Categorie
Traduttore: D. Comerlati
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2012
Pagine: 752 p. , Rilegato
  • EAN: 9788811670476

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Laura

    06/08/2016 19.18.21

    È il primo libro che leggo di questo autore: la trama è affascinante, il gioco di scatole cinesi decisamente accattivante, quindi si legge molto velocemente. Tuttavia credo che il libro avrebbe potuto essere meno fantascientifico, rocambolesco e più semplice e lineare con almeno 200 pagine di meno. La fine mi ha deluso e l'ho trovata arraffazzonata, lontana dagli spunti interessanti che sono comparsi lungo il corso degli eventi e che poi sono stati abbandonati. Consigliato? Ni..

  • User Icon

    simone

    20/01/2016 10.54.51

    Mi capita raramente di lasciare un libro dopo le prime pagine...qui è caspitato. Un Grangè da dimenticare!

  • User Icon

    Federico

    08/11/2015 14.00.31

    Definirlo "messo assieme con lo sputo" é riduttivo. Faccio solo notare che a un certo punto c é un medico che riconosce il protagonista e si felicita di averlo visto... peccato che ufficialmente sia morto.

  • User Icon

    Giuseppe R

    30/06/2014 18.51.13

    "Amnesia" non mi ha dato la scossa di altre opere di Grange, che invece mi sono sembrate di livello eccelso (pur restando dell'ambito della letteratura commerciale). L'idea di fondo è buona e originale, ma il romanzo del suo insieme non mi ha soddisfatto appieno. Tra l'altro ho trovato fin troppi espedienti (coincidenze, casualità) usati dall'autore per incanalare la storia nei binari voluti. Consiglio: La Linea Nera, Miserere, Il Giuramento, Il Volo delle Cicogne. Non consiglio: Il Concilio di Pietra, Amnesia. Voto: 3/5 di stima.

  • User Icon

    ombra

    18/03/2014 14.19.37

    Ho finito di leggere il romanzo,francamente sono rimasto deluso.Dopo un inizio intrigante e coinvolgente,la trama, con il prosieguo della lettura diventa sempre più incomprensibile,fino al punto da non capire se si sta leggendo uno psicothriller o un libro di fantascenza.Per non parlare di come il protagonista riesca ad eludere più volte polizia e killer professionisti,davvero surreale, improbabile. Non faccio commenti sul finale perchè non voglio anticipare niente a chi lo volesse leggere,io non l'ho consiglio.

  • User Icon

    ombra

    06/03/2014 11.15.55

    Devo ancora finire leggerlo, al momento posso dire che l'intreccio è molto interessante per chi come me è affascinato dai misteri della mente. Le fughe del protagonista dalla polizia e dai killer sono un po' rocambolesche improbabili. Se il finale è bello posso anche dare 5/5, per il momento il mio voto è 4/5.

  • User Icon

    EMILIANO VALENTINI

    08/02/2014 15.21.22

    Non vi è un attimo di tregua... e un finale tesissimo, da groppo in gola. Merita indubbiamente il massimo voto.

  • User Icon

    Fred Moll

    05/11/2013 17.00.14

    A me personalmente è piaciuto molto. Uno di quei libri che ti fanno fare le ore piccole. Lo consiglio! [non leggete la trama sulla sottocoperta del libro]

  • User Icon

    Luca 68

    24/10/2013 13.02.48

    Massimo rispetto per coloro che hanno gradito questo libro.Io non ho proprio voglia nemmeno di finirlo.Troppo lungo,troppi giri e rigiri sul filo della psiche umana col risultato di finire noioso. Non mi interessa nemmeno come andra' a finire la storia,ed e' molto raro che mi accada.

  • User Icon

    Luca paoletto

    09/07/2013 14.55.29

    Ecco un thriller psicologico... Ottimo l'inizio, buone idee, che poi con lo scorrere del libro lo rendono un po' inverosimile. Sicuramente da leggere, se piacciono i gialli, il tempo scorrerà velocemente ,anche se le pagine non sono poche... Ma se siete al mare e sotto un'ombrellone... Leggetelo!

  • User Icon

    paola

    07/04/2013 18.01.56

    Bellissimo cocktail di arte,storia, psicologia, psichiatria, giallo, dramma, sentimenti e trucidità in un libro meraviglioso che tiene incollati dalla prima all'ultima pagina.

  • User Icon

    Adam

    26/03/2013 08.59.24

    Un inizio intrigante ma già dopo qualche capitolo diventa molto noioso. Sono riuscito a finirlo con molta fatica. Non lo consiglierei.

  • User Icon

    giorgio

    11/03/2013 18.37.52

    Pessimo. Non so come qualcuno abbia potuto dare più di 1 su 5 a questo libro. Patetico. Scontato banale e scritto male. Sta assieme solo con taaaaaaanto scotch. Personaggi oltre il limite del credibile, particolari inseriti a forza per legarli in seguito per dar un po' di collante, altri persi, incoerenze e il presonaggio principale che dir "fortunatissimo" è poco: dai tutte le coincidenze a favore? e del finale c'è poco da dire. solo poca fantasia. Unica nota positiva i capitoli brevi che aiutano la pesante lettura. Sarò troppo radicale ma leggete altro. Qualsiasi altra cosa. Anche le istruzioni del televisore.

  • User Icon

    Cloe

    07/03/2013 17.40.32

    Peccato. Interessante all'inizio, sempre più deludente la fine. Più che un thriller sembra un libro con racconti al limite della fantasia. Il finale non mi è piaciuto per niente. Poco convincente e molto confuso. Ne consiglio la lettura ma senza alcuna aspettativa.

  • User Icon

    morena

    12/02/2013 22.04.11

    è il primo di libro che leggo di questo autore e mi è piaciuto molto, mi ha tenuta incollata fino all'ultima pagina , ma il finale mi ha un po' deluso. comunque lo consiglio a tutti.

  • User Icon

    Zeno

    03/02/2013 17.35.59

    Sicuramente una storia avvincente,un romanzo che al suo interno contiene più storie, un viaggio nella mente umana e attraverso la Francia. Bordeaux, Marsiglia, Nizza, Parigi, splendide atmosfere narrate egregiamente da Grangé. In alcuni punti forse un po' troppo inverosimile. Finale non all' altezza. Lo reputo comunque un buon romanzo, sempre scorrevole e mai noioso nonostante le oltre 700 pagine.

  • User Icon

    giova84

    02/01/2013 14.29.56

    bel libro, magari un pò lungo ma avvincente...lo consiglio!!!

  • User Icon

    roberto

    13/12/2012 17.00.09

    Di questo autore ho letto molto. Piaccia o non piaccia, bisogna riconoscere che e' un maestro nell'avvincere il lettore con i suoi eccessi (di violenza, sangue, malvagita', ecc) e il suo stile molto visuale, tanto che non stupisce il suo successo nelle trasposizioni cinematografiche. Allafine del libro ci si rende poi conto che gli eccessi causano trame e strutture logiche piene di buchi e situazioni al limite della fantascienza. In conclusione 3 e' una media tra 1 (solidita' della vicenda) e 5 (capacita' di avvincere il lettore).

  • User Icon

    dan

    18/10/2012 19.43.22

    Di Grangè ho letto tutto ed è tra i miei autori preferiti. Purtroppo questa volta, benchè il romanzo sia scritto bene come al solito, la trama è piena di buchi e ci sono episodi importanti che non vengono assolutamente spiegati (ed essendo alquanto inverosimili la spiegazione sarebbe stata più che opportuna). Altri elementi vengono abbandonati come se se ne fosse dimenticato. Il finale è insoddisfacente e il movente del killer debolissimo. Per un autore del suo livello è imperdonabile. Spero sia solo un incidente di percorso e non il segnale di vena in esaurimento. Aspetto comunque il prossimo.

  • User Icon

    angie

    26/09/2012 15.13.15

    bella storia autore interessante unica nota .....trama troppo esplicita( sarebbe stato molto ma molto piu interessante svelare meno)cmq libro consigliato

Vedi tutte le 38 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione