Categorie

Valentina D'Urbano

Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2013
Pagine: 357 p. , Rilegato
  • EAN: 9788830434387

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Katherine

    01/07/2016 16.39.38

    Acquanera offre al lettore una narrazione davvero insolita sulla diversità umana che sfocia nell'emarginazione. Il romanzo racconta la storia di una famiglia composta da sole donne attraverso tre generazioni, la nonna Elsa, la figlia Onda e la nipote Fortuna. Le loro vite si intrecceranno a quella di un' altra protagonista femminile Luce, figlia del custode del cimitero. A far da sfondo Roccachiara, un paesino arroccato tra le montagne dove il tempo è una misura indefinita, la vita scorre lenta e a volte "stagna" come le acque scure del suo lago. Ed è proprio l'acqua del lago un altro elemento fondamentale del libro, così come lo è la morte. Tutte le protagoniste infatti hanno a che fare, in modalità differenti, col mondo dei morti e sarà proprio questa loro "inclinazione" ad isolarle dal resto del paese. L'ignoranza fa fuggire da ciò che non si conosce e inquieta ma, allo stesso tempo, tutto ciò che è circondato da un alone di mistero affascina e incuriosisce. Per questo sia Elsa che Onda verranno cercate, nel momento del bisogno, dalle stesse persone che le hanno emarginate. Analogo sarà il destino di Fortuna. Nonostante appaia priva del dono della madre e della nonna crescerà nella solitudine, isolata dai suoi coetanei, fino all'incontro con Luce con cui instaurerà un'amicizia molto particolare. Il libro trasmette al lettore un'atmosfera perennemente cupa e misteriosa che rende bene il senso di inquietudine vissuto dalle protagoniste. Elsa afflitta dalla modalità dura e selvaggia della figlia, Onda indurita dal tormento procurato dalle anime dei morti e Fortuna, senza padre e con una madre che la rifiuta, alla ricerca continua di quell'amore negato che troverà nella nonna e nello strano rapporto con Luce. Un libro particolare con uno stile narrativo buono, ma non una lettura semplice. Mi ha lasciato un po' perplessa sul finale, troppo sbrigativo rispetto al resto della narrazione molto particolareggiata. Il mio giudizio è tre stelle su cinque.

  • User Icon

    marina

    21/12/2015 12.15.15

    un libro che parla di solitudine, di mancanze di gelo....l'ho adorato dalla prima pagina mi sembrava di sentire l'odore del lago...consigliatissimo

  • User Icon

    gio

    07/08/2015 18.30.06

    Bel libro, emozionante, toccante ed a volte direi inquietante! Lo consiglio.

  • User Icon

    paola

    19/05/2015 23.48.15

    Che bel libro! Ogni parola al suo posto per produrre l effetto ottenuto....senza dispersione senza ripetizioni ne noia .ho voluto bene a quelle donne fragili e tenaci nella loro volonta di dover vivere una vita di solitudine ed emarginazione . Veramente un bel libro.

  • User Icon

    Marta80

    04/08/2014 15.44.44

    Mi è piaciuto questo romanzo, nonostante l'atmosfera tetra e il fatto che un po' tutto ruoti intorno al concetto di morte. La storia è surreale, ma l'autrice descrive luoghi e persone con un tale senso di realismo da rendere tutto perfettamente credibile. Valentina D'Urbano è un'ottima scrittrice e leggerò sicuramente i suoi prossimi lavori.

  • User Icon

    Alessia

    21/07/2014 18.43.55

    Lettura scorrevole che ti coinvolge fino all'ultimo....fino alla ricerca della verità' e della serenità' della protagonista....

  • User Icon

    sweetbetbet

    16/06/2014 08.58.39

    un libro che mi ha scossa e che mi resterà ben impresso.merito della bravura dell'autrice che è riuscita a descrivere i personaggi e le emozioni in modo da farti immergere nella storia tanto da farti dimenticare che stai leggendo.più che la trama, molto cupa, ho apprezzato le caratteristiche psicologiche molto diverse tra i personaggi,nonchè ho provato una gran pena per questa figlioletta che prova in tutti i modi a farsi amare da una madre che non l'ha mai voluta e anzi la giustifica sempre,dimostrando una maturità che in un bambino fa impressione.l'amicizia con Luce è qualcosa di malato,dato da un isolamento di entrambe che dura dalla nascita.gran bouleversement nel finale,anche qui soprattutto di natura psicologica,che riscatta un po' Fortuna da quest'aurea pura e cristallina che la caraterizzava.

  • User Icon

    cyliabilia68

    09/06/2014 21.21.52

    libro letto subito dopo "il rumore dei tuoi passi".bella storia ,scritta verammente bene.Il libro l'ho praticamente divorato come il primo!! Scrivi ancora sei veramente brava!

  • User Icon

    manu

    10/04/2014 22.05.32

    Grazie Vale. Grazie ancora una volta per questo capolavoro assoluto. Vorrei poter leggere sempre in questo modo, difficile anche da spiegare. Ti prego, scrivine un altro...sei nata per fare questo. SUBLIME.

  • User Icon

    Isa

    07/04/2014 10.07.37

    ... a questo punto devo leggere "Il rumore dei tuoi passi" che mi sono fatta sfuggire!!

  • User Icon

    elisa

    03/02/2014 20.52.42

    Avevo già letto il precedente romanzo e mi era piaciuto tantissimo il modo di scrivere, avevo un po di timore che questo secondo potesse non essere all altezza invece mi sbagliavo, completamente un altro mondo, altre realtà ma veramente coinvolgente, oltretutto giovanissima

  • User Icon

    sabrina

    14/01/2014 20.31.21

    Mi ha talmente affascinato che avrei voluto leggerlo tutto in una volta sola , i posti ed i personaggi sono descritti talmente bene che mi sembra ora a testo finito la mia casa sia Roccachiara e le persone anche se surreali girino per le stanze. Un po' macabro....ma mai banale ne' elementare. Un buon libro se non cercate qualcosa che vi rallegri. Bella scrittura era da un po' di tempo che non riuscivo a provare questa passione.

  • User Icon

    Oriana

    20/12/2013 19.03.21

    Bella storia, originale e commovente, anche se surreale. Le protagoniste descritte così bene che sembrano reali, ma questo vale anche per tutti gli altri personaggi. Come scrive questa scrittrice mi piace proprio, essenziale, diretta e mai noiosa.

  • User Icon

    raffaella

    17/12/2013 10.55.32

    bello...anche se devo dire che "il rumore dei tuoi passi" merita un voto in più... scrittura scorrevole semplice e personaggi descritti nei minimi particolari...questa scrittrice avrà molto successo in futuro...finale molto inquietante...consigliato

  • User Icon

    Cucuzza

    11/12/2013 15.44.45

    Intenso e coinvolgente, con una descrizione dei personaggi e dei luoghi molto dettagliata, tanto da sentirti parte della vicenda. Il finale me l'aspettavo diverso, ma tanto di cappello ad una scrittrice che ha un solo anno più di me e della quale leggerò presto "il rumore dei tuoi passi".

  • User Icon

    ZioGian

    12/11/2013 08.30.49

    Adoro il modo di scrivere di Valentina D'Urbano, uno stile essenziale, diretto e crudo. La trama non è scontata e tocca argomenti tabù come la morte e le sofferenze affettive, in un'epoca in cui tutti vogliamo solo essere felici. Tra il primo romanzo e questo ho preferito il primo, ma solo per il pugno allo stomaco che ho ricevuto nel leggerlo. Brava, continua cosi'.

  • User Icon

    Irene85

    31/10/2013 11.19.53

    Non un capolavoro, ma è un romanzo carino e di semplice lettura!Direi piacevole anche se forse un po' troppo fantasy per i miei gusti. E' il primo che leggo di questa autrice, di sicuro proverò anche l'altro romanzo Il Rumore dei Tuoi Passi.

  • User Icon

    dani70

    28/10/2013 11.39.14

    Lo stile narrativo della scrittrice mi piace molto, ma nonostante questo non riesco a dare un voto più alto di 3/5. Il romanzo mi è piaciuto abbastanza: a tratti l'ho trovato noioso e ripetitivo, e anche macabro e inquietante (certe descrizioni dettagliate sulla composizione dei cadaveri le avrei evitate volentieri). La vicenda delle protagoniste mi è sembrata forzata, ed il paesino di Roccachiara dove è ambientato il romanzo è troppo buio, c'è troppa neve, l'acqua è troppo fredda e nera.....

  • User Icon

    Daniele

    22/10/2013 18.52.41

    Decisamente controcorrente: piu' che un romanzo sembra un trattato di tanatologia, anche noioso! Avevo letto "Il rumore dei tuoi passi" e l'avevo trovato carino, qui invece non ci siamo proprio. Delusione completa ma la ragazza è giovane e si farà, continuo a darle fiducia.

  • User Icon

    laura

    18/10/2013 14.18.26

    Una bella storia, particolare non scontata a tratti era un pochino noioso per questo non gli riesco a dare il massimo però lo consiglierei bello.

Vedi tutte le 23 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione