Categorie

Giulio Guderzo

Editore: Il Mulino
Collana: Fuori collana
Anno edizione: 2002
Pagine: 854 p.

10 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Guerra e difesa - Guerra e operazioni di difesa

  • EAN: 9788815088109

Frutto di un impressionante lavoro di raccolta e cernita di dati, documenti, testimonianze, e di uno spoglio bibliografico robusto, il libro celebra una ricerca e una riflessione probabilmente avviate nel momento stesso in cui i fatti di cui si narra ebbero conclusione. Oramai quasi sessant'anni separano l'autore e i lettori dalle vicende che tra il settembre del 1943 e la primavera del 1945 coinvolsero l'Italia occupata, segnando storia e percorsi di un paese che usciva da vent'anni di antipolitica e qualunquismo. In ottocento pagine intense e partecipate, animate da uno spirito inusuale per un saggio di storia locale, che pur si sforza di mantenere il rigore metodologico prescritto alle sintesi, il gioco dei ruoli si svolge intorno a quattro figure: gli occupanti tedeschi, i neofascisti della "repubblichina", i partigiani e la popolazione. Intorno ad esse, e in quello che è l'epicentro scenico, la città di Pavia e il suo ambiente geografico e socioculturale, si dipanano complesse e articolate vicende, la cui natura supera il dato immediato della soggettività, assurgendo a epitome di una storia ben più grande, quella di una comunità nazionale che sceglie e che si divide sulla scorta ora del caso e ora della consapevolezza. Da leggere dopo aver rivisto il film dei fratelli Taviani La notte di San Lorenzo.

Claudio Vercelli