Categorie

Emily Croy Barker

Traduttore: S. Reggiani, L. Taiuti
Editore: Giunti Editore
Collana: Fantasy
Anno edizione: 2015
Pagine: 624 p. , Brossura
  • EAN: 9788809771147
Usato su Libraccio.it € 8,64

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Dime

    25/04/2015 22.22.14

    La storia raccontata è strana e singolare, in certi momenti, soprattutto nella prima parte, si è un po' confusi su ciò che sta accadendo e questo rispecchia lo stato d' animo della protagonista, Nora. Inizialmente non capivo bene dove volesse andare a parare, ma andando avanti diventa più chiaro e trovo che il tutto migliori parallelamente al miglioramento della condizione di Nora. Quando la ragazza si rende conto di dove è, di cosa le sta accadendo ed inizia ad abituarsi al mondo in cui è capitata, trovandosi sempre più a proprio agio, anche la vicenda diventa sempre più interessante. Pur parlando di fate e magia si discosta da altri romanzi di questo genere grazie alle sue particolarità, non cadendo nel banale. È ricco di avvenimenti, di situazioni e fasi molto diverse tra loro. Nell' insieme risulta decisamente avventuroso ed imprevedibile. Soprattutto si crea una certa particolare situazione che mantiene in continua attesa di sviluppi. Sviluppi che arrivano solo in parte, infatti rimane ancora molto da dire su questo mondo, su questi personaggi e sulle loro situazioni. Peccato solo che per il seguito si dovrà aspettare un bel po', io già adesso non vedo l' ora, sono troppo curiosa e visto quello che ci aspetta dovrebbe essere ancora più bello e soddisfacente di questo!

  • User Icon

    Franci

    01/04/2015 18.14.59

    La parte principale dove avviene l'incontro con i Faitoren è confusa e accade tutto molto velocemente, ma non fermatevi perché il resto del libro non è così, anzi è molto dettagliato e chiaro, solo che questa prima parte dev'essere proprio così per dar l'idea di ciò che sta provando e vivendo Nora. Il popolo Faitoren sembra riprodurre il mondo dei ricchi nel quale, se si entra per la prima volta, si viene abbagliati dal lusso senza riuscire a vedere magari i lati nascosti presenti e rappresenta l'apparenza e la superficialità, mentre il Nord, a mio parere, ritrae il mondo dei lavoratori e della semplicità, dove le cose bisogna sudarsele. Mi sono affezionata a Nora e al mago Aruendiel, paragonabili per il loro rapporto e per i loro personaggi a Elizabeth e Darcy o la Bella e la Bestia, coppie che amo. Aruendiel, un tempo bello e sorridente, sembra ormai il sosia di Severus Piton a causa di un passato doloroso che si porta dietro. Nora invece ricorda Elizabeth, perché è colta, non si lascia sottomettere ed è intraprendente. Ho percepito l'importanza che l'autrice dà alla cultura e alla letteratura, essendoci riferimenti ai libri come ad esempio proprio Orgoglio e Pregiudizio, incantesimi che servono a non copiare i libri e alcuni eventi importanti che avvengono in presenza di quest'ultimi, ma si può cogliere anche dallo studio che sarà necessario a Nora per salvarsi e per affrontare il lungo periodo in quel mondo. Questi momenti di studio mi sono piaciuti particolarmente, perché ho trovato interessante conoscere ed entrare nei dettagli del mondo della magia: la differenza tra stregoneria e magia, il controllo degli elementi naturali... E' una storia avvincente, divertente, emozionante e avvolta per tutto il tempo anche dal mistero, sia per quanto riguarda il passato del mago sia per ciò che è accaduto a Nora: è morta? com'è arrivata lì? quali funzioni ha l'anello?

Scrivi una recensione