Categorie

Amo. Capitolo I

Artisti: Renato Zero
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Tattica
Data di pubblicazione: 12 marzo 2013
  • EAN: 8034097060380
Descrizione

Il disco è stato registrato traLondra, Budapest e l'Italia, con la partecipazione di grandi musicisti quali Phil Palmer, Celso Valli e Danilo Madonia, già noti per aver partecipato ai precedenti lavori di Renato Zero.Da segnalare la straordinaria partecipazione del mito della musica internazionale Trevor Horn , diventato famoso come produttore tra gli altri di Pet Shop Boys, Frankie Goes to Hollywood, Seal, Tina Turner, Lisa Stansfield, Tom Jones, Paul McCartney, Mike Oldfield, Simple Minds. In particolare, Trevor Horn è produttore artistico e autore di ben 4 brani: Chiedi di me, Una canzone da cantare, Tutto inizia sempre da un sì, Vola Alto.

Disco 1
  • 1 Chiedi di me
  • 2 Una canzone da cantare avrai
  • 3 Il nostro mondo
  • 4 Voglia d'amare
  • 5 Angelina
  • 6 Lu
  • 7 I '70
  • 8 Un'apertura d'ali
  • 9 La vacanza
  • 10 Oramai
  • 11 Tutto inizia sempre da un sì
  • 12 Vola alto
  • 13 Dovremmo imparare a vivere
  • 14 La vita che mi aspetta

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Laura

    30/09/2013 16.27.00

    Renato non si discute, si AMA!!!!!!!!!! L'album più bello? Cattura. Tutti gli altri... Meravigliose poesie.

  • User Icon

    Paolo

    26/07/2013 17.34.26

    Seguo Renato dal 1989, purtroppo questo non è che l'ennesimo album che è rivolto a parlare dei propri ricordi.... Arrangiato molto bene ma privo di brani di spicco e di originalità. Finchè la produzione era affidata alle major si poteva anche pensare ad una influenza nel rendere commerciale il disco, ma adesso ogni scusa è caduta. Chiedi di me: autoriferimenti in stile disco privi di coraggio e fantasia Una canzone da cantare avrai: brano discreto ma troppo simile a "l'italiana" del 1998 Il nostro mondo: brano niente male ma non irresistibile Voglia d'amare: brano leggerino, tipico modo per sfumare le melodie verso note rilassanti, per spezzare il ritmo del disco Angelina: brano intenso, forse il migliore del disco Lu: bella dedica a Lucio Dalla, ma troppo simile a L'assente sempre del 1998 I '70: ennesimo brano dove Renato autocelebra le sue rivoluzioni, e la sua contrapposizione all'inborghesimento comune tra la gente, ma parlare di temi come era solito nel 1989 ai tempi di voyeur non sarebbe forse il miglior modo per evitare questo suo inborghesimento? Un'apertura d'ali: brano pesante, non si po' sentì La vacanza: brano leggero Oramai: il brano sarebbe pregievole, però è troppo piatto Tutto inizia sempre da un sì: buona interpretazione, melodie riprese ancora una volta dai brani del 1998 (amore dopo amore), stavolta da "la grande assente" Vola alto: brano veramente pesante, Renato Serio avrebbe fatto certamente meglio, ma forse Renato Zero non ha ancora capito che non basta dire ai suoi musicisti di comporre come chi dirigendo un'orchestra ha fantasia e capacità compositiva decisamente superiori... Dovremmo imparare a vivere: brano pietoso La vita che mi aspetta: qui Renato clona se stesso, intro copiato a "non sparare" e armonie del tutti simili a "i migliori anni della nostra vita" Quando ti deciderai Renato a riprovare a fare un buon disco con coraggio? Il disco del 1987 "Zero" ne è un esempio, e a noi tuoi veri fan servirebbero questi talent

  • User Icon

    diego

    17/03/2013 05.32.06

    Ci sono degli episodi questo nuovo lavoro che difinirei "lirici" per la bellezza delle parole e della musica come "Angelina" o "vola alto". Sembra nel complesso di vedere tanti quadri con colori e figure ora con tratti forti altri appena tratteggiati ma tutti descrivono momenti diversi della vita di Renato. Bello, da ascoltare attentamente a luci spenta!

Scrivi una recensione