Categorie

Alessandro Mari

Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2013
Pagine: 344 p. , Brossura
  • EAN: 9788807030574

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luisa

    14/07/2016 17.43.25

    TConcordo pienamente con F. È un testo pieno di paroloni, a volte sgrammaticato e dove sono state inserite "a forza" delle licenze poetiche che stonavano con il testo e il contesto. Prolisso fino all'inverosimile: anche un semplice evento viene descritto in pagine e pagine dove le troppe parole, a volte complicate e difficili o inventate, fanno perdere il filo del discorso. Quindi alla fine risulta privo di idee e di contenuti.

  • User Icon

    F.

    29/10/2015 12.25.45

    Il declino della poesia ha avuto due conseguenze: da un lato i poeti pedanti si sono trasformati in prosatori tediosi, dall'altro i prosatori senza talento sono diventati i ridicoli poeti della nostra contemporaneità. "Poco più lontana era la panetteria prediletta dove Rachele rimediava oblunghe sfogliatine alla pizzaiola con cui infrangeva talvolta la dieta blanda che la irreggimentava." Vogliono tutti una corona senza una testa da metterci sotto. Morbo del primo della classe plutocristiana. Provincialismo quacchero della piccola impresa. Termini rombanti, articolazioni snodate, declinazioni minuziose; stati d'animo stati generali stati in luogo; commerci episcopali e laide astinenze. Tutto questo e molto altro, ma idee? Trovatene!

Scrivi una recensione