Categorie
Traduttore: C. Belliti
Editore: E/O
Anno edizione: 2015
Pagine: 345 p., Rilegato
  • EAN: 9788866325734
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,42

€ 9,90

Risparmi € 1,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Anna

    17/07/2017 10.18.27

    Libro letto anni fa che recensisco con molto piacere. Un piccolo capolavoro, per il tema trattato e per come sono delineati i personaggi. Mi piacque, e mi piace ancora, il fatto che la figura del serial killer fosse assolutamente in secondo piano rispetto ai sentimenti di Susie che ha lasciato prematuramente questo mondo, e il mondo familiare e di amici che le girava intorno da viva e al quale ora gira intorno lei. Originale, commovente, pieno di amore senza essere sdolcinato, questo libro insegna l'arte del perdono e della riconciliazione con la vita nonostante il male subito. Assolutamente da leggere.

  • User Icon

    vinnyrasky

    29/04/2017 10.28.41

    Amabili resti è un libro scritto in prima persona da una ragazzina assassinata. La prima parte del libro scorre in modo piacevole. Non si tratta di un giallo in cui scoprire l'assassino in quanto già palesato; neppure si tratta di un noir in quanto la protagonista narra le vicende mai in toni scuri e ombrosi, ma con un tocco di leggerezza che è senza ombra di dubbio l'aspetto positivo del libro. La seconda parte presenta invece alcuni episodi poco convincenti e alquanto banali. Uno su tutti la scena in stile Ghost che poteva benissimo essere tralasciata. Nel finale la scrittrice chiude il cerchio in chiave di speranza, tendendo un tantino al scontato lieto finale, raccontando però frettolosamente la fine che aspetta all' aguzzino. Nel complesso un libro con un'ottima idea di partenza, ma che talvolta non è stata sviluppata nel migliore dei modi.

  • User Icon

    angelo

    15/07/2016 15.55.41

    Ingredienti: un delitto crudele in un paese tranquillo, l'anima dell'uccisa che osserva e descrive gli eventi, un serial-killer in continua fuga, famiglia e amici della vittima a comporre un fitto mosaico di eventi e relazioni. Consigliato: a chi cerca storie narrate da una prospettiva insolita, a chi vuole un giallo dalle tinte delicate e dalle sfumature rosa.

  • User Icon

    Melissa

    08/04/2016 11.27.44

    Il mio voto a questo libro è un 7meno. E' scritto molto bene, scorrevole, ma l'autrice a mio avviso si perde molto nella seconda parte del romanzo. I primi capitoli sono bellissimi, molto commoventi, tanto che gli ho divorati subito. Ma poi? Tutto svanisce e non si capisce più dove vuole andare a parare chi l'ha scritto. I personaggi sono ben caratterizzati (personalmente ho odiato Abigail, la mamma, per il suo comportamento) ma ce ne sono troppi, alcuni inutili. L'episodio del ritorno sulla Terra di Susie a dir poco grottesco!!! Non c'entra nulla con tutto il romanzo...ma perché l'autrice ha fatto questa scelta? Mah. Un finale un po' frettoloso.

  • User Icon

    Elena

    03/04/2016 20.50.06

    La cosiddetta 'narrativa contemporanea' non è il mio genere preferito, ma ho provato a leggere questo libro sulla scia di qualche entusiastica recensione ed incuriosita dalla trama, che mi sembrava interessante. Purtroppo a me non è piaciuto, mi sono annoiata parecchio (continuavo a scorrere le pagine successive, segno evidente, per me, di scarso coinvolgimento). La storia è piena di luoghi comuni, il finale è stato ai limiti del grottesco, molto frettoloso. Sono proprio delusa.

  • User Icon

    silvia

    09/12/2015 14.20.49

    Ho apprezzato "Amabili resti" perché la sequenza narrativa scorre in modo originale, invece di seguire un ordine cronologico i fatti si addensano spontaneamente dando forma alla storia, proprio come avviene quando si racconta a voce, mentre di solito il passaggio alla parola scritta comporta una riorganizzazione che toglie naturalezza all'esposizione. L'ho letto senza preconcetti, non sapevo che nonostante il successo fosse stato impietosamente bollato dalla critica come zuccheroso e stracarico di sentimentalismo spicciolo. Probabilmente per cogliere gli aspetti positivi di questo romanzo non occorre interpretarlo troppo alla lettera, basta leggerlo come si farebbe con una favola ben scritta, lasciandosi trasportare dall'equilibrata maestria di uno stile armonioso. L'escamotage dell'io narrante ultraterreno fornisce il distacco necessario a trattare un tema difficile e nel contempo ci fa percepire l'energia preziosa della quale siamo spesso inconsapevoli: "... l'abbandono dell'essere vivi, la luminosa e buia pena dell'essere umani, l'andare avanti a tentoni, brancolando negli angoli per poi aprire le braccia alla luce in un continuo attraversare l'ignoto." Chi trovi retorica questa citazione, farà volentieri a meno di leggere il libro in questione, comunque, al di là del macrotema, è nel tessuto sottile della quotidianità, nella rappresentazione della realtà fatta di istanti autentici, che si manifesta il punto di forza di un'opera valida anche concettualmente, l'autrice fornisce infatti un motivo appetibile per rinunciare alle eterne lusinghe della vendetta: avere di meglio da fare. Il film rispecchia tutto ciò solo sul piano formale, ma non rende giustizia alle sfaccettature del contenuto.

  • User Icon

    Serena

    23/11/2015 13.27.09

    Uno dei miei libri preferiti in assoluto, emozionante, commovente come pochi. Forse l'autrice non si è più ripetuta a questi livelli.

  • User Icon

    betty

    23/09/2015 13.46.58

    Premio l'originalità di questo libro, anche se non mi sento di dare più di 3 e 1/2 come voto. ci sono stati momenti della lettura in cui mi sono immedesimata nei personaggi e mi sembrava tutto così reale e tanto coinvolgente, ma alla fine la razionalità ha avuto il sopravvento e ho valutato il libro per quello che è...carino indubbiamente ma tanto tanto fantasioso. Ad ogni modo lettura consigliata.

  • User Icon

    Marcello

    27/05/2015 00.07.29

    Ho appena finito di leggere questo libro! stupendo! uno dei libri più belli che io abbia letto! molto toccante! Mi ha fatto pensare molto ad una persona cara che è andata via da poco, mi ha colpito molto! stupendo!!!!!

  • User Icon

    Marcello

    26/05/2015 23.59.10

    Ho appena finito di leggere questo libro! stupendo! uno dei libri più belli che io abbia letto! molto toccante! Mi ha fatto pensare molto ad una persona cara che è andata via da poco, mi ha colpito molto! stupendo!!!!!

  • User Icon

    Simone

    19/05/2015 18.07.00

    Bello e commovente. Pochi libri mi hanno commosso e questo ci è riuscito.

  • User Icon

    Serena

    20/02/2015 21.15.27

    L'idea di base non era male. Voce narrante è una ragazza fantasma di 14 anni che viene uccisa da un suo vicino considerato un pò strano, il Signor Harvey. Dal suo Cielo può vedere tutto ciò che accade sulla Terra, al suo assassino,ai suoi cari, amici e conoscenti, ma non può intervenire direttamente, solo mostrarsi ogni tanto. Per tutto il romanzo si spera che questa famiglia abbia giustizia e che questa ragazza trovi pace anche nel suo Cielo. All'inizio ho anche pianto, ma dalla metà in avanti il romanzo diventa ripetitivo e anche noioso, la storia poteva essere sviluppata meglio in modo più accattivante. Il lato positivo è che offre una sua risposta alla vita dopo la morte senza spaventare o suscitare pietà.

  • User Icon

    giuli

    28/01/2015 13.01.30

    Non sono riuscita afinirlo!!!!

  • User Icon

    Monica

    18/02/2014 14.13.13

    Le aspettative erano maggiori, anche perchè il film mi era piaciuto molto. Il libro l'ho trovato un po' distante rispetto ai miei gusti, ma ammetto che potrebbe essere un'impressione del tutto personale.

  • User Icon

    ilaria

    02/01/2014 12.03.15

    questo libro non mi ha esaltato più di tanto, pensavo sarebbe stato più emozionante come lettura. è abbastanza noioso in alcuni punti e certi monologhi della ragazza sono inverosimili perchè usa concetti e parole che sono completamente al di fuori della portata di una quattordicenne. inoltre ho avuto l'impressione che il libro volesse a tutti i costi commuovere il lettore, senza però riuscirci. mi è piaciuto tuttavia il finale e dopotutto la lettura è stata abbastanza scorrevole. Magari il film mi piacerà di più...

  • User Icon

    teresa

    05/12/2013 13.23.21

    di una noia mortale, piatto, lento e monotono.

  • User Icon

    Sophie

    20/10/2013 09.32.09

    Un libro stupendo!! Fin dalle prime pagine mi ha emozionata e incuriosita al punto che l'ho letto in 2 giorni... è sicuramente un libro da consigliare!!

  • User Icon

    alice termine

    17/03/2013 18.00.20

    Il primo libro che mi ha commosso sul serio. Sebbene la trama sia agghiacciante (una ragazzina stuprata, uccisa e smembrata) Susie riesce a raccontare il tutto con ironia e con spirito, riuscendo a riconciliarsi del tutto con la realtà quando la sorella Lindsey, dieci anni dopo il delitto, dà alla luce una bambina ("per me, Susie piccola") di nome Abigail Suzannne. Brava e ancora brava ad Alice Sebold

  • User Icon

    Federico

    16/03/2013 20.20.11

    Anch'io son partito prevenuto su questo libro, come tutti quelli che in precedenza gli hanno attribuito voti bassi. Non è la prima volta che leggo un romanzo simile (Ricordati di me di Cristopher Pike è a dir poco identico, almeno dal punto di vista dello spunto iniziale), quindi mi aspettavo un giallo, e niente altro. L'autrice ci sommerge di banalità? Bene, l'ho trovata poetica, in alcuni punti. La scena in stile Ghost fa pena? Vero, ma non l'ho neppure notata. La morte dell'assassino è patetica? Idem come sopra. Mi sono perso nello stile spensierato con cui la vittima racconta tutto quel che vede, e non ho visto altro. Se avessi visto, il voto sarebbe stato molto più basso.

  • User Icon

    Gabriella

    19/11/2012 10.20.39

    Ho letto questo libro tutto d'un fiato in un due giorni dopo aver visto il film. Fidatevi, il film non rende giustizia! La scrittrice esplora nel profondo le anime di tutti i protagonisti, dalla famiglia di Susie agli amici e vicini. Ed anche quella dell'assassino dal passato difficile. Il libro parla dell'elaborazione del lutto da parte della famiglia e dell'anima della ragazza che fino a quel momento non riesce a staccarsi da loro. Questa storia non ha un vero e proprio lieto fine, ma i protagonisti rimasti sulla terra riescono poi a ricucire le loro vite, nel bene e nel male, e riportando le loro esistenze ad un nuovo equilibrio. Il racconto scorre velocemente, con alcuni flashback della ragazza (voce narrante) che riprende dei ricordi dal proprio passato per poter spiegare il presente. Una storia così bella che sembra quasi vera. Consigliatissimo.

Vedi tutte le 171 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione