Assalto Distretto 13

(Assault on Precinct 13)

Titolo originale: Assault on Precinct 13
Paese: Stati Uniti; Francia
Anno: 2005
Supporto: DVD

€ 4,99

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Disponibile in 4 gg lavorativi

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    JD

    20/07/2008 18:42:25

    Tutto sommato l'esordiente Richet ha reso un buon omaggio al film di Carpenter del '76.Se la solita voglia di essere rassicuranti non manca(qui i cattivi hanno uno scopo e un'identità),e rispetto a 29 anni fa il criminale era bianco,il pessimismo raggiunge livelli discreti.Le sorprese,per quanto prevedibili funzionano,anche se manca di vera tensione,e il cast partecipa con entusiasmo(Byrne comunque,non è sfruttato appieno).Se si accettano le regole,un prodotto discreto,confezionato con mestiere.

  • User Icon

    Filippo W2M

    02/05/2006 11:59:48

    Remake di un cult movie di John Carpenter (Distretto 13: le brigate della morte), Assalto al tredicesimo distretto racconta la storia di Jack Roenick (Ethan Hawke), ex infiltrato dell'antidroga che nel corso di un'operazione ha visto morire la sua squadra. Durissimo colpo per lui, tanto che chiede di venir spostato dietro ad una scrivania: quella appunto del 13mo distretto di Detroit. Il sergente Roenick dopo quasi un anno è alcolizzato e sotto tranquillanti, ma il lavoro nel suo distretto è pura e semplice routine, almeno finchè non arriva l notte di capodanno: ultima di vita della sede del distretto che verrà smantellato il giorno dopo. A presidiare sull'edificio restano solo lui, la sua segretaria ed il vecchio polizziotto che andrà in pensione il giorno successivo. Peccato che infurii una tempesta di neve e per precauzione un bus diretto al carcere della città debba deviare per ripararsi proprio al 13mo distretto. Il carico comprende tre delinquenti comuni e il super boss Marion Bishop (Lawrence Fishburne). La cosa diventa piuttosto inquietante ben presto: il distretto viene circondato da uomini armati che vogliono Bishop... ma chi sono? I suoi uomini? O forse no? Solo grazie all'eroismo di Roenick, che stende uno degli aggressori in un corpo a corpo, il gruppo capisce che si tratta di polizziotti: che succede allora? Jack decide che più bocche da fuoco avranno a disposizione e meglio sarà: per difendere la loro Alamo libera ed arma i prigionieri. Colpi (di scena e di pistola) si susseguono a ripetizione in puro b-movie style, in una spirale continua di emozioni che non emozionano troppo. Sciapa l'interpretazione del solitamente ottimo David Byrne nei panni del cattivone di turno, il corrotto capitano Duvall. Tutto sommato un film che si fa vedere, seppur con qualche sbadiglio. Western metropolitano!

  • User Icon

    chiara

    04/03/2006 12:32:50

    Molto bello come film un pò violento e crudo in certi tratti ma a me è piaciuto molto, bella la parte di Ethan Hawke e anche di Maria Bello, odioso quella di Palminteri..

  • User Icon

    maurizio

    17/01/2006 13:33:38

    Come tutti i ramake deve fare i conti con l'originale, un modesto filmetto, girato in economia, partendo da una buona idea (anche se il tema de l'assedio è ricorrente nei film di Carpenter). Manca una colonna sonora adeguata (altro must di Carpenter, altrettanto bravo come compositore che come regista). Ma il cast odierno è nettamente superiore (ottimo Hawke) e pur con tutti i suoi limiti, il film scorre con discrete scene d'azione. Forse la trama è un po' improbabile con la squadra d'assalto (in stile Nido di Vespe) tenuta in scacco da un aborracciato manipolo di difensori.

  • User Icon

    massimo

    16/01/2006 17:39:04

    Il vecchio film è diventato un cult, ma se lo fate vedere a un ventenne ne resterà deluso. Questo remake ne riprende in pieno le atmosfere (con il tema del gruppo di eroi sotto assedio che in Carpenter raggiunge la massima espressione) con un cast nettamente superiore. In particolare Fishburne è perfetto per l'inedito personaggio di cattivo-traditore-ma non troppo. Il problema è che mentre il vecchio distretto assediato da teppistelli e difeso da un'alleanza di buoni e meno buoni era abbastanza credibile, l'odierna rappresentazione di una squadra SWAT con licenza di uccidere tenuta in scacco da un pugno di sbirri e delinquenti di mezza tacca male armati lo è assai meno.Alla fine, anche se l'ambientazione artica conferisce un minimo di credibilità in più, gli scontri si trascinano stancamente fino a quello finale, anch'esso sopra le righe. Però lo scene d'azione sono ben fatte e Byrne è demoniaco nel ruolo dello sbirro corrotto che ha come unica strada per evitare la scoperta dei loschi traffici del suo nucleo quella di eliminare ogni testimone.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: Universal Pictures, 2011
  • Distribuzione: Videodelta
  • Durata: 109 min
  • Lingua audio: Inglese (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: trailers; interviste: intervista al cast e al regista