Alcuni no - Ford Madox Ford - copertina

Alcuni no

Ford Madox Ford

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Paola Ojetti
Editore: Elliot
Collana: Biblioteca
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 26 novembre 2015
Pagine: 331 p., Brossura
  • EAN: 9788861929692
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 10,53

€ 19,50

Punti Premium: 11

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Christopher Tietjens, brillante e integerrimo funzionario governativo, ha una moglie, Sylvia, bellissima, infedele e capricciosa. L'arrivo di Valentine, volitiva e brillante attivista per i diritti delle donne, mette in discussione le solide convinzioni su cui si è basata fino a quel momento la vita di Christopher, che subisce il fascino della ragazza, innamorandosene perdutamente. Attraverso la burrascosa relazione che lega i tre personaggi, l'autore ci guida dai salotti dell'alta società fino alle trincee del fronte occidentale in Europa, descrivendo il crepuscolo della società edoardiana. Forte di un durevole sodalizio letterario con Joseph Conrad, Ford ne condivise il suggestivo uso della lingua inglese e la capacità di raccontare lo smarrimento e la fragilità umana e morale dei suoi protagonisti. "Alcuni no" costituisce il primo capitolo della quadrilogia "La fine delia parata", pietra miliare della letteratura inglese, dallo stile moderno e sofisticato, perfettamente attuale nella sua complessità psicologica.
  • Ford Madox Ford Cover

    (Merton, Surrey, 1873 - Deauville, Francia, 1939) scrittore inglese. Figlio del critico musicale tedesco Francis Hueffer e di una inglese, nel 1919 assunse il cognome F. Dopo aver collaborato con Joseph Conrad, fondò e diresse per un anno la «English Review» (1908). Fu scrittore fecondo e versatile, sia in prosa che in poesia. È ricordato soprattutto per il romanzo Il buon soldato (The good soldier, 1915) e per Fine della parata (Parade’s end), saga in 4 parti (1924-28) ripubblicata in un solo volume nel 1950. La narrativa di F., particolarmente attenta alla dimensione «tempo» e ammirevole per la sapienza stilistica, non è mai stata popolare. Vi compare, anche se ancora indefinita, la tecnica del «flusso di coscienza», che ritornerà, assai più elaborata, nei romanzi di Joyce. Tra i suoi saggi,... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali