Offerta imperdibile
Salvato in 46 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
Animali simbolici. Alle origini del Bestiario cristiano I (agnello-gufo). Ediz. multilingue. Vol. 1
45,60 € 48,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+460 punti Effe
-5% 48,00 € 45,60 €
ora non disp. ora non disp.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
45,60 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
45,60 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Animali simbolici. Alle origini del Bestiario cristiano I (agnello-gufo). Ediz. multilingue. Vol. 1 - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Animali simbolici. Alle origini del Bestiario cristiano I (agnello-gufo). Ediz. multilingue. Vol. 1
€ 48,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione


La dimensione simbolica degli animali, un tempo corrente e universalmente accettata, ha lasciato traccia nel nostro mondo moderno. Anzi, man mano che la fauna selvatica sparisce dal nostro habitat, sembra quasi che gli animali simbolici tornino sempre più a popolarlo: la colomba rappresenta i movimenti pacifisti, il cavallino rampante è l'emblema di una casa automobilistica orgoglio degli italiani, leoni leopardi lupi e aquile sono adottati dalle più agguerrite squadre di calcio. Ancora oggi additiamo negli animali lo stereotipo di vizi e virtù che contraddistinguono il comportamento umano: il coraggioso è un leone, il vigliacco è un coniglio; la ragazza intraprendente fa la civetta e il maestro chiama asini i suoi studenti. Alla ricerca delle radici remote da cui ha tratto alimento il simbolismo animale scopriamo il ruolo centrale dell'esegesi biblica: a nessuno può sfuggire come, dalla Genesi all'Apocalisse, dal serpente al drago, la Bibbia si apra e si chiuda con una bestia-simbolo. L'opera tratta di animali: non tutti gli animali, è ovvio, ma solo quelli che sono menzionati nella Bibbia e hanno quindi goduto dell'attenzione degli antichi esegeti. La curatrice, di cui è nota la sicura competenza in questo ambito, propone una ricchissima e accurata antologia. Due i possibili livelli di lettura: per informazione e per consultazione. Ciascun capitolo è dedicato a un animale, rigorosamente in ordine alfabetico (il volume arriva fino alla lettera G). Si possono leggere tutti, l'uno di seguito all'altro, o consultarli come voci di un'enciclopedia, a seconda dei propri interessi; si può andare direttamente agli indici, alla ricerca di un autore o una citazione specifica. Ogni capitolo ha la medesima struttura tripartita: un'introduzione traccia brevemente la storia del simbolo animale, seguono i passi antologici suddivisi per simbologie, il corredo di note accorpate a fine capitolo fornisce il necessario complemento di passi paralleli e le spiegazioni più essenziali.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

EDB
2002
1 ottobre 2002
512 p., Brossura
9788810420485

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(2)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(1)
2
(0)
1
(0)
Antonio.F.
Recensioni: 3/5

Libro molto piccolo per dimensioni ma grande per contenuti. Avrei decisamente preferito una copertina rigida e delle immagini, che sicuramente avrebbero esaltato le doti manifeste di questo volume.

Leggi di più Leggi di meno
Renata Semizzi
Recensioni: 5/5

Il testo ha il grande pregio di presentare le fonti, e per giunta in lingua originale, con tanto di repertoriamento scientifico, rendendo il libro utilissimo (quando non indispensabile) anche al pubblico specialista. La traduzione italiana a fronte, tuttavia, insieme alla chiarezza e semplicità esplicative rendono il testo perfettamente (e piacevolmente) leggibile anche da un lettore non specialista. La bibliografia è precisa, le note accurate. Si tratta di un testo di altissimo livello, ma destinato a tutti (pregio raro!) Lo ritengo uno dei migliori lavori del genere, e sto attendendo con impazienza la prosecuzione dell'opera! Per chiunque sia interessato non solo ai bestiari, ma anche alla patrisitica e alla formazione della cultura cristiana nei primi secoli, questo è un testo davvero imperdibile.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Voce della critica

Il "cammino lungo i sentieri millenari dell'immaginario cristiano popolato di simboli e figure zoomorfe" proposto da Maria Pia Ciccarese nel primo di due volumi sugli animali simbolici del cristianesimo delle origini è davvero qualcosa di utile e dilettevole; in esso si intrecciano sapientemente il rigore scientifico di chi ha un'ottima conoscenza della letteratura cristiana antica in lingua greca e latina e la semplicità e la capacità di indirizzarsi con stile piacevole e accattivante anche al lettore che si accosta a un tema come questo per pura curiosità. Gli animali stereotipo di vizi e virtù sono specchio che svela i diversi volti dell'uomo incarnandone i tratti della personalità: chi è furbo è una volpe chi è coraggioso è un leone un uomo ignorante è un asino; un'altra "funzione" degli animali è la loro dimensione simbolica tuttora diffusa e accettata come quella della colomba che rappresenta oggi i movimenti pacifisti. Il lavoro è un'indagine alle radici del simbolismo animale che trae origine dalle antiche interpretazioni allegoriche cristiane dei testi sacri a loro volta eredi della precedente tradizione sia giudaica sia pagana. Il simbolismo antropologico degli animali biblici assume sempre un valore specificatamente religioso attraverso il quale si ritrovano negli animali i vari tipi di fedeli che compongono la Chiesa gli avversari della fede cristiana nonché Cristo e Satana. Nel corso di questo viaggio all'interno del Bestiario dei Padri cristiani sono presentati in ordine alfabetico animali più o meno comuni dall'ape al bizzarro formicaleone tutti menzionati nella Bibbia nella versione greca della Septuaginta e oggetto dell'interesse e del commento degli antichi esegeti. Ciascun capitolo è dedicato a un animale e ripartito in due sezioni: nella prima trova spazio la storia dei significati simbolici attribuiti all'animale in questione mentre la seconda è una raccolta di passi antologici suddivisi per tipologia simbolica. Una caratteristica che emerge fin dal primo capitolo dedicato all'agnello è la polisemia dei simboli animali nel doppio senso per cui uno stesso animale può impersonificare diversi tipi umani (le api sono sacerdoti vergini profeti gli apostoli i fedeli ipocriti e addirittura i persecutori di Cristo) oppure una categoria simbolica può essere veicolata da differenti animali: il diavolo per citare uno dei casi più noti è leone drago serpente e cetaceo. Senza dubbio il grande merito di questo percorso tra i repertori simbolici degli esegeti cristiani dei primi secoli più e meno conosciuti non è solo quello di testimoniare la ricchezza infinita di interpretazioni attribuite agli animali ma quello di mettere in luce come la composizione dei famosi bestiari ed enciclopedie medievali ebbe il terreno preparato da secoli di allegoresi avente come oggetto gli animali. Ripercorrere allora le origini della simbologia animale degli antichi commentatori è essenziale per scoprire la genesi e gli sviluppi dell'immaginario dell'uomo occidentale sul mondo animale ed è tanto più prezioso se si condivide l'espressione di Robert Delort secondo cui fare la storia degli animali è come fare la storia della civiltà.
Mariachiara Giorda

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore