L' amante di Damasco

Rafik Schami

Traduttore: P. Scopacasa
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 17 settembre 2009
Pagine: 503 p., Rilegato
  • EAN: 9788811741114
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Damasco, 1957. La città è ancora avvolta nel grigio mantello dell'alba, quando la diceria comincia a serpeggiare fra gli intricati vicoli del centro storico: Nura, la moglie del calligrafo Hamid Farsi, è scappata. È fuggita con il suo giovane amante Salman, che lavora come apprendista nella bottega del marito. Il loro è un amore impossibile e pericoloso. Non solo perché lei è sposata ma soprattutto perché a dividerli è la religione: lei è musulmana, lui è cristiano. Eppure non sarà questo a fermarli. Non sarà questo a impedire a Nura di ottenere a tutti i costi quello che desidera da anni ormai: la libertà. Figlia di uno sceicco noto e rispettato in tutta Damasco, Nura è stata costretta a sposarsi con l'affascinante e misterioso calligrafo Hamid. Un uomo freddo, che subito dopo la prima notte di nozze l'ha relegata al ruolo di donna di casa, non curandosi più di lei. La sua ragione di vita è l'alfabeto arabo: sono anni che è alla ricerca dell'antico segreto della bella scrittura e il suo sogno è aprire una scuola di calligrafia. L'ha perseguito con tutto sé stesso, nonostante l'opposizione dei fondamentalisti e delle parti più conservatrici dell'ortodossia. Vi ha dedicato tutta la sua vita. Ma ora che è a un passo dal realizzarlo, capisce di aver perso la cosa più importante, Nura. E forse adesso è troppo tardi per ritrovarla...

€ 16,66

€ 19,60

Risparmi € 2,94 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:

€ 10,58

€ 19,60

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    giulia

    18/10/2010 15:38:32

    Bellissimo romanzo, nelle cui pagine ho ritrovato lo stile narrarivo e la malia che mi avevano conquistata ne "Il lato oscuro dell'amore". Un pò lenta la parte finale, ma sicuramente un libro che merita di essere letto.

  • User Icon

    Laura

    09/09/2010 11:25:23

    Ho adorato Il lato oscuro dell'amore e La voce della notte per quella capacità di evocare immagini, di intrecciare trame e dipanare storie. Una trama circolare fatta di richiami, come se le parole fossero fili colorati che sapientemente intessuti, lasciano apparire il quadro finale. Questo libro invece è deludente. La capacità di utilizzare il telaio rimane, ma manca il disegno finale. La trama, che è come un fiume in cui, mano a mano, tutti vari torrenti devono confluire, non c'è, si perde in una selva di sottotrame. Alla fine non si capisce se l'autore voleva narreare la storia del calligrafo, quella della moglie, o quella del giovane apprendista. Tutto rimane abbozzato. Peccato

  • User Icon

    lapo

    05/01/2010 22:38:07

    Gran bel romanzo. Il lettore viene condotto attraverso la fragranza degli aranceti, gli odori aspri degli inchiostri, i profumi delle spezie nei suq di Damasco. In una storia che si dipana fra l’amore tormentato di una donna e quello – ai limiti dell’ossessione – per l’arte della calligrafia araba, alla ricerca della profondità cromatica, della purezza delle linee, della perfezione delle forme. Una ricerca che sarà intralciata dagli scogli del tradizionalismo e che si scontrerà con il fanatismo di inquietanti società segrete. Libro da non mancare.

Scrivi una recensione