Traduttore: G. Maag
Editore: TEA
Collana: Best TEA
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 14 luglio 2016
Pagine: 459 p., Brossura
  • EAN: 9788850244072

14° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Thriller e suspence - Legal thriller, thriller politico

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 3,72

€ 5,86

€ 6,90

Risparmi € 1,04 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Seby Flavio Gulisano

    18/11/2006 14:10:37

    Leggere i libri di Matthew Reilly è come comprarsi una scatola d'adrenalina e spararsela interamente nelle vene.

  • User Icon

    antonio dal mas

    20/03/2006 14:00:25

    INSEGUIMENTI MOZZAFFIATO, SPARATORIE A COLPI DI P90, PIOMBO ROVENTE CHE VOLA, PASSAGGI INGEGNOSI, BATTAGLIE ALL'ULTIMO SANGUE E UNA TRAMA ESPLOSIVA CHE TENGONO COL FIATO SOSPESO PER TUTTE LE 459 PAGINE DI QUESTO MAGNIFICO CAPOLAVORO, IN PIENO STILE "INFILTRATO SPECIALE" O "DIE HARD". LA PUNTA DI DIAMANTE DEL TRHILLER AVVENTUROSO.

  • User Icon

    massimo

    20/11/2005 15:10:49

    Area 7 è il classico libro-non libro. E' un fumetto velocissimo che si dipana come i livelli di un videogame sparatutto. Reilly non descrive persone o scenari. Descrive livelli, in cui i suoi personaggi/spite agiscono automaticamente, con il solo fine di sopravvivere. E' un autore che si ama o di disprezza. Ma se amate il genere e cercate una lettura distensiva, Matthew fa per voi ...

  • User Icon

    Luca

    06/10/2005 12:14:12

    Assolutamente evitabile. Tolta l'idea dello xenovirus, il resto è roba trita e ritrita, un pretesto per spalmare 400 pagine di una specie di sceneggiatura di un tv-movie di Dolph Lungren (di quelli che finiscono direttamente nel circuito homevideo) e una sessione di Playstation. La gente muore a frotte ma a nessuno importa perché sono personaggi ritagliati nella carta, del tutto monodimensionali. Nessuna bravura nel tratteggiare emozioni, definire suspence, nulla. Situazioni prevedibili fino al ridicolo. C'è da annoiarsi persino sotto l'ombrellone.

  • User Icon

    Nicola_59

    12/09/2005 12:57:41

    Ritmo incalzante: un mix tra la sceneggiatura di un film di Steven Seagal e un video gioco da Play Station. Tensione sempre alta anche se narrativa abbastanza scontata e spesso esagerata. Lettura da vacanze.

  • User Icon

    Maxx

    10/09/2005 23:02:59

    Se amate il filosofico, il giallo di riflessione o l'azione alla Montalbano, non perdete il vostro tempo (e non sprecate denaro). I libri di Reilly sono dei videoclip: solo piombo ad alta velocità con azione martellante. In un attimo una situazione drammatica si risolve, per precipitare in qualcosa di peggio. Personaggi improbabili, appena abbozzati, situazioni al limite del ridicolo e dell'inverosimile. Ma la storia è martellante e non lascia un attimo di pausa. Se vi piace il genere godetevi le oltre 400 pagine di adrenalina pura. Altrimenti, leggetevi Eco o Dan Brown ....

  • User Icon

    DANIELA

    09/09/2005 22:19:22

    QUESTO LIBRO E' BELLISSIMO PECCATO SOLO CHE IN ITALIA SIA USCITO PRIMA IL SUO SEGUITO CIOE' "BERSAGLIO ACQUISITO" E QUINDI LE VICENDE PERSONALI DEI PROTAGONISTI NON VENGONO LETTE NELL'ORDINE TEMPORALE GIUSTO. CI SI LAMENTA TANTO CHE GLI ITALIANI NON LEGGONO MOLTO, MA IO CREDO CHE LE CASE EDITRICI DOVREBBERO FARE ATTENZIONE ALL'ORDINE IN CUI VENGONO PUBBLICATI I LIBRI ALL'ESTERO. GRAZIE

  • User Icon

    Livio

    29/08/2005 18:42:50

    Un capolavoro del genera d'azione un libro pieno di adrenalina e colpi di scena, che meriterebbe una trasposizione cinematografica. E come guardare uno di quei film alla Jon Woo dove sono gli effetti speciali a farla da padroni. CONSIGLIATISSIMO!

  • User Icon

    Giorgio

    01/07/2005 08:15:45

    Un libro con personaggi totalmente senza caratterizzazione e senza la minima vita che si sparano e si uccidono per 500 pagine. Mi chiedo perché nessuna abbia detto a Reilly di non scrivere (quando era ancora in tempo di fare altro)? Un videogioco tramutato (con enorme fatica per lo scrittore e pene Dantesche per il povero lettore) in un libro di cui non si sentiva la mancanza.

  • User Icon

    max

    29/06/2005 13:19:20

    Per la gioia dei fan, ecco l'edizione italiana di una delle prime opere del giovane Matt. Il filo conduttore di questa e di tutte le altre opere di Reilly è che la storia si dipana senza un attimo di tregua, saltando da una sparatoria all'altra, tra disastri e continui colpi di scena che a volte disorientano il lettore, anche perchè alcuni sono veramente sopra le righe. I personaggi sono ridotti all'osso e non c'è alcun approfondimento psicologico: solo azione continua, ad un ritmo martellante, da discoteca. E' un genere che si ama o si odia, ma, tutto sommato, viste anche le recenti scialbe prove dei mostri sacri del romanzo d'avventura (Da Wilbur Smith a Follett, senza scordare Crichton) Reilly può dare qualche soddisfazione agli amanti del genere. Al momento forse solo James Rollins (a breve la traduzione di Ice Hunt) riesce a mettere tanta adrenalina nei suoi testi (con delle trame leggermente più intriganti e meno simili a un video-clip o game)

  • User Icon

    maurizio

    28/06/2005 17:58:08

    Finalmente la traduzione della terza fatica (in ordine cronologico) dell'infant prodige della letteratura d'azione. Dopo Contest (prima opera, stampata in proprio dall'Autore neanche ventenne e successivamente scoperta dall'editore MacMillan - ma non ancora tradotta in italiano) e Ice Station, torna Scarecrow, il marine sfregiato, già protagonista dell'omonimo volume (in Italia tradotto con l'enigmatico titolo di "Bersaglio Acquisito"). Area 7 è temporalmente intermedio tra i due volumi ed è meno frenetico del terzo. La trama è come al solito avvincente e scoppiettante (in tutti i sensi) con continui colpi di scena, duelli e sparatorie frenetiche, che proseguono sui vari livelli (e oltre) della base segreta, come nei livelli di un videogame. Il limite di Reilly è proprio questo: personaggi appena abbozzati ma, tanta, tanta azione, proprio come in uno sparatutto per playstation. Puo' non piacere, ma se amate l'azione senza un attimo di tregua, non perdetevi Area 7

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione