Categorie

Ingar Johnsrud

Traduttore: E. Kampmann
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2016
Pagine: 511 p. , Brossura
  • EAN: 9788806228255

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Umberto75

    11/08/2016 21.56.59

    Interessante lo è ma fino ad un certo punto, poi si perde in situazioni a dir poco surreali lasciando aperta la porta a seguiti che visto il primo non mi fan certo voglia di acquistarne il seguito.

  • User Icon

    Massimo F.

    22/06/2016 13.05.59

    Mah! Più ombre che luci su questo ennesimo scandinavian thriller. Lo spunto è interessante e non mancano i colpi di scena e le situazioni di tensione. Solo che tutto è inserito in un contesto narrativo un po' confuso e la corposità del tomo viene avvertita più del dovuto dal lettore (quasi noia e gran voglia di finire in fretta la storia). Ah, Mankell, Stieg Larsson, dove siete??

  • User Icon

    MARCO

    23/05/2016 11.12.45

    Scritto molto bene,con buonissima descrizione dei personaggi. Questi ultimi inseriti nel percorso della trama in momenti corretti e contestuali. Detto questo,però, l' intreccio principale , interessante all'inizio della lettura , piano piano si dissolve passando in secondo piano. Se l'autore avesse mantenuto l'ampio spettro di azione , sviluppando la tensione che gli eventi potevano far presagire,il libro sarebbe stato un opera di elevato spessore. Ahimè , alla fine le dinamiche si sono ridotte nel classico plot di genere. Per me un buon libro , ma non esaltante.

  • User Icon

    puppo

    07/05/2016 02.25.44

    Credo che Sisifo abbia sofferto di meno. Un florilegio di personaggi che citati una volta per nome e l'altra per cognome (nordico), collocati in epoche diverse, riproiettati nel presente con diversa identità fanno perdere la concentrazione. La trama ormai consumata e logora affonda a confronto dei pur numerosi precedenti del genere, che si è tentato di arricchire con una truculenza esasperata . Positivamente predisposto dalle recensioni di stampa mi sono trascinato fino allo sfinimento questo banale fardello, confidando almeno in un finale che non esiste proprio. Non capisco come in una collana che pure apprezzo sia finito questo articolo di bigiotteria.

  • User Icon

    Giovanni

    19/04/2016 20.42.23

    Stupendo!!!! Punto.

  • User Icon

    El Gordo

    13/03/2016 17.51.51

    Per 20 euro e dopo 500 pagine sarebbe stato onesto avere un finale che nel libro non esiste e che l'autore rimanda ai capitoli successivi della trilogia. Ci vuole piu' rispetto per il lettore soprattutto quando stiamo parlando di un libro la cui trama è di una semplicità imbarazzante con alcuni passaggi letteralmente incomprensibili.

  • User Icon

    eros55

    27/02/2016 17.23.47

    Dopo una lunga pausa..............un libro fantastico dalla prima all'ultima pagina, un susseguirsi di colpi di scena di capitolo in capitolo, letto tutto di un fiato le 530 pagine, bella la storia, bello il contesto, belli e interessanti i personaggi e non banale il finale. Sicuramente da non perdere, un'altro splendido autore norvegese alla sua prima di esordio, speriamo che sappia mantenersi.

  • User Icon

    Sergio27

    10/02/2016 13.18.07

    Un romanzo decisamente interessante. Hanno paragonato Johnsrud a Larsson e certamente c'è qualcosa nella sua scrittura che lo ricorda. Ma anche nel modo inquietante e inatteso in cui entrambi raccontano la società nordica, facendoci scoprire come sia molto più oscura del ritratto oleografico cui eravamo abituati. Interessanti i riferimenti al terrorismo e all'estremismo politico. Ma c'è anche la quotidianità. Un libro non breve e non facile, ma straordinariamente appassionante.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione