Après Un Reve. a Fauré Recital

Compositore: Gabriel Fauré
Interpreti: Louis Lortie
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Chandos
Data di pubblicazione: 1 novembre 2016
  • EAN: 0095115191521
pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

€ 16,90

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibile in 10 gg

Quantità:
Descrizione
Gabriel Fauré (1845-1924): Notturno n. 4 in mi bemolle maggiore op. 36; Notturno n. 6 in re bemolle maggiore op. 63; Barcarola n. 5 in fa diesis minore op. 66; Barcarola n. 6 in mi bemolle maggiore op. 70; Barcarola n. 7 in re minore op. 90; Pavana op. 50 (trascrizione di Louis Lortie); Nove Preludi op.103; Après un rêve op. 7 n. 1 (arrangiamento di Percy Grainger); Suite da Pelléas et Mélisande op. 80 (tre movimenti); Fileuse (arrangiamento di Alfred Cortot).
Questo disco rappresenta il primo volume di una nuova integrale della produzione pianistica di Gabriel Fauré, che vedrà protagonista Louis Lortie. Come ha scritto lo stesso pianista nelle note di copertina accluse al booklet: «questo disco propone un avvincente viaggio all’interno delle diverse fasi della parabola creativa di Fauré, spaziando da alcuni brani giovanili di gradevolissimo ascolto come la Pavana e la mélodie Aprés un rêve agli ingiustamente sottovalutati Preludi op. 103, un vero capolavoro di armonie densissime e di audacia melodica». Pubblicato dopo l’uscita di quattro volumi dell’integrale tuttora in corso delle opere di Chopin – dove Lortie ha sfoggiato secondo il critico dell’autorevole BBC Music Magazine «un’interpretazione di livello eccezionalmente elevato» – questo disco abbina in maniera per nulla sorprendente ai Preludi op. 103, capolavori della piena maturità di Fauré, quelli che il pianista franco-canadese definisce «i generi romantici e post chopiniani del notturno e della barcarola e innovative forme di piccole dimensioni in stile neoclassico come la suite da Pelléas et Mélisande, che in questo disco viene presentata in una versione per pianoforte solo che sottolinea l’ambiguità di una partitura dalle ricche sfumature per pianoforte e orchestra, che nei decenni successivi avrebbe influenzato profondamente i compositori che si riconoscevano nello stile di Fauré».