Categorie

Carmine Benincasa

Editore: Dedalo
Anno edizione: 1978
Pagine: 192 p. , ill.
  • EAN: 9788822033185

La teoria della catastrofe è un modello matematico di applicazione alla realtà per comprendere i fenomeni di discontinuità, di rottura, di salto e di rettifica. In questo volume si cerca di interpretare gli eventi artistici e architettonici non come omogeneo ed evoluzionistico sviluppo unitario, ma come «catastrofe», ossia come «dinamica discontinuità». Ripercorrendo brevemente la storia di questa teoria (dall'interpretazione hegeliana a Maxwell, a René Thom, a Petitot-Cocorda, a Zeeman, a Godel, a Bachelard), l'autore ha cercato di raccogliere i segmenti del discontinuo e le negazioni morfogenetiche in linguistica, nell'opera letteraria, nel linguaggio musicale e in architettura, intesa come topologia della differenza.