Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Artur Rubinstein. In Concert. Amsterdam 1973 - DVD di Bernard Haitink,Arthur Rubinstein

Artur Rubinstein. In Concert. Amsterdam 1973

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Direttore: Bernard Haitink
Supporto: DVD
Numero supporti: 1
Etichetta: Deutsche Grammophon
  • EAN: 0044007344453
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 13,74

Venduto e spedito da MASSIVE MUSIC STORE

spinner

Disponibile in 1 gg lavorativi

Solo 1 prodotto disponibile

+ 6,99 € Spese di spedizione

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Contiene i seguenti brani: Beethoven -Piano Concerto No. 3 in C minor, Op. 37; Brahms - Piano Concerto No. 1 in D minor, Op. 15, Capriccio in B minor, Op. 76 No. 2, Intermezzo in B flat minor, Op. 117 No. 2; Chopin - Scherzo No. 2 in B flat minor, Op. 31; Schubert - Impromptu in A flat major, D899 No. 4.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Bernard Haitink Cover

    Direttore d'orchestra olandese. Dopo essere stato assistente di F. Leitner e direttore alla radio olandese, nel 1961 affiancò E. van Beinum, al quale succedette nel 1964 come direttore stabile dell'orchestra del Concertgebouw di Amsterdam, ove rimase sino al 1988. Fu anche direttore stabile della London Philharmonic Orchestra (1967-77) e dal 1977 direttore musicale del Festival di Glyndebourne, col quale incise vari dischi (in particolare la trilogia di Mozart/Da Ponte). Le sue interpretazioni si fanno apprezzare per la cura e l'estremo rispetto del testo. Approfondisci
  • Arthur Rubinstein Cover

    Pianista polacco naturalizzato statunitense. Esordì giovanissimo dopo aver studiato a Berlino, e in una lunga carriera durata sino al 1981 si affermò tra i maggiori pianisti del secolo. Dominò un repertorio vastissimo, da Bach a Debussy e Prokof'ev (di Beethoven ha lasciato in disco tre integrali dei Concerti). Ma la sua fama è soprattutto legata all'interpretazione di Chopin, del quale propose una lettura moderna che, nonostante una certa monumentalità eroica di gusto tardoromantico, è sorretta da un altissimo senso della forma e da una nobiltà di fraseggio che depura l'interpretazione di ogni svenevolezza e compiacimento virtuosistico. Suonò spesso anche musica da camera, in particolare con il violinista Heifez, il violoncellista Piatigorsky e il Quartetto Guarneri. Approfondisci
Note legali
Chiudi