Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Oscar Mondadori -20%
Salvato in 48 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Alla luce del mito. Guardare il mondo con altri occhi
15,68 € 16,50 €
LIBRO
Venditore: IBS
+160 punti Effe
-5% 16,50 € 15,68 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,68 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
16,50 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Librisline
16,50 € + 2,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
La Leoniana
15,71 € + 3,80 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
15,67 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
16,50 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
16,50 € + 8,10 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,68 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
16,50 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Librisline
16,50 € + 2,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
La Leoniana
15,71 € + 3,80 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
15,67 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
16,50 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
16,50 € + 8,10 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Alla luce del mito. Guardare il mondo con altri occhi - Marcello Veneziani - copertina
Chiudi

Descrizione


Una visione del mondo incentrata sul mito per rifondare la civiltà con mente eroica.

«Due vite scorrono in noi parallele: la vita piccola, chiusa nella gabbia dei giorni e dell'ego, e la vita grande, che splende nel mito.»

Il mito è il racconto sorgivo sulla nascita della vita, del pensiero e del mondo, che si esprime nella parola e nel silenzio, nell'arte e nella preghiera, nel gioco, nel canto e nella poesia elementare della vita. Non è verità né illusione, abita su un altro piano: è ordine nella bellezza. Sul mito si fondano la storia, la politica, perfino il cinema e la pubblicità; mitico è l'amore e così l'infanzia. Quando però i miti sono negati, crescono al loro posto idoli e surrogati, come quelli che ci circondano oggi. In questo libro Marcello Veneziani si propone di recuperare la dimensione autentica del mito per porlo al centro dell'esistenza e rispondere così a un desiderio profondo e diffuso di «vita superiore». Dopo la disfatta di religione e filosofia, per compensare lo strapotere della scienza e contendere la sovranità alla tecnica e alla finanza, non resta che affidarsi al «mitopensiero». Senza miti, infatti, la vita non è affatto più libera, più autonoma, più razionale; solo più povera, più insensata, più labile. All'uomo di oggi - scrive Veneziani - «il mito non offre profitti ma fondamenti, non assicura vantaggi ma significati. Dona bellezza, irraggia gli eventi e illumina i volti».
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2017
19 gennaio 2017
160 p., Brossura
9788831726399
Chiudi

Indice

Le prime frasi del romanzo

Il mito è il racconto sorgivo sulla nascita della vita, del pensiero e del mondo. Il mito attesta l’origine e tramanda la fondazione alla luce di un Inizio. In principio era il mito. Il mito è per la storia quel che l’anima è per il corpo. Il mito è la vista ulteriore che trasforma il nostro sguardo e apre altri orizzonti.
Per raccogliere i giorni, i luoghi e la vita in una trama organica e un senso compiuto, nasce il mito. Connessione primaria tra la vita e le stelle, l’uomo e il cosmo, la storia e il destino, il mito è il primo aldilà della mente che si affaccia sul mondo. Gloria dell’inutile e specchio di un destino superiore, il mito è la lettura del mondo che permette alla vita di entrare in un disegno più grande fino a elevarsi a impresa eroica e racconto epico. Il mito crea la leggenda e muove la storia. Alla luce del mito, la vita e la realtà scoprono un’altra genesi, un altro significato e un altro slancio. Il mito è fonte di energia spirituale e genera legami comunitari di intensa profondità. La vita è anche il suo racconto.
Non racconteremo in queste pagine i miti, la loro genesi e i loro intrecci nella storia del mondo. Lo hanno già fatto etnologi e antropologi, storici e archeologi, psicanalisti, sociologi e semiologi, e non vogliamo ripetere cose già dette. Nessuno canterà i miti meglio degli aedi, dei rapsodi, dei bardi. Affronteremo il mito come forma della mente e struttura del pensiero, cardine di ogni civiltà e facoltà potenziale di ogni essere pensante e sognante. Tratteremo del mito in sé e non dei miti come si sono manifestati nel corso dei tempi e nella vita dei popoli. Pensare il mito e orientare la vita di conseguenza è il proposito che anima queste pagine.
Chiamiamo mitopensiero questa nuova e originaria ricerca dell’essere tramite il mito.
È sempre più difficile destare attenzione verso il pensare: è un esercizio via via più desueto, ritenuto sterile e ozioso, sostituito da procedure meccaniche che si riducono a computare moduli prestabiliti per accedere a saperi tecnici e settoriali già formattati. In alternativa al calcolo sono ammessi solo approcci emozionali. Dov’è il mito? Prima dell’inizio, dopo la fine, più in alto. Dal mito al mito, e nel mezzo la vita, la storia, il mondo, il pensiero. Il mito li abbraccia in un cerchio.

Valutazioni e recensioni

4,67/5
Recensioni: 5/5
(3)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Ennior
Recensioni: 5/5

Un bellissimo e interessante saggio sulla potenza simbolica del mito. Veneziani ci conduce in un viaggio sull'importanza e sul valore del mito nella storia dell'uomo attraverso uno stile affascinante e assolutamente coinvolgente.

Leggi di più Leggi di meno
Roman von Ungern
Recensioni: 5/5

Nel panorama culturale odierno, in cui imperversano le fredde ed aride correnti del materialismo e dello scientismo, dove ogni idealità o valore assoluto viene costantemente negato o relativizzato, l'opera di Veneziani appare come una potente voce d'attiva opposizione. L'autore propone infatti il mito quale fonte cui attingere per orientare la nostra vita. Esso è l'origine ed il catalizzatore delle più grandi esperienze umane, la sorgente della conoscenza pre-razionale e princìpio di ogni costrutto metafisico, religioso o filosofico, archetipo da cui tutto si irradia (Kerenyi diceva: "logos in quanto arché") , nonché spinta all'azione ed al superamento di sé stessi. il mito è la dimensione altra della vita, ossia quel substrato che si esprime per mezzo di immagini o suggestioni, in grado di orientare l'uomo verso ciò che questi percepisce come assoluto. Estraneo alla mediazione, alla dialettica e al raziocinio, ma Idea che vuole tramutarsi in comportamento e dunque azione, il mito è per sua stessa natura anti-intellettuale. Con stile aforistico l'autore ci guida quindi alla riscoperta di questa sfera entro noi stessi, gettando una luce nuova sul nostro vissuto passato e futuro, sia come individui, che come comunità. Mentre gli studiosi della materia conosceranno già bene quanto trattato, i meno esperti vi troveranno nuove chiavi di lettura della realtà. L'opera non si dilunga eccessivamente, ma può apparire -in certi tratti- ripetitiva. Veneziani deve aver mirato ad un taglio più divulgativo e diretto (tramite lo stile aforistico) per renderla accessibile ai più. Il libro è corredato da una folta (e sorprendente) bibliografia: fra gli illustrissimi nomi quali Eliade, Kerenyi, Jung, Campbell ed Evola vi si troveranno anche i vari Adorno, Horkheimer ecc. (i marxisti insomma), a testimonianza dell'ampio respiro e del grande lavoro da cui nasce quest'opera.

Leggi di più Leggi di meno
alida airaghi
Recensioni: 4/5

Con uno stile spesso aforistico, ricco di sentenze gnomiche e metafore liriche, l’autore intende celebrare una struttura teoretica che ha caratterizzato la forma mentis dell’umanità a partire dalle sue origini. Non tanto, quindi, una rassegna dei miti, antichi e contemporanei, che hanno fecondato le letterature mondiali, quanto un’approfondita riflessione sulla natura e sull’essenza del mito come fondamento e radice dell’immaginario universale. Se «la nostra epoca è contrassegnata da fenomeni di seconda mitologia», falsi miti quali il successo economico, la forma fisica, il sesso ridotto a libido, l’astrologia, l’occultismo, il cinema, la pubblicità, l’ideale di purezza e genuinità (nei rapporti sociali, nell’alimentazione, nell’ambiente), Veneziani è ferocemente critico riguardo ad essi. «Nella società cieca, priva di visione del mondo, la prospettiva di ciascuno è nella sua feritoia o nel suo campo d’accesso alla rete… Mille visioni del mondo, private, superficiali e cangianti, a cui votare la solitudine di spettatore». In questa desolante prospettiva solipsistica di mancanza d’interesse per la comunità e per i suoi bisogni non solo materiali, l’unica universalità rimasta in ogni latitudine del globo è quella della tecnica, delle merci, della finanza, dei media. Spetta allora forse al mito, alla sua rifondazione e riscoperta, offrire agli esseri umani nuova linfa vitale e sostegno, volontà di tornare alle origini del pensiero. Esso è l’unica immortalità concessa ai mortali in vita, capace di trascendere le situazioni presenti, predisponendo alla bellezza e al dono, al sacro e al divino, senza diventare dogmatico, prescrittivo, didascalico come molte fedi religiose o ideologie politiche. «La civiltà avrà un futuro se riprenderà a “mitificare”, ossia a generare simboli, riti e racconti e a proiettarli nell’avvenire. Viceversa la decadenza si farà estinzione. Non c’è aspettativa di vita senza proiezione, senza trascendere il momento in corso».

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,67/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(1)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Marcello Veneziani

1955

Marcello Veneziani è uno scrittore italiano che ha dedicato all’Italia molte sue opere, articoli, mostre e convegni. Ha fondato e diretto riviste e scritto su varie testate, da «il Giornale» a «Libero», dal «Corriere della Sera» a «la Repubblica» e «il Messaggero». Al «Giornale» fu chiamato da Indro Montanelli e poi da Vittorio Feltri. Tra i suoi ultimi saggi: Anima e corpo (Mondadori, 2014), Ritorno al Sud (Mondadori, 2014), Un'ora d'aria. Sessanta racconti minuti (Avagliano, 2015), Lettera agli italiani. Per quelli che vogliono farla finita con questo paese (Marsilio, 2015), Alla luce del mito (Marsilio, 2017), Imperdonabili. Cento ritratti di maestri sconvenienti (Marsilio...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore