Categorie

Haruki Murakami

Traduttore: A. Pastore
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 164 p. , Brossura
  • EAN: 9788806217006

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    pierxx84

    24/09/2015 12.20.14

    La scrittura di Murakami è sempre molto intimistica e soave; in questo caso è come se una telecamera a mano sapesse entrare nell'animo di ogni personaggio che prende parte di questa storia lunga una notte!!!!

  • User Icon

    cristina

    31/08/2015 14.24.32

    Murakami riscrive "Le notti bianche" di Dostoevskij in salsa giapponese. Ce n'era bisogno? Direi proprio di no. L'ho trovato noioso e lento, con una proliferazione di descrizioni minuziose inutili e ridondanti, del tipo: aprì lo sportello del frigo, prese la confezione bianca di formaggio, chiuse lo sportello, portò la confezione sul tavolo e l'aprì, ecc. ecc. Il tutto credo per riempire pagine di narrazione inesistente e trama ridotta al minimo. Ho trovato fastidiosa anche la voce narrante onnisciente, che insiste continuamente nel rimarcare "il punto di vista esterno ed oggettivo" del narratore che sceglie accuratamente (ma in base a quali criteri?) cosa rivelarci e cosa tenerci nascosto delle vicende dei personaggi. Per fortuna, dopo aver letto ormai diversi libri di questo autore, ho imparato a non aspettarmi più finali sorprendenti o illuminanti o anche solo vagamente risolutivi. Con Murakami ci si avventura spesso per strade inesplorate e buie, in tempi dilatati all'inverosimile, seguendo percorsi privi di senso o solo vagamente evocativi, che, non appena riposto il libro, si sono già dissolti.

  • User Icon

    mauro

    30/08/2014 23.07.31

    Primo libro che leggo di questo autore. Ne ho apprezzato i dialoghi, la capacità di creare e saper descrivere situazioni particolari. Coinvolgente ma sinceramente, finito il libro non ho ben capito dove l'autore volesse andare a parare .

  • User Icon

    gennaro

    27/06/2014 09.28.27

    Per la prima volta un romanzo di Murakami mi lascia un po' interdetto. La storia, come al solito, è ben congegnata ed architettata, ma non si riesce ad entrare appieno nei personaggi, nella loro psiche. Una trama così complessa avrebbe meritato qualche pagina in più e magari più chiarezza, anche se l'alone di mistero che l'opera lascia alla sua conclusione non è certamente il suo peggior difetto. Murakami resta, in ogni modo, un grande autore, capace come pochi di attrarre il lettore nelle sue trame fantasiose e, talvolta, assurde.

  • User Icon

    Alessandro

    11/12/2013 20.59.12

    La vita dei personaggi di estrazione sociale e di stili di vita molto differenti si intrecciano fra loro in uno sfondo notturno di una metropoli giapponese.

  • User Icon

    Martina

    02/12/2013 20.20.59

    Ho letto questo libro dal tramonto all'alba, come il libro, in una nottata insonne. La mattina, quando mi accingevo a fare colazione...è stato come se stessi sentendo l'indifferenza di Shirakawa, la curiosità e l'intraprendenza di Takanashi, la sensibilità di Mari, soprattutto nel letto di Eri. Splendido, sotto tutti i punti di vista.

  • User Icon

    Gresi

    14/10/2013 16.28.00

    Riuscendo a captare le fosforescenze, in ogni luogo e in particolare nell'aura che avvolge le persone, Murakami dà vita a un romanzo intenso e originale. Evade dalla generale tristezza che solitamente caratterizzano i suoi romanzi e, con un filo di drammaticità e un principio di romance, tesse una storia che ha dell'incredibile. Una storia che si tinge di giallo e che si camuffa fra i dolorosi ricordi di una sorella quasi sempre assente e la speranza di ottenere, ben presto, un amore che possa appagarli del tutto. After dark, ennesimo straordinario capolavoro, conferma il mio amore incommensurabile nei suoi riguardi perché riesce a colpire nel segno, ancora una volta, ed intreccia alla perfezione periodi semplici e scorrevoli che, in veste narratore onnisciente, ci parla dei personaggi e di tutto ciò che li circonda. Incomprensibili si sentono estraniati dalla realtà che li circonda e preferiscono rifugiarsi fra le pagine candide di un libro qualsiasi o farsi cullare dalle soavi note di qualche musicista jazz.Pur essendo consapevole della straordinaria abilità dell'autore di saper realizzare, con raffinatezza e sontuosità, scenari onirici suggestivi e sconcertanti, After Dark, riesce a sorprendere e a raggiungere l'apice della luminosità. E' un grande romanzo sull'adolescenza, sul conflitto tra il desiderio di essere integrati nel mondo degli "altri" e il bisogno irrinunciabile di essere se stessi che evidenzia una meravigliosa sintonia fra l'autore, la propria ispirazione e la capacità ricettiva dei personaggi, che si rispecchiano perfettamente nei personaggi. E', inoltre, la rappresentazione perfetta di una realtà non molto dissimile dalla nostra il cui finale, così ambiguo e controverso, solleverà un polverone di domande che non pretenderanno altro che delle risposte. Risposte tuttavia cui una volta svelate potrebbero ridurre il brivido della nostra eccitazione al riguardo e, soprattutto, l'intensità e la forza cui quest'ultime verrebbero concepite.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione