€ 7,99

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Descrizione
Fabio è un giovane educatore che lavora con passione e dedizione nel percorso di reinserimento dei detenuti nella società. A volte è costretto a scontrarsi con quanti si aspettano da lui facilitazioni per ottenere permessi premio o l'agognata semilibertà. Fabio, però, non fa sconti e non deroga ai suoi princìpi anche se questo gli costa molto più di quanto sia disposto ad ammettere. Un giorno, un detenuto condannato per omicidio si siede a colloquio con lui. È Sparti, uomo dal carattere difficile, che il carcere ha contribuito ad indurire ulteriormente. L'incontro inaspettato con quest'uomo, costringe Fabio a fare i conti con i fantasmi di un passato familiare rimosso, e a scontrarsi con la sorella Cristina che non vuole riaprire vecchie ferite che mettano a repentaglio la tranquillità della loro vita attuale.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    JD

    06/05/2009 16:54:45

    Al suo esordio alla regia il 25enne Angelini declina il tema classico del rapporto padre-figlio in modo per niente prevedibile e conciliatorio,mostrando allo stesso tempo una riflessione sulla realtà che si intrometterà tra le idee dei due protagonisti(il figlio/educatore,convinto che si possa modificare e guidare il reale,e il padre/detenuto convinto che gli errori si paghino per sempre).Tutto raccontato con regia ferma e sicura,e con un'ottima coppia di attori(sebbene Colangeli sia un pochettino più in alto).Il merito più grande è di aver evitato il quadrettino edificante alla fine.Peccato solo che il cast di contorno(in particolare la Saunders)non sia sfruttato appieno.

Scrivi una recensione

Disperato, mai eccessivo, scritto con una semplicità che è raffinato risultato, un quadrifoglio autentico in un prato artificiale di copioni redatti in serie

Trama
Fabio lavora in carcere come educatore. Ogni giorno affronta i volti segnati e gli scatti d'ira dei detenuti che vanno a colloquio da lui e s'impegna per far loro trovare la strada giusta, che conduca a un permesso o a uno sconto di pena. Un giorno, un collega gli affida il caso di un tizio che è appena stato trasferito da un altro penitenziario: Luigi Sparti, assassino, dietro le sbarre da venti anni. Quello che né il collega né il carcerato sanno è che Sparti (Giorgio Colangeli) è il padre di Fabio (Giorgio Pasotti), sparito da decenni nel nulla per scontare la pena.

2007 - David di Donatello - Miglior attore non protagonista - Colangeli Giorgio
2006 - Festival del cinema di Roma - Marc'Aurelio d'argento per il miglior attore - Colangeli Giorgio

  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2007
  • Distribuzione: Rai Cinema - 01 Distribution
  • Durata: 87 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: scene inedite in lingua originale; dietro le quinte (making of); foto; trailers