Annientamento. Trilogia dell'Area X. Vol. 1

Jeff VanderMeer

Traduttore: C. Mennella
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2015
Pagine: 182 p., Rilegato
  • EAN: 9788806218287

85° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Fantasy

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,64

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ancy

    05/10/2017 15:20:50

    Davvero intrigante. Il romanzo ispira una curiosità angosciante per tutta la durata della lettura, difficile non leggerlo tutto d'un fiato. Ad alcuni spaventeranno le descrizioni criptiche di una entità che per definizione non è fatta per essere percepita dai sensi umani. Io l'ho trovato davvero affascinante, comprerò anche il resto della trilogia.

  • User Icon

    cantarstorie

    12/10/2016 12:51:11

    Un libro indecifrabile, difficile da leggere e anche difficile da commentare. Di certo con un fascino che mi spingerà a leggere i restanti episodi della Trilogia, e forse a quel punto le idee saranno più chiare. Fino ad allora, giudizio in sospensione, e ancora avvolto dalle nebbie dell'area X.

  • User Icon

    Loris

    03/07/2015 14:31:26

    La prima impressione è di aver letto un romanzo del filone 'inner space' di Ballard (come 'Foresta di cristallo', per restare al tema della mutazione ambientale), rivisitato sulla base di una narrazione seriale alla 'Lost', I misteri si infittiscono col procedere delle pagine, le certezze si sgretolano, il presente dell'azione è mixato allo scorrere dei ricordi. Ovviamente non c'è una 'soluzione', in attesa del prossimo volume. Il gioco editoriale in sé non è così originale, ma il racconto funzione perché offre una serie di chiavi di lettura simboliche e cattura con lo sguardo in soggettiva della biologa, impegnata a scendere nei meandri della propria psiche.

  • User Icon

    Florinda

    08/06/2015 09:29:29

    Un libro che parte bene, anzi benissimo tanto che mi faceva pensare in qualche modo a H.G. Wells con l'Io narrante dell'avventuriero di turno. Poi piano piano, lentamente e subdolamente è diventato ripetitivo, fino a inciampare su se stesso nel finale con una confusione tale (temo anche qualche errore di traduzione o adattamento, perché un paragrafo è senza senso) e una voglia di lasciare tutto fin troppo sospeso che hanno il retrogusto amaro di un'aggiunta successiva nata solo per diluire il più possibile la storia e giustificare che si tratti di una trilogia. Condivido in pieno anche il giudizio dell'utente Vittorio. E adesso mi tocca pure leggere "Autorità" per correttezza...

  • User Icon

    federica

    20/04/2015 09:22:01

    Mi unisco al commento di Vittorio. Trama fumosa che non si "risolve" nemmeno del finale (io personalmente ci ho capito pochissimo), e se c'è una cosa che mi dà fastidio nei libri come nei film sono proprio le storie lasciate incompiute e alla libera interpretazione del lettore.

  • User Icon

    Thinner5

    16/04/2015 00:57:14

    Un'opera decisamente insolita quella di VanderMeer, fin dall'inizio si avverte che qualcosa non torna nell'Area X e la sensazione diventa sempre più forte man mano che si va avanti; curiosa la scelta di nominare i personaggi solamente con il loro ruolo, infatti non compare neanche un nome proprio. La Biologa è un protagonista atipico, asociale e immersa nei propri interessi, incapace di adattarsi alle esigenze e caratteristiche degli altri, ma nel complesso corretta. Nel libro i misteri senza soluzione spopolano, ma si tratta del primo volume di una trilogia, per cui (si spera) troveranno risposta nel seguito e sono proprio tali misteri, che fanno venire una gran voglia di continuare la lettura. L'unico appunto è che trovo un pò caro il prezzo di 16 Euro per sole 182 pagine, e se gli altri due volumi sono di analoga lunghezza, potevano tranquillamente unirli in un malloppo unico, per il resto lo consiglio.

  • User Icon

    vittorio pisa

    13/04/2015 19:41:51

    L'autore parte da un'idea interessante: la spedizione di 5 donne in una imprecisata area X, dalla quale altre precedenti spedizioni avevano visto tornare i loro componenti in modo alquanto inspiegabile, ovvero non tornare affatto. Che cos'è dunque l'area X? Cosa succede a chi esplora l'Area X? Sarebbe bastato sviluppare questa trama e dare risposta a questi quesiti. Invece il romanzo resta solo una suggestione. La trama infatti è tutto un susseguirsi di eventi misteriosi che, tuttavia, restano inspiegabili. Anziché dare logica spiegazione a quanto viene raccontato, l'autore di volta in volta rilancia aggiungendo, in maniera del tutto dissennata, sempre nuovi spunti narrativi ancor più improbabili in una folle rincorsa verso l'assurdo. Tant'è che presto si ha l'impressione che la trama prima o poi finisca imprigionata da se stessa, stretta in un angolo senza via di uscita. Ed infatti, caro lettore, inutile attendere un colpo di genio (che non arriverà mai), il romanzo si chiude lasciando inalterata ogni speranza di una verosimile e logica sintesi degli eventi raccontati (troppo semplicistico pensare che, trattandosi di una trilogia, la soluzione sia solo rinviata). Il più grande difetto del romanzo, sta nel fatto che al lettore non vengono forniti gli strumenti per comprendere e condividere la narrazione. Non è un problema di intellegibilità del romanzo (anche se la sintassi, a volte, fa proprio difetto) ma proprio di condivisione dei significati che si intendono trasmettere. Insomma il libro manca del tutto di una struttura adeguata al racconto che resta sempre in superficie e di coerenza narrativa tra i molteplici imput di cui, presto, si perdono le tracce. Peccato. Prosa piatta, banale e fastidiosamente ripetitiva. Non è il mio genere, lo si è capito, ma raramente mi è capitato di leggere di peggio. Per fortuna la letteratura, anche quella di fantascienza, è tutta un'altra storia.

  • User Icon

    Stefano

    09/04/2015 13:16:30

    Davvero una bella scoperta, finalmente un romanzo di fantascienza originale e davvero coinvolgente dopo tanti passi falsi.

  • User Icon

    kobe

    05/04/2015 16:40:29

    Meraviglioso. Comprato "a scatola chiusa", senza leggere commenti o recensioni e senza sapere nulla dell'autore, si è rivelato una bellissima sorpresa. Un romanzo a sfondo fantascientifico caratterizzato da un'atmosfera cupa e inquietante, in alcuni momenti quasi claustrofobica, potrebbe ricordare vagamente "Solaris", soprattutto nella descrizione di fenomeni e avvenimenti che appaiono razionalmente inspiegabili e incomprensibili alla mente umana. Una storia che parte lenta e prosegue in crescendo, le prime pagine sono un pò sottotono ma poi "decolla" fino al bellissimo finale. Volume 1 di una trilogia? Sicuramente acquisterò anche gli altri, speriamo siano dello stesso livello. Libro assolutamente consigliato.

  • User Icon

    luciano

    25/03/2015 18:12:16

    L'io narrante è una biologa, che sotto ipnosi, ha attraversato il confine della misteriosa Area X, senza sapere cosa è accaduto in questo territorio, né cosa sta ancora accadendo. In questa area, all'apparenza disabitata, c'è una Torre, capovolta, che penetra nel terreno e le cui pareti, dotate di un battito cardiaco, respirano; su tali pareti compaiono parole bioluminescenti, le cui lettere sono formate da funghi; uno di questi esplode e spruzza una nuvoletta di spore sul volto della biologa che in tal modo viene contaminata. In fondo alla Torre vive qualcuno o qualcosa di minaccioso che esercita la sua influenza su tutta l'Area X. Nell'Area X c'è anche un Faro, in cui, in un passato indefinito, sono avvenuti combattimenti, i muri sono macchiati da una specie di sangue che, all'analisi della biologa, contraddicono le conoscenze di medicina legale. Di notte l'area è percorsa da strane luci verdi, da rumori sconosciuti, tra cui uno strano e dolente lamento notturno. Ci sono zone paludose e acquitrinose, tra le terra e il mare ( siamo in una zona di transizione) in cui la biologa incontra un delfino dallo sguardo dolente ed umano... Il racconto è inquietante come lo sono i mostri che "covano" nell'inconscio, o come lo è questa crisi economica che, al pari dell'Area X, si sta espandendo, imprigionando e contaminando tutti, eccetto una ristrettissima élite che vive acquattata nel fondo della Torre.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione