Un apolide metafisico. Conversazioni

Emil M. Cioran

Traduttore: T. Turolla
Editore: Adelphi
Edizione: 20
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 24 novembre 2004
Pagine: 362 p., Brossura
  • EAN: 9788845919336
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
"Sebbene io abbia della vita una concezione tetra, ho sempre nutrito un grande amore per l'esistenza, un amore talmente grande da convertirsi in negazione della vita, perché non possedevo i mezzi per soddisfare la mia voglia di vivere". Fra le tante, appuntite gemme racchiuse in questo volumetto, questo autoritratto spirituale di Cioran rappresenta la chiave che forse più di ogni altra permette di accedere ai segreti della sua anima in perpetua oscillazione fra il nulla e il tutto, in un dualismo esistenziale che intride anche ogni fibra della sua opera, diretta emanazione della vita. Parte integrante di quest'opera si possono a buon diritto considerare le "Conversazioni", dove più apertamente si offre il lato ilare, vitale, corroborante di Cioran.

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberta

    20/03/2007 12:47:54

    consiglio questo libro a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al pensiero di Cioran.in questo testo, si ritrovano le linee guida della sua filosofia e si affrontano le ampie tematiche che trovano sviluppo e approfondimento negli altri suoi libri.talvolta superficiale e ripetitivo, ma oltemodo utile per approfondire la conoscenza dell'autore, che si svela mettendosi a nudo, o utile porta per accedere al suo pensiero. comunque imperdibile.

  • User Icon

    aetius

    23/09/2005 09:59:03

    E' la lucidità di un pensiero balcanico diluito nelle acque della Senna il tratto più distintivo delle parole di C. Magari ripete, nelle conversazioni, gli stessi concetti o episodi della sua vita, ma questo scotto è ampiamente ripagato dalla brillantezza di una intelligenza corrosiva.E' apolide poi perchè cittadino onorario del paese degli sradicati felici di esserlo diventati, no?

Scrivi una recensione