L' altra verità. Diario di una diversa - Alda Merini - copertina

L' altra verità. Diario di una diversa

Alda Merini

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Collana: Contemporanea
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 7 marzo 2007
Pagine: 158 p., Brossura
  • EAN: 9788817065351

19° nella classifica Bestseller di IBS Libri Classici, poesia, teatro e critica - Storia e critica - Poesia e poeti

Salvato in 533 liste dei desideri

€ 8,55

€ 9,00
(-5%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

L' altra verità. Diario di una diversa

Alda Merini

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' altra verità. Diario di una diversa

Alda Merini

€ 9,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' altra verità. Diario di una diversa

Alda Merini

€ 9,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 9,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un alternarsi di orrore e solitudine, di incapacità di comprendere e di essere compresi, in una narrazione che nonostante tutto è un inno alla vita e alla forza del "sentire". Alda Merini ripercorre il suo ricovero decennale in manicomio: il racconto della vita nella clinica psichiatrica, tra elettroshock e autentiche torture, libera lo sguardo della poetessa su questo inferno, come un'onda che alterna la lucidità all'incanto. Un diario senza traccia di sentimentalismo o di facili condanne, in cui emerge lo "sperdimento", ma anche la sicurezza di sé e delle proprie emozioni in una sorta di innocenza primaria che tutto osserva e trasforma, senza mai disconoscere la malattia, o la fatica del non sentire i ritmi e i bisogni altrui, in una riflessione che si fa poesia, negli interrogativi e nei dubbi che divengono rime a lacerare il torpore, l'abitudine, l'indifferenza e la paura del mondo che c'è "fuori".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,64
di 5
Totale 22
5
15
4
6
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    sara

    04/08/2020 14:55:18

    un diario travolgente..una volta iniziato ci si stacca solo a lettura ultimata

  • User Icon

    Lauretta

    10/07/2020 18:50:06

    Una poetessa che viene finalmente onorata solo dopo la sua morte. I suoi intensi scritti, lo spirito arguto dei suoi aforismi, la struggente bellezza delle poesie sono un dono immenso. Dal dolore, dall'abbandono e dalla solitudine Alda ha fatto nascere qualcosa di irripetibile.

  • User Icon

    carla

    14/05/2020 20:55:05

    uno dei diari più travolgenti, dovete leggerlo

  • User Icon

    le

    14/05/2020 20:45:45

    ormai ho perso il conto di quante volte io abbia letto questo diario, travolgente, sotto ogni aspetto. consigliatissimo!

  • User Icon

    bibliotecadigitale

    11/05/2020 15:42:59

    Questo libro è stato letteralmente un pugno allo stomaco. Credo fermamente che per certi libri non servano parole e solamente chi abbia passato lo stesso dramma possa comprendere fino in fondo cosa si provi a stare rinchiusi in un manicomio per dieci anni, a vivere attaccati ad un letto sotto l’effetto continuo di farmaci. Un’esperienza di vita che ti segna indelebilmente per tutta l’esistenza. È il primo libro della Merini che leggo e sicuramente recupererò altri suoi scritti, però a piccole dosi. La sua è una scrittura che ti spacca dentro!

  • User Icon

    Maria Teresa

    11/05/2020 12:54:54

    Il racconto in prima persona della tremenda esperienza del manicomio e la voglia di vivere nonostante tutto. Alda è capace di condividere con il lettore intense emozioni, ma anche tutta la sua forza e al contempo la sua fragilità. Una donna forte e fragile allo stesso tempo che ci consente di riflettere sulla sottile linea tra normalità e pazzia. Assolutamente consigliato

  • User Icon

    Giulia

    09/05/2020 22:09:57

    Vero, forte, crudo, triste; ecco come descriverei questo libro, l’ho letto in un giorno e alla fine mi sono sentita molto vicino all’autrice, complimenti!

  • User Icon

    Silvia

    18/02/2020 16:18:36

    Un libro triste e drammatico in cui emerge tutta la sofferenza di questa donna e scrittrice straordinaria. Dietro ogni ombra e disperazione c'è sempre la luce uno spiraglio di sole.

  • User Icon

    v

    08/02/2020 03:49:34

    Ottimo libro e ottima scrittrice. Consigliatissima.

  • User Icon

    ornella

    30/10/2019 22:20:27

    Libro favoloso. L'ho ricevuto in regalo e l'ho apprezzato molto di più dopo averlo finito. Una grande donna.

  • User Icon

    Liliana

    23/09/2019 04:35:57

    Nonostante sia superficiale e inconcludente valutare con un punteggio un libro cosí, voglio dare il massimo possibile. Queste pagine raccontano una storia vera, filtrata dalla lente della sensibilità visionaria e dell'esperienza in parte agghiacciante e in parte quasi mistica di Alda stessa. Non é una lettura facile o leggera a causa dei contenuti che, essendo fatti reali, lasciano il lettore in uno stato di angoscia anche a lettura terminata. É il racconto di cosa accadeva nei manicomi. Non nel Medioevo. Parliamo degli anni '60! É terribilmente ancora tanto vicino a noi dal punto di vista cronologico, tanto da rimanere esterrefatti sapendo che nell' era moderna si commettessero ancora queste atrocità. Il malato psichiatrico non riceveva cure adeguate e spesso veniva abbandonato anche dai parenti. L'intensità delle memorie di Alda ce la fa sentire quasi vicino, come se ci stesse parlando faccia a faccia, raccontando e mettendo a nudo se stessa. Sí, perché, per ricordare e riportare alla memoria quegli anni terribili, ci vuole una forza d'animo immensa. Se vi interessa questa tematica vi consiglio di leggere anche Le Libere Donne di Magliano di Mario Tobino.

  • User Icon

    Francesca

    20/09/2019 20:57:53

    Approccio molto forte alla malattia mentale. Poetessa e scrittrice intensa e geniale che ha vissuto in prima persona le sofferenze provocate da disturbi psichiatrici. Si intravvede sempre una luce, anche nei passaggi più crudi.

  • User Icon

    Alessio

    20/09/2019 16:22:16

    Un libro bello e triste, da leggere assolutamente.

  • User Icon

    Simona

    19/09/2019 18:19:19

    Solo una parola per descrivere la Merini: immensa. Il suo modo di scrivere ti colpisce dritto al cuore. Unica. Stupendo libro

  • User Icon

    cinzia

    17/06/2019 13:57:38

    È un libro particolare che spiega bene la vita in manicomio, però l'ho trovato un po' troppo ripetitivo , nonostante le tre stelle che ho dato lo consiglio.

  • User Icon

    Valentina

    06/03/2019 21:24:55

    Non ho parole per esprimermi. Fantastico.

  • User Icon

    Simonetta

    05/03/2019 11:41:09

    Consegna precisa.\nL'esperienza di Alda e' toccante e riesce a far entrare il lettore in un mondo sconosciuto ai piu'

  • User Icon

    Alessio

    05/12/2018 07:24:08

    Libro breve ma scritto molto bene. L'autrice ci fa capire l'orrore che regnava in ambienti come quello dei manicomi.

  • User Icon

    akuma54@hotmail.it

    30/11/2018 17:09:39

    Testo molto profondo e ricco di sentimento. Invito ad una lettura...centellineta..riflessiva.

  • User Icon

    Silvia

    18/09/2018 19:37:36

    Credo che sia il libro più bello della Merini. Di una lucidità unica ma al contempo cruda e veritiera. Consigliato.

Vedi tutte le 22 recensioni cliente
  • Alda Merini Cover

    Poetessa italiana. Ha esordito nel 1953 con La presenza di Orfeo seguito da Paura di Dio (1955), Nozze romane (1955), Tu sei Pietro (1961). Dopo un ventennio di silenzio segnato da una dolorosa malattia e dall’esperienza dell’ospedale psichiatrico, è tornata alla scrittura con L’altra verità. Diario di una diversa (1986), racconto in prosa dell’esperienza manicomiale. Con La terra santa (1984) il vissuto tragico si riversa nella poesia, evocando una realtà deformata dentro cui si muove una sensibilità acuta e sofferta. La produzione successiva s’impone per la sua densità visionaria e per la sensualità impetuosa, che raggiunge un’intensità quasi mistica (Testamento, 1988; Vuoto d’amore 1991; Ballate non... Approfondisci
Note legali