Categorie

Arnold M. Snodgrass

Traduttore: D. Taverna
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1994
Pagine: XX-250 p. , ill.

7 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Storia e archeologia - Archeologia - Archeologia per periodo e regione - Greca e romana classica

  • EAN: 9788806131357

La Grecia e il mondo dell'archeologia; la civiltà dei greci, opere e manufatti, vestigia e frammenti, e la "disciplina", metodi di scoperta e di indagine, tecniche di studio e concetti generali. In che rapporti stanno questi due mondi? Difficili, evidentemente, se è vero che corre tra addetti ai lavori e più largo pubblico la convinzione che quanto l'archeologia sa rivelare e mostrare sia meno importante ed interessante - anche se forse più suggestivo - di quanto altri storici, delle idee, della letteratura o del teatro possono offrire ai propri lettori. Al contrario, sostiene l'autore, è proprio attraverso l'archeologia che si possono acquisire importanti conoscenze sul mondo antico, a patto di applicare aggiornati metodi d'indagine. Snodgrass concentra la sua attenzione sull'archeologia greca, ma si ispira anche a metodi di studio che esulano dagli studi archeologici classici. Valga da esempio il rilievo che assume, in questo contesto, il paesaggio rurale, visto non come l'opaco riflesso di una più o meno fantasiosa preistoria ma come parte integrante di una cultura storicamente documentata. Con analoghi intenti, l'autore analizza anche la mentalità degli artisti e del pubblico e i processi di trasformazione economica in diverse fasi di una stessa cultura. Le ipotesi di Snodgrass rappresentano dunque non solo uno straordinario potenziale di espansione dell'archeologia greca sul piano scientifico, ma anche la possibilità di guardare con occhi nuovi un settore di studi già in sé affascinante.