualche mese in anticipo sul Town Planning Act, nel preciso momento in cui l’intenso dibattito urbanistico inglese, dopo un percorso durato quasi un secolo, cominciava a dare ri¬sultati tangibili e positivi in termini politici e amministrativi, evidentemente non altrettanto entusiastici per la qualità dell’abitare.Sotto le apparenze di un manuale pratico si celava così un vero e proprio trattato, di grande spessore anche morale, che richiamava gli architetti al loro compito più importante: costruire luoghi gradevoli per la vita, le attività e le relazioni delle persone; individuava le precise responsabilità culturali degli operatori impegnati nella costruzione delle città, insieme al percorso teorico e analitico necessario per giungere a buoni risultati.