Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

L' alchimista - Paulo Coelho - copertina

L' alchimista

Paulo Coelho

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Rita Desti
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 11 febbraio 2004
Pagine: 182 p., Rilegato
  • EAN: 9788845210266
Salvato in 7 liste dei desideri

€ 8,00

Venduto e spedito da Antica Libreria Srl

spinner

Disponibilità immediata

Solo una copia disponibile

+ 6,00 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"L'Alchimista" è la storia di una iniziazione. Ne è protagonista Santiago, un giovane pastorello andaluso il quale, alla ricerca di un tesoro sognato, intraprende quel viaggio avventuroso, insieme reale e simbolico che lo porterà fino all'Egitto delle Piramidi. E sarà proprio durante il viaggio che il giovane, grazie all'incontro con il vecchio Alchimista, salirà tutti i gradini della scala sapienziale: nella sua progressione sulla sabbia del deserto e, insieme, nella conoscenza di sé, scoprirà l'Anima del Mondo, l'Amore e il Linguaggio Universale, imparerà a parlare al sole e al vento e infine compirà la sua Leggenda Personale. Edizione speciale per celebrare un milione di copie vendute in Italia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,53
di 5
Totale 142
5
72
4
12
3
11
2
13
1
34
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Alessandra

    24/09/2019 13:15:42

    O si é affini alle corde di Coelho, o non lo si é. Per chi lo é, risulta un libro sí semplice ma che racchiude dolcezza, ingenuità e purezza. Tutte caratteristiche di Santiago, Pastorello andaluso alla ricerca di un tesoro...

  • User Icon

    Lucia

    01/08/2015 21:53:19

    Santiago è un pastore andaluso, che decide di affrontare un lungo viaggio verso le Piramidi d'Egitto alla ricerca di un tesoro. Alla fine del percorso Santiago si trova in possesso di una ricchezza diversa da quella inizialmente agognata: innanzitutto l'amore, ricambiato, per una fanciulla, Fatima. E poi ci sono tutti gli insegnamenti raccolti dalla saggezza generosa dell'Alchimista. In presenza di un sogno da realizzare, di un traguardo da raggiungere, bisogna iniziare il cammino con ardimento: solo così potrà prendere la vita Leggenda Personale di ognuno. "...il tuo cuore si trova là dove si trova il tuo tesoro" dice l'Alchimista. Per un desiderio così forte, capace di catalizzare tutti i pensieri, vale la pena affrontare qualsiasi pericolo o sacrificio. Le parole dell'alchimista sono volte ad esortare Santiago affinché non tradisca la sua Leggenda Personale. Il pastore spagnolo impersona ogni singolo lettore e l'alchimista si rivolge a chiunque si accosti alle pagine di questo libro. L'anima del mondo combatte al fianco di ciascuno che intraprenda il viaggio: "Quando si vuole una cosa, tutto l'universo cospira affinchè si riesca a realizzare il sogno".

  • User Icon

    camilletta85

    21/12/2014 21:54:13

    Difficile mettere insieme una recensione per L'Alchimista di Coelho, ma senz'altro la storia di Santiago non può lasciare indifferenti. Se si accetta la premessa per cui il linguaggio del romanzo è fortemente metaforico (come si affretta ad anticipare nel prologo lo stesso autore), il lettore potrà apprezzare tutta la portata mistica, magica e allo stesso tempo realistica del libro, e non potrà più definirlo una fiaba inconsistente, un racconto evangelico o un libercolo per adolescenti in crisi di identità. La metafora ci permette di rimuovere gli eventuali fastidi e irritazioni che può suscitare il linguaggio di Coelho e vincere le resistenze al suo messaggio. Il messaggio del libro, cioè l'importanza del viaggio e di perseguire i propri sogni, sino a coronare la propria Leggenda Personale, ammetto che possa essere un po' naif ma non è affatto banale: significa che ciascuno di noi deve trovare il senso della propria esistenza, il proprio cammino, abbandonare il porto sicuro per raggiungere il destino più consono alla propria personalità e alle proprie qualità, non importa se re o umile pastore. Il messaggio è di speranza ma non è a costo zero: l'autore lascia intendere che in questo viaggio è possibile anche conoscere un destino di morte e sofferenza, ma almeno si potrà dire di essere morti nell'intento di raggiungere la propria Leggenda. Quando Santiago parla con il deserto, il vento e il Sole e si afferma che l'Universo cospira per far realizzare il proprio destino, a mio avviso bisogna di nuovo pensare alle metafore: il dialogo è soprattutto con la propria voce interiore e i segni sparsi nell'Universo che ci permettono di coronare il nostro cammino sono in realtà tutti quegli incontri di cose e persone, quelle esperienze che, anche se apparentemente negative, ci insegnano qualcosa. Il voto tuttavia non è 5, perché la storia è spesso ripetitiva e un po' troppo ottimistica, togliendo dall'equazione le sfortune che capitano anche ai migliori e più audaci sognatori

  • User Icon

    Travax

    04/03/2013 15:51:47

    a poche pagine dalla fine (me lo "porto dietro" da quasi un anno): che dire? credo non sia il libro adatto a uno come me. linguaggio semplice, ma non scorre. alcuni concetti (anche profondi) ben espressi (in maniera semplice, che è il modo migliore per esprimere i propri sentimenti/ le proprie idee). il tutto condito, secondo me, troppo spesso da una morale troppo cristiana e scontata. fino a pagina 70 il libro parla di un pastore, delle sue pecore e del viaggio alla ricerca di se stessi. alcuni lettori mi danno ragioni, altri mi hanno insultato per questo mio "sunto". i "buoni cristiani" raramente sono anche uomini tolleranti. il mio voto è basso, ma essendo Coelho uno degli autori viventi più grandi (a detta dei più), preferisco pensare che, per il carattere che ho, non sia un libro adatto a me.

  • User Icon

    Marco

    18/07/2012 23:25:05

    Il linguaggio è semplice ma di efficace incisività. Ho disapprovato come alcune citazioni dal Vangelo vengano trasposte e "paganizzate", proponendole come farina del sacco di personaggi diversi da Colui che le ha pronunciate più di 2000 anni fa. Bellissima la parte in cui il giovane protagonista apprende gradualmente il linguaggio del deserto. Finalino un po' puerile - oserei dire - e scontata la scelta degli stereotipati nomi dei personaggi (Santiago, Fatima ...).

  • User Icon

    Elisabetta

    09/06/2011 15:23:25

    melenso, noioso e soprattutto, come molti degli aforismi di Coelho, fastidioso quando sembra voler elargire perle profonde che in realtà sono banali e superficiali.

  • User Icon

    Vito Colotti

    09/03/2011 19:18:33

    Libro molto bello per iniziare a leggere Coelho.Quasi sicuramente il suo migliore.

  • User Icon

    Carminia

    02/03/2011 12:34:32

    Ve lo consiglio, nella biblioteca di ognuno di noi questo libro deve esserci perchè è un ottimo strumento per un'attenta analisi di coscienza

  • User Icon

    Valentina

    13/01/2011 09:22:14

    Credo che si debba saper cogliere il senso più profondo e morale che il libro pone sotto una forma che mi è apparsa, effettivamente, di favola. La lettura scorre comunque piacevole e lo si può leggere tranquillamente in uno o due giorni. Non vedo perchè, però, ne si debba sconsigliare la lettura, anzi.

  • User Icon

    Gigi Pisacane

    11/01/2011 21:38:04

    Libro che ha avuto successo senza meritarlo. Un Coelho al di sotto delle sue capacità sia come storia che come lessico. Noioso

  • User Icon

    Antunes

    08/01/2011 10:20:55

    Assolutamente insoddisfacente. Ma come fa a piacere questo libro? La storia e' banale, il ritmo e' decisamente lento e perfino la scrittura e' chiaramente al di sotto delle capacita' di coelho. Penso che il settanta% delle persone che hanno dato un buon giudizio leggono un libro ogni due anni, il restante trenta e' particolarmente sensibile alle "favole".

  • User Icon

    Daniele

    28/10/2010 16:57:16

    A tutti i detrattori del libro ricordo quanto detto dall'autore stesso....la VERA saggezza è nelle cose più semplici e apparentemente banali...e il difficile è proprio rendersi conto di questo.

  • User Icon

    Caro

    06/10/2009 00:03:50

    Questo è il viaggio dell'anima nelle terre della più profonda conoscenza, un rito iniziatico ed esoterico, capace di arricchire in modo assolutamente "magico". Dedicato a chi ha orecchie per udire e per capire, l'Alchimista sarà in grado di rivelare molto. La grandissima dote di questo libro risiede nel non essere mai pesante, è a mio avviso scritto in modo scorrevole, cullante, coinvolgente. Comunque sia, non meritano parole per descrivere lo stile, il vero BELLO è la trama: fantastica, senza paragone. Scritto ad opera di un genio

  • User Icon

    Alchemist

    09/06/2009 11:27:40

    Scontato...Banale...Retorico...ma chi gli ha dato questi aggettivi cosa ha letto?Questo libro è una delle storie interiori piu imponenti che abbia mai letto,si viaggia con Santiago nel piu profondo dell'animo umano alla ricerca del tesoro che è in ognuno di noi. Coelho non scrive,parla e fa volare anima e mente con ogni parola,leggetelo veramente prima di giudicarlo in modo negativo...

  • User Icon

    Angelo M.

    02/06/2009 19:39:32

    Una meravigliosa favola da leggere tutto d'un fiato..Con qualche bel insegnamento di "vita"... Consigliato...soprattutto durante la pausa estiva!

  • User Icon

    elisa

    01/04/2009 21:46:56

    Il linguaggio e semplice, lo stile è dinamico e morbido. Le metafore sono originali e rendono il racconto ricco di contenuti e di riflessioni profonde sulla vita umana e sulla costante ricerca del "tesoro". Profondo, stupisce.

  • User Icon

    Pier Giulio

    15/03/2009 20:57:14

    Finito in 4 ore ininterrotte... è forse il miglior libro che io abbia mai letto. Ogni capitolo ti costringe ad andare avanti, ti fa seguire il viaggio del protagonista e ti fa venire la voglia di intraprenderlo uno tuo personale è un libro che ti lascia qualcosa dentro e che sicuramente può aiutare ad affrontare la vita, giorno dopo giorno.

  • User Icon

    Federica

    21/01/2009 19:35:06

    Anche se non é il mio genere sono stata molto contenta di averlo letto. Secondo me é un libro che ti insegna tante cose. Per chi non lo avesse ancora letto lo cosiglio. Ne vale proprio la pena.

  • User Icon

    gianni

    08/01/2009 10:04:48

    Libro banale e commerciale. Hemingway < un leopardo è misteriosamente andato a morire presso la vetta del monte più alto d' Africa, Nessuno ha saputo spiegare cosa cercasse il leopardo a quell'altitudine!!!!!. tanti sono alla ricerca del tesoro....Hemingway no!!Si va lontano per cercare qualcosa che non si conosce, che sia il paradiso che sia l'inferno!!!

  • User Icon

    Lemurakkia

    22/12/2008 17:26:48

    E' stato uno dei libri che più ha inciso sulla mia adolescenza. Apre la mente, schiude nuovi orizzonti. Consigliatissimo...

  • User Icon

    Davide D.

    15/10/2008 18:03:53

    Condivido pienamente il pensiero di lo ritiene un romanzo per adolescenti in crisi mistica. Un linguaggio ampolloso e pontificale per narrare una favoletta la cui morale è quella di seguire le proprie aspirazioni personali per raggiungere gli obiettivi che ci si è preposti. E questo ce lo deve dire Coehlo. Chiaramente c'è anche chi vi legge tanti altri insegnamenti e verità, così come molti vedono capolavori in tele stracciate e spruzzate di colore a caso o sculture informi. Da parte mia vedo solo una buona dose di pretenziosità a fronte di un racconto noioso ma, fortunatamente, assai corto.

  • User Icon

    Simone

    27/07/2008 16:42:21

    "Io non vivo né nel mio passato né nel mio futuro. Possiedo soltanto il presente ed è il presente che mi interessa. Se riuscirai a vivere sempre nel presente sarai un uomo felice". "L’anima del mondo è alimentata dalla felicità degli uomini… e quando tu desideri qualcosa, tutto l'Universo cospira affinché tu realizzi il tuo desiderio". "La paura di soffrire è assai peggiore della stessa sofferenza. Nessun cuore ha mai provato sofferenza quando ha inseguito i proprio sogni, perché ogni momento di ricerca è un momento di incontro". Sono alcune delle frasi di cui è intessuto questo splendido libro di Paulo Coelho che mi hanno più colpito. Il viaggio del giovane pastore attraverso il deserto alla ricerca della propria Leggenda Personale, ovvero del senso della propria vita, è poetico e toccante. L'autore con scrittura leggera affronta temi universali quali la ricerca di sé, il destino dell'uomo, l'Amore, la saggezza nei gesti e nelle cose, l'inseguimento della spiritualità che supera la materialità dell'esistenza. "L'alchimista" non risulta affatto un'opera pesante, banale o frivola, come motli hanno detto quando uscì nelle librerie ben 20 anni fa. Anzi, è essenziale per ogni lettore che in un libro, oltre al puro piacere, ricerchi il senso della propria vita attraverso storie semplici ma pregne di significati. Consigliatissimo a tutti.

  • User Icon

    lucia

    12/07/2008 15:03:55

    e si!!! bisogna davvero leggere tra le righe e anche quello che non ce per capire libri di questo livello!!! li troviamo scontati un po' banali .. ma non sara' che invece siamo noi ad essere banali? perche' dovremmo giudicare in negativo quello che un autore vuol trasmetterci.. anche se fatto in modo sbagliato??? almeno ha avuto il fegato di provarci...io trovo sempre qualcosa di bello in ogni libro anche quello piu' noioso..ma leggere di persone che giudicano questo libro in particolare in maniera negativa e' davvero raccapricciante!!!!

  • User Icon

    Cla'

    26/06/2008 21:14:21

    Banale, stucchevole... Niente più di una favoletta pretenziosa... Ma come è possibile che abbia avuto un tale successo? Eppure VERONIKA DECIDE DI MORIRE mi era piaciuto tantissimo...

  • User Icon

    mavis

    25/06/2008 15:51:11

    Un libro da leggere all'interno di ogni singola frase, andando al di là della bella favola che ci propone l'autore, che va in profondità nell'animo umano, per darci un messaggio, che a me sembra: bisogna fermarci ed ascoltare più affondo dentro di noi, ed attorno a noi la natura, la terra che ci circonda e che ci ospita. Cosi era nel passato , dove l'uomo era più in'armonia con se stesso e con il mondo. Abbaiamo perso il significato dei segnali primordiali. Lo coniglio come lettura. E se qualcuno che ha recepito "lo stesso, od un altro significato dal libro", se vi va, scrivetemi.

  • User Icon

    Andy

    21/05/2008 08:53:21

    Chi lo chiama un libro moralista o noioso non ha capito niente. Se ti fermi al fatto che è la storia di un pastore che va in egitto per trovare un tesoro, che alla fine lo trova e torna in spagna ha sprecato tempo a leggerlo. Ma se leggi tra le righe capisci molto, ma molto di più. E non è un libro religioso, è un libro che parla di noi stessi, di quello che abbiamo dentro e non sappiamo tirare fuori. Perché è noioso? Perché è scritto in un linguaggio semplice e basilare affinché lo capiscano tutti? Perché non c'è fantascienza, intrecci amorosi o altro? Imparate a leggere tra le righe, non fermatevi in superficie. è il miglior libro che abbia mai letto. E sì che ne ho letto di libri.

  • User Icon

    Walter

    25/03/2008 17:45:27

    Trovo anche io che sia in alcuni passi scontato e retorico, ma e' comunque doveroso un appluaso agli autori che ricercano e provano a scrivere qualcosa di alto. Poi, come viene detto in questo libro, la crescita avviene soprattutto mentre si percorre la strada e non solo al suo termine.

  • User Icon

    Sire

    24/02/2008 13:12:46

    Concordo con il commento qua sotto.Ho tentato di leggerlo,come ho tentato di leggere altri libri di questo autore sopravvalutato in maniera mostruosa...ma come si fà? Noioso,pretenzioso,inutile.Tenta di farti sognare,ma ogni pagina è un incubo vero e proprio.Tra tutti i libri di Coelho il peggiore,qualora ce ne fosse uno decente.

  • User Icon

    Valentina

    14/02/2008 16:40:49

    raccapricciante. Scontato. Retorico. Il peggiore libro di cui abbia ricordo

  • User Icon

    DAVIDE (FE)

    27/12/2007 16:14:07

    Ho 26 anni e fino a qualche tempo fa leggevo molto. Ora, purtroppo, i tempi della vita e del lavoro prevalgono su quelli da dedicare a se stessi... Condivido l'opinione di coloro che hanno definito questo libro un'opera che si può leggere a molti livelli: probabilmente chi vi cercava la verità assoluta ne è rimasto deluso o più semplicemente lo è rimasto chi voleva attribuirgli un significato che non sentiva proprio. Nei libri, nelle canzoni, nei piccoli e grandi personaggi della storia che sono diventati l'emblema di una generazione molti potranno trovarvi banalità e noia. Dipende dal momento della propria vita in cui si legge un determinato libro, si ascolta una certa canzone o si apprende la storia di un certo personaggio. Ho letto L'ALCHIMISTA quando avevo 16 anni e mi ha cambiato profondamente. Mi ha trasmesso la speranza, il coraggio, la forza, la fiducia in me stesso che in quel momento cercavo disperatamente e non trovavo da nessuna parte... Ancora oggi lo ritengo il mio libro preferito, ma non ho MAI voluto rileggerlo perché so che rovinerei tutto, che ne rimarrei deluso... So che quelle stesse parole, lette adesso, non mi darebbero le stesse emozioni. Concludo dicendo che a mio parere coloro che disprezzano questo libro non sono da bollare né come insensibili né come superficiali, ma spero per loro che esista, da qualche parte, il libro, la canzone o la persona che li possa fare emozionare davvero... Vedo troppa gente della mia età, se non più piccola, che ha smesso di sognare. Anzi, mi correggo, ha smesso di credere nei propri sogni...

Vedi tutte le 142 recensioni cliente
  • Paulo Coelho Cover

    Paulo Coelho è nato a Rio de Janeiro nel 1947. È considerato uno degli autori più importanti della letteratura mondiale. Le sue opere sono state pubblicate in più di centosettanta paesi. Tra i premi ricevuti dall’autore, il “Crystal Award 1999”, conferitogli dal World Economic Forum, il prestigioso titolo di Chevalier de l’Ordre National de la Légion d’Honneur, attribuitogli dal governo francese, e la Medalla de Oro de Galicia. Dall’ottobre del 2002 è membro della Academia Brasileira de Letras. Nel settembre 2007 è stato nominato Messaggero di Pace delle Nazioni Unite. Tra i suoi numerosi libri Paulo Coelho ha pubblicato L’Alchimista (1995), Sulla sponda del... Approfondisci
Note legali
Chiudi