Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Stripe PDP Film
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Amnesia (DVD)
20,00 €
DVD
Venditore: Areavintage
20,00 €
Disp. immediata Disp. immediata (Solo 1 prodotto)
+ 4,90 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Areavintage
20,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Areavintage
20,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Amnesia (DVD) di Gabriele Salvatores - DVD
Chiudi
Amnesia (DVD)
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


IA Ibiza si incrociano i destini di vari personaggi. Sandro, cinquantenne regista di film porno, deve nascondere la sua professione a sua figlia Luce, di diciassette anni, che piomba nella sua vita all'improvviso. Il suo migliore amico, che gestisce un bar sulla spiaggia, ha trovato in una valigetta 4 quattro chili di cocaina con i quali crede di poter cambiare la sua vita. Xavier è il capo della polizia dell'isola e, dalla morte della moglie, non riesce ad andare d'accordo con il figlio ventenne, Jorge.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2002
DVD
8010020091980

Informazioni aggiuntive

Medusa Home Entertainment, 2012
Medusa Home Entertainment
120 min
Italiano (Dolby Digital 5.1)
Italiano per non udenti
1,85:1

Valutazioni e recensioni

3,71/5
Recensioni: 4/5
(7)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(3)
3
(3)
2
(0)
1
(0)

Recensioni pubblicate senza verifica sull'acquisto del prodotto.

SIMONA
Recensioni: 4/5

Molto gradevole. Bell'intreccio. Molto bravi gli attori, su tutti Sergio Rubini, fantastico come sempre, ma anche un Abatatantuono in splendida forma e un Bebo Storti grande caratterista. Brava anche la Martines che mi ha sinceramente sorpresa.

Leggi di più Leggi di meno
Simone
Recensioni: 5/5

Davvero un bel film. Ottima interpretazione di Rubini che si sta imponendo come uno dei più talentuosi attori del panorama cinematografico italiano.

Leggi di più Leggi di meno
Antonio
Recensioni: 4/5

Salvatores dirige abilmente un intreccio di storie aventi come comune denominatore alcune problematiche di grande attualità quali la droga,il difficile rapporto genitori e figli,la ricerca di valori importanti che diano un senso alla vita,che lo stesso regista amplifica fino a raggiungere livelli parossistici,quasi a voler lasciare un segno indelebile nello spettatore,affinchè rifletta sulla situazione anche dopo la visione del film.A far da sfondo c'è la discoteca AMNESIA,punto d'incontro dei protagonisti.Tante vicende,collegate tra loro in uno scenario che rasenta l'irreale,quasi grottesche e paradossali,smorzate nella loro drammaticità prima,da esilaranti momenti di allegria da parte di bravi attori del calibro di S.Rubini e D.Abatantuono(anche se è apprezzabile il ruolo della Martinez,sebbene sia di contorno) e,poi,da improbabili inseguimenti e sparatorie che rimandano,caricaturalmente,ai più grandi capolavori di Tarantino e J.Whoo.Importante,in chiave di lettura del film,l'utilizzo del flash back,senza dimenticare la tecnica della frammentazione dello schermo(il dialogo padre e figlia in cui i due difficilmente riescono a comunicare e a capirsi)per rendere al meglio l'introspezione psicologica dei personaggi che,sin dall'inizio e,per gran parte della pellicola,sembrano scivolare,chi più e chi meno,sempre più nel baratro di una grigia esistenza,salvo,riscattarsi,poi,nel finale.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,71/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(3)
3
(3)
2
(0)
1
(0)

Recensioni pubblicate senza verifica sull'acquisto del prodotto.

Conosci l'autore

Gabriele Salvatores

1950, Napoli

Gabriele Salvatores è un regista italiano. Nato a Napoli, è cresciuto a Milano. Diplomato all'Accademia d'arte drammatica del Piccolo Teatro di Milano è tra i fondatori, nel 1972, del Teatro dell'Elfo. Dal musical tratto da Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare nasce nel 1983 il lungometraggio Sogno di una notte d'estate. Nel 1988 da una pièce teatrale con Claudio Bisio, Silvio Orlando e Paolo Rossi, nasce il lungometraggio Kamikazen – Ultima notte a Milano. I primi film di successo sono Marrakech Express (1989), Tumè (1990) e Mediterraneo (1991) Oscar per Miglior Film Straniero, David di Donatello (Miglior Film, Miglior Montaggio, Miglior Suono) e Nastro D’Argento per la regia. Seguono Puerto Escondido (1992), Sud (1993), Nirvana...

Diego Abatantuono

1955, Milano

"Attore italiano. Dopo aver esordito come cabarettista al Derby Club di Milano e con i Gatti di Vicolo Miracoli, viene notato da R. Arbore che lo inserisce nel cast del Pap’occhio (1980). Arrivato al successo nei primi anni ’80 nel ruolo del «terrunciello» in film come Viuuulentemente mia e Eccezzziunale... veramente (entrambi di C. Vanzina, 1982), imprime una svolta alla sua carriera con Regalo di Natale (1986) di P. Avati, in cui mostra pregevoli doti di attore drammatico. Il suo nome si lega poi al successo internazionale di G. Salvatores, per il quale dà vita a estrosi personaggi in Marrakech Express (1989), Turné (1990), Mediterraneo (1991), Puerto Escondido (1992), Nirvana (1997). La sua carriera discontinua alterna convincenti risultati in film d’autore (Il toro, 1994, di C. Mazzacurati;...

Sergio Rubini

1959, Grumo Appula, Bari

Attore, sceneggiatore e regista italiano. Esordisce sul grande schermo come attore alla metà degli anni '80 e nel 1987 è già protagonista di Intensità di F. Fellini. Bruno, fisico asciutto e temperamento nervoso, è perfetto per ruoli sopra le righe a metà tra il comico e il drammatico ma soltanto pochi registi lo sfruttano al meglio: è un fedifrago ossessionato dalla sua ex fidanzata nella commedia Storie d'amore con i crampi (1995) di P. Quartullo, padre immaturo di quindicenni in crisi nel drammatico L'albero delle pere (1998) di F. Archibugi, ansioso divorziato terrorizzato dai dentisti nel surreale Denti (2000) di G. Salvatores. Negli anni '90 tenta con successo la strada della regia e dirige, sceneggia e interpreta le commedie agrodolci La stazione (1990, David come miglior regista esordiente)...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore