L'amore e la violenza

Artisti: Baustelle
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Warner Music Italy
Data di pubblicazione: 13 gennaio 2017
  • EAN: 5054197508325

18° nella classifica Bestseller di IBS CD - Musica italiana - Pop Rock italiano

Disponibile anche in altri formati:

€ 14,36

€ 16,90

Risparmi € 2,54 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Descrizione

Il settimo album dei Baustelle,12 brani inediti “oscenamente pop, come una bestemmia” come lo ha definito Francesco Bianconi.Prodotto artisticamente dallo stesso Bianconi e mixato da Pino "Pinaxa” Pischetola, “L’Amore e la Violenza” è lontano dalle sonorità di “Fantasma”, e più vicino alle atmosfere dei primi due album del gruppo.

Disco 1
  • 1 Love
  • 2 Il vangelo di Giovanni
  • 3 Amanda Lear
  • 4 Betty
  • 5 Eurofestival
  • 6 Basso e batteria
  • 7 La musica sinfonica
  • 8 Lepidoptera
  • 9 La vita
  • 10 Continental stomp
  • 11 L'era dell'acquario
  • 12 Ragazzina

Piccoli Baustelle crescono. Lo erano già da un po’, ma con L’amore e la violenza riescono a toccare un livello di maturità - morale più che musicale - ancora più alto, abbandonando definitivamente l’analisi dell’adolescenza per guardare orizzonti diversi. I turbamenti sono più complessi, le complicazioni più contorte. Lo sguardo verso la giovinezza è più lontano e il senso di perdita è tangibile. Ma affrontato senza disperazione (“Pensare che la vita è una sciocchezza aiuta a vivere”, canta Bianconi).

Sullo sfondo, ben inquadrato dalla seconda traccia, Il vangelo di Giovanni, ci sono “profughi siriani” e “colpi di fucile”. Un riferimento preciso, come la letteratura contemporanea americana, che inquadra in un qui e ora delle vicende altrimenti inafferrabili. Il disco è baustelliano, nella musica e nei testi. Perché spingersi oltre i propri confini quando si ha la certezza di essere ancora unici, a 20 anni dalla formazione, è un vantaggio in partenza che è bene conservare.

Voto 3/5

Recensione di Matteo Zampollo