Anime e acciughe. L'aldilà come non l'avreste mai immaginato - Achille Mauri - copertina

Anime e acciughe. L'aldilà come non l'avreste mai immaginato

Achille Mauri

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Collana: Varianti
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 6 aprile 2017
Pagine: 304 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788833929040
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 14,02

€ 16,50
(-15%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Anime e acciughe. L'aldilà come non l'avreste mai immaginato

Achille Mauri

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Anime e acciughe. L'aldilà come non l'avreste mai immaginato

Achille Mauri

€ 16,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Anime e acciughe. L'aldilà come non l'avreste mai immaginato

Achille Mauri

€ 16,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Ma che storia è? Cosa c’entrano le anime con le acciughe? Anzi, come vedremo, con un intero banco di acciughe? C’entrano, perché siamo nell’aldilà. Come non l’avreste mai immaginato, dove tutto è all’insegna della leggerezza.

«Anime, animelle, acciughe e dintorni: in questo libro ho trovato un ricettario metafisico – ma molto terreno – per cucinare al fuoco vivo di ricordi ed emozioni tutto il sapore di una vita che ne contiene mille» - Matteo Baldi

«Per giorni in giro per Milano ho giocato con anime gemelle esercitandomi di già nell’aldiquà» - Carlo Chambry

«Non credo di aver mai letto un libro sulla morte/sul morire di così straripante vitalità» - Ota De Leonardis

«La magia di un libro è che quando lo apri dopo non sei più lo stesso» - Enya Daniela Idda

«Una vertiginosa avventura in un aldilà assolutamente inedito. Con un finale sospeso di immensa poesia» - Anna Miglio

«Ci provano da millenni religioni e filosofie, invano. Achille Mauri ci riesce: leggete queste pagine e dimenticherete la paura. Di cosa? Ah già, della morte» - Maria Pace Ottieri

«Non immaginavo che la morte potesse essere così viva. L’aldilà così vivace e l’eternità così teneramente quotidiana. Una divina sorpresa!» - Filippo Timi

Infatti si chiama aldiquà. C’è Achille... che si sveglia poche ore dopo essere mancato nella sua casa milanese di via Cusani, e comincia subito a dialogare con un trapassato illustre, il maresciallo Radetzky, già inquilino dello stesso palazzo ai bei (per lui) tempi dell’occupazione austriaca… La conversazione continua con le più disparate anime che vagano nei dintorni, e in parecchi altri luoghi, vicini e lontani, in una sfera ultraterrena ma attaccatissima a quella terrena, che il trapassato, giustamente, dalla sua postazione, ribattezza «aldiquà». L’anima di Achille si è trasferita nel garage di piazza San Marco, nella Porsche di amici di uno dei suoi figli, dove da tempo dimora anche il suo gatto Ely. Da qui in poi gli incontri, le storie, e i dialoghi si fanno sempre più fitti... e, ovviamente, surreali. E di storie da raccontare ne hanno tante non solo Umberto Eco o Elio Fiorucci o il maresciallo Radetzky, ma anche altre anime, indicate con il solo nome di battesimo, Marco, Lucrezia... Ma niente paura, il tono degli scambi è in buona parte ironico, spesso comico, addirittura esilarante: si sorride, si ride, e ci si augura francamente che l’«aldiquà» sia davvero così spassoso, così rassicurante, così vario, e i suoi misteri così poco misteriosi. E molto spazio nella storia hanno anche gli animali, che svolazzano a loro volta nell’«aldiquà», dotati di anima. Comprese le acciughe, che nuotano in enormi banchi e che diventano mezzo di trasporto e guida delle altre anime, quelle degli esseri umani.
4
di 5
Totale 9
5
5
4
2
3
0
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Paolo

    17/01/2019 11:23:20

    Un libro, sorprendente , ironico ma pieno di spunti di riflessione: lo inizi e non lo lasci sino alla fine

  • User Icon

    carla

    13/01/2019 19:14:06

    Una storia originale che, però, viene molto penalizzata dalla stesura in forma di dialogo.

  • User Icon

    Federico

    12/01/2019 14:17:25

    Avvincente, emozionante, pieno di spunti di riflessione, mi sono davvero divertito ! Spero tanto ci saràaun seguito. Just loved it !

  • User Icon

    ginsengman

    22/09/2018 04:29:18

    Libro che ho comprato sull'onda di (interessate) recensioni su siti editoriali, senza però prima averlo sfogliato. Demenziale.....abbandonato dopo una sessantina di insulse e noiose pagine. Qualcuno ci ha ho trovato ironia, io solo noia. E'il primo romanzo di Mauri e mi auguro vivamente sia anche l'ultimo: meglio evitare altri sprechi di carta.

  • User Icon

    n.d.

    08/06/2018 16:47:54

    Di recente ho comprato e letto “Anime e Acciughe” da Achille Mauri. Mi ha piaciuto perché e pieno di idee strane, sorprendente e divertente sulla chissà vita nel ‘al-di-la’. Spesso sorridevo, a volte pensavo su aspetti filosofici, anche politici e informazioni letterari. Solamente la fine del libro mi ha deluso un poco. Aspettavo la sveglia nella realtà, nel ‘al-di-qua’, invece un verso infantile,\nCarsten Hinze, Hannover, Germania, hinze.c@t-online.de

  • User Icon

    Benedetta Zelig

    15/12/2017 17:22:29

    Com'è imprevedibile l'esistenza: un attimo prima sei in carne ed ossa nel mondo di sempre, quello che hai imparato ad abitare nel corso di un'intera vita, e un istante dopo sei un'anima che abita un aldilà - che presto diventerà aldiquà - vivace, stimolante e frenetico dove non ci sono limiti di tempo e di spazio, dove tutto è possibile: ritrovare i propri amici e i propri affetti, viaggiare nelle anime altrui e vivere le loro vite, venir scelto come compagno di viaggio da un lucente branco di acciughe. Questa è la prospettiva di esistenza post mortem secondo Achille Mauri, che con il suo romanzo d'esordio stupisce e cattura il lettore offrendosi a lui e raccontandosi con generosità ed ironia. Sono esperienze di vita, pillole filosofiche e umorismo, congenialmente assortiti tra loro a rendere fluida e accattivante una narrazione fatta di solo dialogo, serrata e densa di contenuti arricchenti e stimolanti. Leggendo "Anime e acciughe" finisci, proprio come dice Lucrezia, uno dei personaggi, per voler vivere tra le parole di Mauri. Non appena entri nel mood di pura anima ti lasci trasportare, ti alleggerisci ed impari a vedere il mondo da angolazioni alternative. Si cresce, si riflette, si scopre viaggiando al fianco di Achille e dei suoi stravaganti amici. Si entra in contatto con una realtà che, per quanto da molti possa essere considerata bizzarra, concede a chiunque una speranza. Regalatevi e regalate a chi amate un viaggio catartico, non potrà che far bene.

  • User Icon

    Benedetta Zelig

    15/12/2017 16:22:16

    Com'è imprevedibile l'esistenza: un attimo prima sei in carne ed ossa nel mondo di sempre, quello che hai imparato ad abitare nel corso di un'intera vita, e un'istante dopo sei un'anima che abita un aldilà - che presto diventerà aldiquà - vivace, stimolante e frenetico dove non ci sono limiti di tempo e di spazio, dove tutto è possibile: ritrovare i propri amici e i propri affetti, viaggiare nelle anime altrui e vivere le loro vite, venir scelto come compagno di viaggio da un lucente branco di acciughe. Questa è la prospettiva di esistenza post mortem secondo Achille Mauri, che con il suo romanzo d'esordio stupisce e cattura il lettore offrendosi a lui e raccontandosi con generosità ed ironia. Sono esperienze di vita, pillole filosofiche e umorismo, congenialmente assortiti tra loro a rendere fluida e accattivante una narrazione fatta di solo dialogo, serrata e densa di contenuti arricchenti e stimolanti. Leggendo "Anime e acciughe" finisci proprio come dice Lucrezia, uno dei personaggi, per voler vivere tra le parole di Mauri. Non appena entri nel mood di pura anima ti lasci trasportare, ti alleggerisci ed impari a vedere il mondo da angolazioni alternative. Si cresce, si riflette, si scopre viaggiando al fianco di Achille e dei suoi stravaganti amici. si entra in contatto con una realtà che, per quanto da molti possa essere considerata bizzarra, concede a chiunque una speranza. Regalatevi e regalate a chi amate un viaggio catartico, non potrà che far bene.

  • User Icon

    Grandangolo

    12/12/2017 11:01:36

    La vita è sogno, scriveva Calderon de la Barca. Checov, da buon russo, rispondeva qualche secolo dopo che "la vita è teatro". Premurandosi di aggiungere che "non sono ammesse le prove". Achille Mauri, da par suo, ci racconta che forse anche l'aldilà è un sogno che si svolge su un palcoscenico, e se la vita è teatro, quel che ad essa fa seguito non è certo meno degno di applausi. Fra gatti misteriosi, assenze e presenze che affollano garage metafisici, e una vena aneddotica più fertile di un giacimento aurifero del Klondike, Mauri racconta attingendo alle esperienze di una vita straordinaria, e ci riconcilia con il grande rimosso della nostra epoca: perché "al di là" di tutto, non si può che fondersi sincreticamente con quel che abbiamo attraversato ed esperito mentre eravamo "al di qua". E anche il tempo passato - che sia imperfetto, prossimo o remoto - tradisce in qualche modo il messaggio di Mauri: c'è solo il qui ed ora, e ci siamo tutti assieme, come in una grande festa da celebrare con gioia.

  • User Icon

    Sergio

    11/04/2017 10:51:21

    Un libro curioso e sorprendente, scritto in modo molto originale. Una lettura divertente (anche se la morte aleggia sempre fra le righe) che non può lasciare indifferenti. Si capisce che l'autore non è più giovane, ma ha una freschezza di scrittura inaspettata.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente

Din don!
S’ode a destra uno squillo d’Achille: “Non c’è alcun rapporto fra gli asparagi e l’immortalità dell’anima”.
A sinistra risponde un Achille: “Fra l’anima e le acciughe c’è decisamente qualcosa in comune”.

Il primo Achille – quello degli asparagi, per intenderci - è il Campanile più famoso di un Paese che attorno ai campanili ha costruito la sua identità. Era un pamphlet delizioso, quello nel quale il maestro dell’umorismo cercava provocatoriamente di stabilire una connessione, un nesso purchessia fra l’ortaggio più prosaico e il concetto più ineffabile, alzando infine le mani in segno di resa.
Neppure il nostro Achille - che di cognome fa Mauri - nasconde il proprio tallone: editore, produttore televisivo, viaggiatore instancabile e oggi anche romanziere, Achille Mauri è una persona la cui vita ne contiene cento, e che anche attorno alla sua finitezza di uomo ha saputo imbastire un racconto di sé godibile e universale.
“Anima e acciughe” alza il sipario cinque minuti dopo la morte dell’io narrante.
Ma l’aldilà che si presenta agli occhi di quell’anima novella e freschissima, come un germoglio di stagione, non ha nulla di lutulento o di funereo: in “Anime e acciughe”, la morte è piuttosto l’anticamera necessaria ad una comunione perpetua di anime, carosello di fusioni sincretiche e sensuali fra le tracce e le eco lasciate dai vivi. Quella propostaci da Mauri è la verità che resta nel setaccio di una vita riassumibile con un aggettivo spesso evocato dal protagonista: immaginifica.
Politici, intellettuali, amici, militari ancien régime, belle donne, tate, balie, artisti… ce n’è per tutti i gusti.
Da Radetzky - che apre le danze con passo austroungarico, perfetto esemplare del mondo di ieri – ai personaggi che hanno costellato una vita fertile di incontri, eventi e riflessioni, quello tratteggiato nel libro è un bilancio in itinere, un tirar le somme cui manca ancora il computo a fine colonna, e forse nel suo non poter - necessariamente – mettere la parola “fine” a questa ricognizione sta l’irriducibile vitalità del racconto.

Il libro s’inscrive sin dal principio in un orizzonte dal sapore teatrale. La zona in cui coesistono la coscienza della propria finitezza e la consolazione derivante dall’essere ancora vivi disegna una sorta di quinta: uno sfondo nero, materico come il velluto dei sedili di una splendida automobile vintage, dove far risuonare un monologo che è fatto di tanti dialoghi.
Il registro vira poi sui toni di un divertissement sapido e colto, fra acciughe, tonni e pesci di ogni genere, che sembrano evocare satiricamente il simbolo di riconoscimento e comunione fra i cristiani perseguitati prima dell’editto di Costantino.
Qui la fantasmagoria si apre come il bouquet di un vino che possa finalmente sprigionare i suoi aromi più autentici e profondi, e porta spesso il lettore al riso: gli animali diventano interlocutori e metafora ad un tempo, fino a un’animistica conclusione in forma di filastrocca tribale.

E le mosche – anch’esse insetti dalla straordinaria densità simbolica in molte culture – volano via, libere.
Quel che sarà – dopo - si vedrà. Per dirla con le parole di un altro finissimo umorista, Marcello Marchesi: “L'importante è che la morte ci trovi vivi”. E tutti interi, aggiungeremmo noi. Acciughe comprese.  

Recensione di Matteo Baldi

 

  • Achille Mauri Cover

    Editore, produttore televisivo e scrittore. Achille Mauri, nota personalità nel mondo dell’editoria, è presidente di Messaggerie Italiane, della Scuola per Librai Umberto ed Elisabetta Mauri e dell’Associazione Fabio Mauri per l’Arte L’Esperimento del Mondo. Nel 2017 pubblica il suo primo romanzo, Anima e acciughe, edito da Bollati Boringhieri. Nel 2019 esce Il paradosso di Achille (Bollati Boringhieri).Foto di Yuma Martellanz.  Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali