Editore: TEA
Collana: Esperienze
Edizione: 4
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
In commercio dal: 16 maggio 2003
Pagine: 245 p., Brossura
  • EAN: 9788850203888
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 7,31

€ 8,60

Risparmi € 1,29 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    lorena

    08/02/2010 11:24:14

    cara Anna, ho finito il tuo libro ieri sera e ora scrivendo questo commento ho le lacrime agli occhi...ho tenuto stretto il mio cucciolo stanotte , il 26 febbraio compira' un anno...il mio Raymi e' nato a 25 settimane e 4 giorni e pesava 790 gr...siamo rimasti 100 giorni alla neonatologia di trento.La nostra storia e' molto simile , devo dire che ho una famiglia davvero speciale che mi ha aiutato moltissimo...anch'io come te ho un'altra bimba Wayra di quasi 5 anni...io non sono una scrittrice, non riuscierei a scrivere un libro pero' ho scritto una lettera al giornalino della neonatologia di trento per dare coraggio a quelle mamme che ora sono li' al posto mio , l'ho finita in questi giorni ora vado a stampare due foto di Raymi per far vedere la sua trasformazione dopo un anno...se leggerai questo messaggio, se hai tempo scrivimi...

  • User Icon

    Simone

    05/01/2010 09:03:18

    Anna Sartorio scrive bene e quando ha delle belle storie da raccontare lo fa ancora meglio. E quale storia migliore se non la propria? Il tema è duro: la lotta per la sopravvivenza di Nina nata a 6 mesi con 3 possibilità su 10 di sopravvivere. E' la storia di Nina soprattutto, ma è anche la storia di Anna, di Marco e dei Custodi, che ogni giorno cercano di portare in porto la nave che viaggia in un mare assai agitato. La scrittura è agile, a tratti commovente e molto divertente, nonostante il tema tutt'altro che allegro. Credo che certi libri vadano letti se non altro per aprirci un piccolo punto di vista su mondi che spesso sono lontani anni luce dal nostro quotidiano vivacchiare. Una storia che permette di ricordare che in Italia non siamo proprio gli ultimi per eccellenza nella sanità e quando c'è del buono in mezzo al marcio questo deve venire fuori. Brava.

  • User Icon

    maria rosa

    08/09/2009 15:19:41

    cara anna,ho letto anch'io il tuo libro,la tua storia,la storia del tuo piccolo angelo e della sua incredible forza,della sua voglia di vivere...ammiro il coraggio che hai avuto a rendere pubblica questa situazione delicata e privata...e ti ringrazio perchè queste storie di vita aiutano a sensibilizzare le persone che non conoscono quel mondo di combattenti ed eroi a cui dobbiamo davvero inginocchiarci...solo una frase che hai scritto mi ha disturbata, ma forse anch'io nelle tue condizioni avrei pensato la stessa cosa.... un abbraccio forte a nina e a bianca, e a te che con il tuo coraggio mi hai fatto diventare più sensibile.....GRAZIE

  • User Icon

    Simona

    04/09/2009 22:29:42

    Questo libro e bellissimo l'ho letto tutto in poco tempo e lo sto di nuovo rileggendo...lo adoro leggendolo si capisce l'amore di una madre per la figlia...lo consiglio a tutti!!!

  • User Icon

    federica prevelato

    20/05/2009 10:13:37

    ho letto il libro riattraversando quello che purtroppo ha vissuto mia sorella con suo figlio il quale però diversamnete da nina è salito in cielo dopo 10 mesi di dura lotta.mi permetto solo di dire una cosa.mi spiace che l'autrice non abbia capito dopo questa esperienza o se l'ha capito non lo faccia trapelare dalle pagine del libro che in realtà a salvare sua figlia sia stato proprio quel Dio che la madre pregava ogni giorno.allora questo sarebbe stato il vero stravolgimento della sua vita e il senso vero della sua storia da scrivere....federica

  • User Icon

    Cristina

    23/02/2009 14:39:05

    Ho letto il libro di Anna tutto in una giornata.. ripercorrendo mentalmente quello che e' successo grosso modo anche a me,gli stessi sentimenti,la stessa sensazione di smarrimento e di paura.La voglia di essere d'aiuto alla tua bambina in ogni modo.Ho avuto Vittoria alla ventottesima settimana di gravidanza, quando e' nata pesava 450g.Ti ringrazio per aver dato voce a tutte le storie come queste!! Un abbraccio

  • User Icon

    Stefi

    30/07/2008 15:55:04

    Per Anna ogni giorno è una lotta contro i minuti, le ore, contro quel maledetto monitor che prende a suonare, bip bip bip, ogni volta che Nina ha una crisi, e contro la bilancia: alla sua nascita era di 830 grammi e il suo peso non aumenta. Nina diventa la sua unica priorità di vita e il reparto di Terapia Intensiva Neonatale la sua casa. Qui si riscopre mamma, parla con la sua piccola attraverso l’arca che la tiene in vita, cuce un copri incubatrice con gli animaletti, piange, soffre, si commuove per le altre mamme: si intrecciano qui storie, più o meno tristi, ma sempre con una cosa in comune: la vita è appesa a un filo e se ne ha la tangibile consapevolezza. La vita è così fragile, basta un attimo per spezzarla, un attimo per capovolgere il senso che si cerca di darle in anni. “Ognuno piange e soffre qui, per sentirsi piccolo… e diventare grande”.

  • User Icon

    Jo Modena

    04/06/2007 12:22:20

    L'ho letto quasi tutto in una giornata! Bellissimo ed intenso, crudo ed autentico, ma pieno di sentimenti che solo una mamma può davvero capire. Lo consiglio a tutti, anche a chi ha avuto, come me, gravidanze serene e quasi senza problemi. Il messaggio è tutto sommato positivo ed apre gli occhi del lettore su un universo che chi non ha vissuto in prima persona l'esperienza non può capire. Un grande ed autentico inno al coraggio.

  • User Icon

    Daniela

    07/03/2007 20:06:01

    Bello, bello, bello!!! L'ho cominciato ieri sera, con l'intento di leggerne un pezzo prima di andare a letto: non sono riuscita a staccarmene fino a quando non l'ho finito... 3 ore filate, di lettura ininterrotta, di emozioni forti, dalle lacrime al sorriso. Intenso, ma non solo. La storia di una sofferenza raccontata lucidamente. La storia di un tunnel buio, terminato con la luce. La storia di un amore grande, come sa essere grande solo l'amore di una madre per un figlio. Grazie, Anna, per le tue parole, per il tuo racconto emozionante. Grazie per aver scelto di condividere il tuo cammino con noi. Credo che alla fine questa storia di sofferenza possa essere una luce di speranza per tutti coloro che soffrono.

  • User Icon

    Ilaria Falorni

    03/10/2006 11:50:44

    Ho comprato questo libro, svogliandone solo qualche pagina e fidandomi dei Vs. commenti. L'ho comprato per una coppia di amici che hanno avuto una bimba di 26 settimane . Non ho mai avuto esperienza diretta sul caso , ma sono una mamma di tre figli e soprattutto sono stata vicina a mia sorella con una figlia cerebrolesa dall'età di sei mesi , ed a mia cognata che ha perso una bimba di 10 anni per complicazioni ,in seguito a trapianto cardiaco all'età di 1 anno. Di sofferenze ne ho viste insomma. Il mio gesto vuole dire: io vi sono vicina, ma questa mamma è più brava di me nell'accompagnarVi in questa "avventura". Spero non venga male interpretato ! Saluti affettuosi a tutti Ilaria

  • User Icon

    angela

    15/07/2006 12:36:23

    ho letto qsto libro in 3giorni...lo trovato davvero bellissimo!!!in qsto libro c sno tutti i sentimenti ke una donna puo provare...rabbia...felicità..dipserazione...ma soprattuttto qsto suo grande amore x la figlia...qsta sua determinazione e voglia di nn arrendersi!

  • User Icon

    greta fogale

    28/03/2006 12:26:24

    anna devo dirti grazie!il tuo libro è fantastico l'ho consigliato a tutti quelli che conosco!me lo sono divorato in meno di24ore.puntualizzo che a me solitamente non piace leggere anche se amo scrivere!!!!dai tanti bacioni a nina mi sono affezionata a lei attraverso poche righe figurati se la conoscessi!!!!poi ho scoperto che è la fotocopia di una delle gemelle della mia profe di inglese!!!strano!!ah un bacione anche a bianca...ciao ciao e tanti tanti auguri di cuore da una ragazzina di17anni!!!

  • User Icon

    terry

    22/10/2005 14:43:19

    ...CHE DIRE SE NON CHE è UN LIBRO STUPENDO...SONO IN ATTESA DI UNA BIMBA, SONO ALLE 22ESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA E ANCHE SE MI AVEVANO CONSIGLIATO DI NON LEGGERE LIBRI DI QUESTO GENERE HO FATTO DI TESTA MIA E...NON MI SONO PENTITA PER NULLA!!!.LEGGETELO NE VALE LA PENA...ANNA SARTORIO è UNA GRANDE DONNA...E IL SUO LIBRO è SEMPLICEMENTE PARTE DELLA SUA VITA...FORSE LA PIU IMPORTANTE...FIDATEVI E...ACQUISTATELO SUBITISSIMO

  • User Icon

    francesca

    08/10/2005 21:38:43

    Cara autrice, il tuo libro mi ha commosso e sconvolto allo stesso tempo. Ho una bimba di un anno nata sana, per grazia del Signore, al termine della gravidanza. E vero quello che dici nel libro: non immaginavo neanche lontanamente come fosse il mondo dei bimbi prematuri che lottano in ospedale per la sopravvivenza. Complimenti a te e a Nina per la forza che avete avuto. Io non so davvero se ce l'avrei fatta. Un abbraccio alla tua piccola grande Nina. Ps : il tuo modo di raccontare la tua storia è davvero coinvolgente, anche per l'ironia con cui hai raccontato alcune situazioni

  • User Icon

    paolo

    20/09/2005 17:04:55

    Io e mia moglie abbiamo letto il libro quest'estate, siamo anche noi genitori di un bimbo nato piccolissimo (570 grammi)piccolo anche di età gestazionale (26 sett) ci siamo commossi nel leggere questa drammatica e meravigliosa storia, sembrava la nostra in tutto e per tutto, non avremmo saputo descrivere meglio stati d'animo e pensieri così come ci è riuscita l'autrice. Un affettuoso abbraccio a Nina e alla sua mamma.

  • User Icon

    Sabina

    26/07/2005 08:45:23

    Ho finito ieri sera di leggere "L'ARCA DI NINA"...l'ho letto in meno di una settimana!!! Sono una ragazza che nel week-end fa il volontario clown nei reparti pediatrici degli ospedali; sono abbastanza abituata (perchè non ci si abitua mai a vedere dei bimbi in ospedale)a vedere genitori vicini ai letti d'ospedale dei loro teneri cucccioli; devo dire che questo libro mi ha provocato un groviglio di emozionii indescrivibili: paura per ogni crisi di Nina, sofferenza, la grande forza di volontà di Anna di voler uscire vittoriosa con la sua piccola da questa avventura, la gioia e l'emozione per ogni piccola vittoria di Nina, e sopratutto per la vittoria finale....!!!! l'ultimo capitolo, poi, i "bau" "miao" di Nina,....bellissimo!!!! Grazie mille Anna per averci reso partecipi della grande battaglia che hai dovuto fare con la tua piccola Nina!!! Il libro più bello che ho letto negli ultimi anni!!!!!

  • User Icon

    Leucomalacia periventricolare

    16/02/2005 19:20:30

    Auguri Nina! Auguri alla tua forza e alla tua grinta, perché ti hanno consentito di vincere la guerra per la sopravvivenza! Dopo aver letto il libro ed aver incontrato La Mamma con i Denti Marci, il Dott. Con i Capelli Rossi, la Faccia da Feto… vorrei simpaticamente rivolgermi alla sig.ra Dotto Di Botallo, nonché autrice del libro, e dirle che ha tutta la mia comprensione perché anch’io sono la mamma di una prematura d’alto grado ed anch’io avevo una certa familiarità con i Dizionari solo che loro, saccenti e presuntuosi, questa volta non avevano la più pallida idea di cosa significasse “leucomalacia periventricolare” tant’è che dovetti scoprirlo da sola leggendo, ahimè, un trattato sulle P.C.I. (Paralisi Cerebrali Infantili)! La mia piccola oggi ha cinque anni, sa dire come fa il gatto, il cane, conosce l’inglese, legge e scrive lo stampato maiuscolo, frequenta regolarmente la scuola dell’infanzia, frequenta la terapia riabilitativa dall’età di tre mesi (per sei giorni a settimana), frequenta la scuola popolare di canto ed anche quella di ceramica, va a nuoto e a cavallo ma per correre “intorno al tavolo del salotto” ha bisogno di un deambulatore! Ma io l’amo non per come l’ho sognata ma per come è! Questa è la battaglia per la vita. Questa è la battaglia quotidiana di sopportazione del dolore. Come potrei condividere quanto lei dice a pag. 169 che, seppure frutto di momenti intrisi di forte prostrazione e rabbia, offende la sensibilità di chi davvero la battaglia per la vita non l’ha ancora conclusa! Sig.ra Leucomalacia Periventricolare

  • User Icon

    elena

    14/01/2005 22:06:06

    Ho finito di leggere ieri sera il libro di Anna Sartorio, mi era stato indicato da un amico tempo fa. Bellissimo, emozionante. Facile riconoscersi in Anna. Non ho alle spalle una storia drammatica, anche se finita bene, come la sua, ma so che tutti i dolori provocano, con varia intensità, le stesse lacerazioni. L'Urlo e gli Artigli sono pronti ad aggredire chiunque, sempre, e il buon fine di una vicenda dipende molto dalla predisposizione che abbiamo a lottare per non farci piegare dal destino. Auguri ad Anna, Nina, Bianca e Marco

  • User Icon

    grazia

    19/12/2004 08:42:53

    desidero ringraziare anna sartorio per il suo emozionante libro che ho letto molto velocemente!sono la mamma di francesco che é nato alla 29a settimana e forse solo chi é passato attraverso questa esperienza può capire. Devo confessare ad anna di aver usato il suo libro come terapia perchè mi sono accorta che a distanza di quattro anni non ne sono ancora uscita!grazie per quello che hai scritto ma soprattutto per le lacrime che sei riuscita a tirarmi fuori.Un fortissimo abbraccio da francesco a nina.

  • User Icon

    ilaria

    11/06/2004 20:07:27

    il libro mi é piaciuto molto, forse troppo, xké ankora adexo, dopo averlo divorato nel giro di 1 settimana nel mese di ottobre lo leggo e rileggo senza mai stufarmene. sono stata colpita da tutto ciò ke é skritto e nn posso non pensare a questi bimbi,alle loro mamme e sapere ke purtroppo é tutto vero. complimenti anna perké oltre a tener duro x te e x Nina,sei riuscita anke a raccontare la tua terribile esperienza in modo fantastico!!!1 bacione a te e alle tue bimbe. una14enne

Vedi tutte le 32 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione