Antistoria degli italiani. Da Romolo a Giovanni Paolo II - Giordano Bruno Guerri - copertina
Salvato in 8 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Antistoria degli italiani. Da Romolo a Giovanni Paolo II
9,00 €
;
LIBRO USATO
Dettagli Mostra info
Antistoria degli italiani. Da Romolo a Giovanni Paolo II Venditore: Bergoglio Libri d'Epoca di Benigni Letizia + 4,50 € Spese di spedizione Solo una copia disponibile
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Bergoglio Libri d'Epoca di Benigni Letizia
9,00 € + 4,50 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Bergoglio Libri d'Epoca di Benigni Letizia
9,00 € + 4,50 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Antistoria degli italiani. Da Romolo a Giovanni Paolo II - Giordano Bruno Guerri - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

Una irriverente ricostruzione di 3000 anni della storia d'Italia e dei personaggi che hanno contribuito a creare il "mito italico": da Caracalla a Mussolini, da san Francesco a Mazzini, da Romolo a Giovanni Paolo II.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

1999
Tascabile
444 p.
9788804463962

Valutazioni e recensioni

4,6/5
Recensioni: 5/5
(5)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(3)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Gian Luca
Recensioni: 5/5

Libro non solo avvincente, ma anche eccellente. Se qualcuno vuole capire perché la nostra povera Italia si è ridotta come sappiamo tutti, è bene leggere questo libro! "Dove si va se non si sa da dove si viene?".

Leggi di più Leggi di meno
walter
Recensioni: 4/5

L'autore del libro psicanalizza impietosamente l'italiano odierno, ricordandogli la sua storia e tutte le occasioni mancate che lo hanno portato ad avere i suoi difetti odierni (senza comunque tralasciare le qualità del nostro popolo). La lettura è scorrevole e la sintesi è ottima. Manca qualcosa sulle leggi razziali, ma il voto comunque resta alto.

Leggi di più Leggi di meno
Davide Baretto
Recensioni: 5/5

Un ottimo saggio sulla storia degli italiani e sul loro carattere. L'autore è uno storico che ha approfondito soprattutto il periodo fascista, ma che riesce comunque a raccontare con competenza anche il periodo che va da Roma antica all'età giolittiana. La sua tesi è che, per capire la genesi del carattere italiano, vadano considerate tre componenti: i romani, i barbari e la Chiesa. La sua attenzione si focalizza soprattutto sulla terza, colpevole di non aver educato gli italiani alla Virtù, ma aver preferito creare un popolo religiosamente tiepido (San Francesco e pochi altri sono un'eccezione alla regola), di praticanti della doppia morale. Ciò non significa dimenticare i pregi degli italiani (l'intuizione, il genio, la fantasia), quanto evitare autocelebrazioni e autocommiserazioni, che sono altri nostri tic caratteriali (non è un caso che il melodramma sia un'invenzione italiana). La lettura non mi è mai stata pesante, grazie ad uno stile scorrevole e arguto, portandomi più volte a riaprire il libro per rileggerne alcuni brani. Questo mi fa assegnare al libro il voto massimo. Va segnalato però un'errore: infatti, l'autore scrive che l'imperatore Traiano aveva esteso i confini dell'Impero fino al fiume Indo (pag. 17), mentre in realtà si spinse fino al Tigri.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,6/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(3)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Giordano Bruno Guerri

1950, Monticiano

Giordano Bruno Guerri è uno scrittore e giornalista italiano, nato a Monticiano (Siena) nel 1950. È inoltre uno storico e studioso del XX secolo, specializzato sul ventennio fascista e sui rapporti fra stato italiano e Chiesa. Nel 1965 si trasferisce a Milano, dove completa il liceo e gli studi universitari in lettere presso l’Università Cattolica, laureandosi nel 1974. Nel corso degli anni Settanta lavora per la casa editrice Garzanti come correttore di bozze, pubblicando un importante manuale per correttori nel 1971. Negli anni successivi colleziona diverse esperienze nel campo del giornalismo e dell’editoria, come la nomina a direttore del mensile “Storia illustrata” nel 1985, quella a direttore editoriale per Mondadori nel 1986 e la collaborazione...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore