L' amico speciale - Luca Guardabascio - ebook

L' amico speciale

Luca Guardabascio

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,12 MB
Pagine della versione a stampa: 314 p.
  • EAN: 9788822733009
Salvato in 7 liste dei desideri

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

A Palermo si può diventare adulti in una notte

Tra i bambini della Tonnara, un quartiere povero di Palermo, Saro spicca per la sua intelligenza. Ha solo dieci anni ma sogna in grande: vuole fare il carabiniere come suo zio Mario, nonostante l’odio che il padre nutre per quell’uomo e per la divisa che indossa. Il migliore amico di Saro, Carmelo, detto ’u Cinese, è un tredicenne affetto da sindrome di Down, che vive in una povera casa insieme alla nonna. I loro giorni trascorrono in strada, tra giochi sotto il sole, le angherie dei ragazzi più grandi e piccoli furti, quando la fame si fa sentire. Finché una sera tutto cambia. In fuga da casa insieme con Carmelo, dopo aver assistito a una scena che lo ha sconvolto, Saro attraversa Palermo in un viaggio che dura una notte. Una notte costellata di incontri con chi inizia a vivere quando cala il buio: un professore costretto a lavori umilianti per pagare i suoi strozzini, una vecchia signora che ormai vive di fronte alle slot machine, una prostituta sola e sfruttata ma capace di regalare affetto ai due ragazzini. E mentre il quartiere si desta, preoccupato per la loro scomparsa, e ribolle per vecchi dissidi esplosi tra i suoi abitanti, Saro e Carmelo si trovano ad affrontare un evento più grande di loro. Una fuga iniziata anche per gioco può avere un epilogo tragico. In una Palermo affascinante e contraddittoria, in cui si stagliano personaggi violenti ma anche figure profondamente umane, la storia di un’amicizia intensa, capace dei gesti più eroici.

L'amicizia tra due ragazzi destinati a diventare troppo presto adulti, tra vicoli, strade e palazzi di una Palermo buia e violenta

«Uno dei romanzi più belli che leggerete quest’anno.»

«Un libro che risveglia il puro piacere della lettura, brillante, originale e sicuramente avvincente.»

«Racconta alla perfezione l’atmosfera del Sud Italia nelle sue varie sfaccettature. Da leggere assolutamente.»



Luca Guardabascio

È un regista e sceneggiatore italiano. Lavora tra l’Italia e gli Stati Uniti e le sue sceneggiature sono tradotte in tutto il mondo. Insegna Storia del cinema italiano in alcune università americane.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,52
di 5
Totale 13
5
9
4
3
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Federico Ninno

    27/03/2020 21:48:54

    Quarto e-book letto della mia vita e prima grande sorpresa. Sì, questo L'amico Speciale, regalatomi da mia figlia in questo periodo di reclusione, è stata la vera sorpresa di queste settimane di clausura. Condivido, in parte, tutti i commenti che mi hanno preceduto tranne quello più critico soprattutto perchè vedo nel romanzo la volontà di raccontare un mondo che è esistito o che esisterà, purtroppo. La situazione primaria in cui la narrazione ci conduce, è qualcosa di estremo e di verosimile e che in me ha creato un sentimento di apprensione ed una vera corsa per arrivare a scoprire la sorte dei protagonisti. Devo ammettere inoltre che il finale è figlio di una grande caratterizzazione e che, purtroppo, può essere una situazione del tutto reale. Io credo che leggere un buon romanzo debba essere una distrazione ed un momento di svago che ci possa condurre in mondi paralleli, simili ma non del tutto uguali al nostro quotidiano. Il risultato è molto credibile ed essendo un siciliano trapiantato in Piemonte, un ex insegnante di Storia e Filosofia ed un discreto lettore, devo confessare che il libro mi ha colpito nell'insieme, nella storia e molto nel linguaggio. Non parliamo sicuramente di Verga, di Pirandello o di Camilleri ma credo che siamo davanti ad un'ottima storia che sa intrattenere e trasmette la giusta dose di suspence con uno stile fresco e ritmato. Lo consiglierei a tutti quelli che amano i piccoli libri e le storie che raccontano del nostro Paese, lo sconsiglierei a quelli che seguono le mode e i mattoni editoriali in cui lo spirito per il commerciabile, almeno a mio parere, non rappresenta quello che io intendo per Letteratura. Complimenti.

  • User Icon

    Dario

    27/03/2020 15:07:25

    Un libro che mi ha fatto viaggiare spensierato per il grande affresco che racconta e mi ha suscitato ansia per la sorte dei piccoli protagonisti. I miei sentimenti sono nati grazie ad una prosa ed un linguaggio garbato e poco invasivo. Un romanzo verista e favolistico che non può essere letto da chi non ha cuore per un realismo magico. Ho apprezzato molto le digressioni, la descrizione di una società sospesa tra il dopoguerra ed oggi, il leggero passo collodiano e deamicisiano in cui ad ogni personaggio, potrebbe schiudersi un mondo a parte. E' un libro che mi ha fatto ritornare alle gioie e ai ricordi della mia infanzia. Do un quattro onesto e meritatissimo solo per la mancanza di speranza che mi ha pervaso sul finale. L'amico speciale è un libro che merita sicuramente una lettura non superficiale e un sequel perchè mi piacerebbe sapere cosa ne sarà dei nostri piccoli amici.

  • User Icon

    cinzia

    16/03/2020 21:03:20

    Linguaggio rozzo e sgrammaticato, e non a causa dell'utilizzo del dialetto nei dialoghi, trama inconsistente e basata su presupposti totalmente erronei, quale la possibilità di arrestare un bambino di 10 anni (sic!) o le modalità dei colloqui in carcere. Una delusione davvero totale, a dispetto della suggestiva e commovente presentazione.

  • User Icon

    Marinella

    18/02/2020 16:45:39

    Tenero, semplice, scorrevole, porta il lettore indietro negli anni lasciando in bocca alla fine un sapore dolceamaro

  • User Icon

    Mattea

    20/09/2019 22:44:52

    Difficile essere bambini in una società che ci vuole adulti troppo in fretta. Questo libro è letteratura vera, come non se ne legge spesso. É uno di quei due o tre libri che ogni stagione mi fanno ben sperare. Ad ogni snodo ci si apre un mondo, ogni personaggio resta impresso in maniera indelebile e la forza di Saro, Carmelo, Valeria e Caschello è davvero quella degli 11 anni. Così almeno la ricordo io. Lo consiglio perché è un romanzo che ti resta dentro, cosa che tutti i buoni libri dovrebbero fare.

  • User Icon

    Giò

    16/09/2019 14:20:44

    Una storia avvincente, semplice, colorata, perché fatta di purezza: la purezza di due amici solidali e veri che nella Palermo povera, cercano almeno per una notte, di far avverare i loro sogni. Saro "Napulione" e Carmelo "Il Cinese" conquistano con il loro coraggio, la loro astuzia, la loro ingenuità, perché è vero che alla Tonnara si cresce in fretta ma restano pur sempre dei bambini. Complimenti all'autore, non credevo che il libro mi prendesse così tanto!

  • User Icon

    Roberta

    07/08/2019 10:39:12

    Pochi giorni fa sono entrata nella libreria IBS di via nazionale in Roma e mi sono imbattuta in questo libro che nel titolo ricorda l’amica geniale e forse per questo non ero tentata a guardare ma poi era lì e sentivo che mi chiamava. Per cui presa da qualcosa che non so descrivere ho deciso di leggere la quarta di copertina e poi di acquistarlo. Inutile dire che mi sono subito calata nella storia di Saro e Carmelo quasi fossi io la protagonista e che in tutti i personaggi che si sono succeduti nella loro storia ho ritrovato una parte di me, una parte del mio sud e vissuto un’emozione nuova. Sono bastate poche ore per finirlo. Un libro davvero per tutti, scritto con maestria dall’autore che quasi come dentro un film ti fa vivere le immagini di una Palermo non scontata e a tratti dimenticata da chi non vuole vedere la realtà.

  • User Icon

    Raffaella

    18/07/2019 17:06:02

    Inizio col dire che "L'amico speciale" ha convertito addirittura mia nonna, una ottantenne con qualche diottria in meno, a leggere...e credo che già questo basti ma aggiungo che Luca ha saputo impastare qui la realtà sicula insieme ad una trama avvincente. C'è storia, c'è suspense, si ride e si trattiene il fiato fino all'ultimo capoverso, l'autore ha avuto la capacità di creare un'unica lingua dove l'italiano sposa il siciliano, una grande visione del mondo, quella degli ultimi, quella dei primi, quella di due bambini, Saro che vorrebbe fare il poliziotto ma troppo presto il mondo gli presenta il conto e Carmelo, un ragazzino con la sindrome di down che ci apre la finestra del suo universo, un universo nel quale la letteratura poche volte si è fatta strada. Tra i vicoli di una Palermo tutta da scoprire, che non è il capoluogo turistico da cartolina alla quale siamo abituati, due bambini diventeranno uomini. L'autore ci offre la guida turistica dei sentimenti umani, delle classi sociali, una lente di ingrandimento su un mondo troppo spesso dimenticato.

  • User Icon

    Raffaella B.I.

    18/07/2019 17:04:19

    Inizio col dire che "L'amico speciale" ha convertito addirittura mia nonna, una ottantenne con qualche diottria in meno, a leggere...e credo che già questo basti ma aggiungo che Luca ha saputo impastare la realtà sicula insieme ad una trama avvincente. C'è storia, c'è suspense, si ride e si trattiene il fiato fino all'ultimo capoverso, l'autore ha avuto la capacità di creare un'unica lingua dove l'italiano sposa il siciliano, una grande visione del mondo, quella degli ultimi, quella dei primi, quella di due bambini, Saro che vorrebbe fare il poliziotto ma troppo presto il mondo gli presenta il conto e Carmelo, un ragazzino con la sindrome di down che ci apre la finestra del suo universo, un universo nel quale la letteratura poche volte si è fatta strada. Tra i vicoli di una Palermo tutta da scoprire, che non è il capoluogo turistico da cartolina alla quale siamo abituati, due bambini diventeranno uomini. L'autore ci offre la guida turistica dei sentimenti umani, delle classi sociali, una lente di ingrandimento su un mondo troppo spesso dimenticato.

  • User Icon

    Laura

    14/07/2019 13:20:47

    Ho trovato in questo libro il sogno limpido e tormentato dell'infanzia,il ricordo indelebile di quei pomeriggi al sole, il respiro dell'estate (la gioventù) che non dovrebbe mai finire. L'amico speciale non mi è sembrato solo mera letteratura, a tratti ampia e ridondante,a tratti rapida e quasi sfuggente , così ricca di personaggi da creare infiniti livelli di lettura. Questo è un libro che parla di pedagogia e lo fa nella maniera più diretta possibile ,attraverso gli occhi dei bambini che l'autore pare conoscere benissimo. È un romanzo coraggioso e mai buonista, duro e allo stesso tempo luminoso. È un libro che fa venire voglia di comprendere di più i nostri figli e che educa al rispetto per l'infanzia perché quei bambini, un tempo, eravamo noi e un giorno, lo saranno i nostri figli.

  • User Icon

    Salvatore Palermitano

    11/07/2019 14:26:42

    Finalmente il libro di Sarò e Catmelo. Aveco già letto la versione in e-book e finalmente la Newton Compton in una collana di narrativa italiana,la 3.0 , ci regala un piccolo gioiello. Finalmente perché di abati, assassini e serial killer ne avevo abbastanza. L'amico speciale è un libro Italiano a tutti gli effetti,uno dei più efficaci delle ultime stagioni perché parla della nostra terra e delle colpe della nostra generazione attraverso una storia di ragazzini. Spero che l'Amico Speciale abbia un seguito perché affronta vite vere e di periferia e si attesta prima dei ragazzi di Pasolin parlamdo dell' infanziai. il pessimismo da' una spinta verso la speranza è questo è un paradosso non da poco. Se l''Amica Geniale è il capolavoro del marketing e del successo,questo è il capolavoro dei sacrifici e delle sconfitte. L'Amics Speciale è matematica,L'Amico Speciale, letteratura.vera e ne abbiamo tanto bisogno.

  • User Icon

    Andrea

    10/07/2019 00:50:45

    Avvincente. Ho apprezzato molto la scrittura e lo sviluppo del racconto,i suoi personaggi e il contesto in cui la storia si sviluppa. Un romanzo da leggere e un autore da seguire

  • User Icon

    Franco Stop

    05/07/2019 15:35:11

    Tenero, romantico , verissimo e mai banale. Sì legge in poche ore e affonda nei pensieri come coltello nel burro. I personaggi ti tornano alla mente perché in questi piccoli palermitani è nascosta una parte di tutti noi. Spero di poter leggere ancora di Sarò, Caramelo e dei ragazzi della Tonnara. Lo consiglio.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente
Note legali