Editore: Mondadori
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
In commercio dal: 11/06/2002
Pagine: 222 p.
  • EAN: 9788804505693
Usato su Libraccio.it - € 5,13

€ 5,13

€ 9,50

5 punti Premium

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ilaria

    20/05/2012 21:50:35

    il primo e ultimo libro che ho letto di Bevilacqua. Lettura leggera noiosa . Uno di quei libri che arrivati alla fine li hai gia' dimenticati

  • User Icon

    A.

    05/06/2008 15:53:29

    E' primo suo che leggo, non ne leggerò più. Scrittura mediocre, senza una sola frase che sia valsa la pena di sottolineare, senza alcuno spunto narrativo. Storia senza capo nè coda, vuota e inutile. Brutto.

  • User Icon

    francy

    10/04/2007 17:22:00

    Onestamente l'ho comprato xchè m'ha colpito il titolo(e x sbaglio l'ho comprato 2 volte)visto che ho sempre deciso di non leggere Bevilacqua x non so quali oscuri motivi.Il titolo può andare,è il contenuto che lascia moltooooooo a desiderare:incomprensibile,1 storia senza testa ne coda,banale e chi + ne ha + ne metta.Sconsigliato

  • User Icon

    Luca

    05/02/2007 12:29:23

    Un tentativo di Bildungsroman sostanzialmente fallito. Un libro adolescenziale da leggere in età adolescenziale. O da non leggere affatto. E credo, per di più, che questo sia uno dei migliori dello 'stacanovista' Bevilacqua. Comunque, non ne posso più di simili melensaggini: ho scelto di smettere di leggere i libri di quest'autore.

  • User Icon

    Laura

    25/12/2004 15:59:54

    Lo considero uno dei romanzi piu' belli e avvincenti di Bevilacqua. E' una rappresentazione amabilissima dell'eta' dell'adolescenza,gli anni struggenti appunto,e del suo lento passaggio inesorabile verso una sofferta maturita'

  • User Icon

    Milena

    18/12/2003 00:45:07

    Bevilacqua resta uno di quegli autori che mi sfuggono un po'... mi spiego:è bravo, conosce veramente bene la lingua italiana e, quando vuole,riesce a mandare in sullucchero il lettore amante della garbatezza espositiva. Ma le sue storie sono spesso noiose,poco avvincenti,storie che alla fine non raccontano nulla. E' come se all'autore, bravissimo nelle descrizioni, mancasse però il talento della narrazione e non avesse mai le idee chiare sulla trama in sè. Peccato.

  • User Icon

    Maurizio Bianco

    27/11/2003 19:55:32

    Personalmente lo considero uno dei romanzi di Bevilacqua più riusciti,si riscopre un autore ritratto come padre e come ragazzo.Coglie molto bene l'aspetto picaresco e un po' guascone dei giovani studenti liceali.Lo consiglio soprattutto ai ragazzi.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione