Recensioni Al servizio di Adolf Hitler

  • User Icon
    04/04/2019 09:07:21

    Giudico questo libro da due punti di vista. Il primo come un romanzo d'amore su sfondo fine II guerra mondiale che soddisfa il lettore per la storia particolare dei due protagonisti principali, Magda e Karl. Il secondo come saggio storico non soddisfa per una visione, troppo romanzata, degli ultimi avvenimenti bellici. E' pur vero che si ha una idea abbastanza reale di ciò che succedeva nei vari bunker che ospitavano Hitler. Nel complesso si legge gradevolmente.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/02/2019 14:51:18

    Lo sfondo storico è, in generale, rappresentato in modo corretto ed efficace. Si apprezza l'eccellente capacità evocativa dell'autore, soprattutto per quanto riguarda la vita comune e la mentalità dell'epoca . La vicenda sentimentale è di modesto interesse, ma una più accentuata attenzione ad essa non si sarebbe facilmente armonizzata con la psicologia della protagonista e avrebbe indebolito il tema principale. Il dramma è in effetti avvincente. Tuttavia alla fine, quando la protagonista viene proiettata al vertice degli avvenimenti storici, è difficile non restare sconcertati. La forma espressiva , sobria, concreta e cristallina, aderisce molto bene al contenuto. In complesso i pregi dell'opera prevalgono decisamente sui difetti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/04/2018 19:54:54

    Bella la parte storica, scontatissima le vicende che riguardano Magda, Karl e Franz

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    22/02/2018 14:10:15

    se non si considera l'ambientazione storica si potrebbe definire un romanzo d'amore a lieto fine. lettura facile per nulla impegnativa, un lavoro di ricerca storica che vale il massimo dei voti ma non mi sento di definire il libro un capolavoro. il finale poi e' assurdo per questo non posso dare un voto maggiore.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    15/02/2018 10:37:04

    Il libro è passabile in tutta la parte documentaristica cioè quando rappresenta la vita e i luoghi in cui si muove la protagonista, dalla Berghof alla Tana del lupo, al campo di concentramento alla Berlino su cui incombono i Russi per finire al Bunker della Cancelleria. Dico solo passabile perchè non so quanto l'autore si sia documentato e quanto abbia lavorato di fantasia: ma alla fine del testo l'autore espone le sue fonti e una bibliografia che sembrano degne di rispetto.. Non va bene, invece, la parte romanzesca. La storia d'amore dei due protagonisti è fiacca e scontata. Il finale, poi, nel Bunker, è inutilmente grandguigolesco: non c'era nessun bisogno che Magda vi si inserisse a gamba tesa e con tanto di "predica"dato che lla situazione di per sè andava in una sola direzione...

    Leggi di più Riduci