Athalia - CD Audio di Felix Mendelssohn-Bartholdy

Athalia

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Middle German Radio
Data di pubblicazione: 4 ottobre 2012
  • EAN: 4260144381816
Athalia, musiche di scena per due soprano, due contralto, voce recitante, coro e orchestra per il dramma di Jean Racine op. 74
Questo disco segna la nascita della MDR Klassik, l’etichetta classica varata dalla Mitteldeutscher Rundfunk. Registrato dal vivo nel 2009 in occasione del secondo centenario della nascita di Felix Mendelssohn, questo disco presenta una delle opere meno conosciute del grande compositore di Berlino, vale a dire le musiche di scena per due soprano, due contralto, voce recitante, coro e orchestra scritte per il dramma Athalia di Jean Racine. In questo lavoro di sorprendente bellezza è possibile riconoscere lo stile elegante ed evocativo di Mendelssohn, anche grazie all’eccellente esecuzione del coro e dell’orchestra della Mitteldeutscher Rundfunk diretta da un ispirato Jun Märkl. Registrazione live effettuata nella Sala Grande del Nuovo Gewandhaus di Lipsia.

Figlio di un violinista tedesco e di una pianista giapponese, Jun Märkl ha iniziato a studiare gli strumenti dei genitori, per passare però ben presto alla direzione d'orchestra. Dal 2007 Märkl è direttore principale dell'Orchestra Sinfonica della MDR.
  • Felix Mendelssohn Bartholdy Cover

    Compositore tedesco. Le vicende biografiche. Di famiglia colta e agiata, visse a Berlino dal 1811, ricevendo un'accuratissima educazione letteraria e musicale e rivelando doti di fanciullo prodigio. Da C.F. Zelter, suo maestro e direttore della Singakademie, apprese ben presto ad amare Bach e i classici della musica sacra. Nel 1821 divenne amico del vecchio Goethe; conobbe Weber e nel 1825, durante un viaggio a Parigi, Meyerbeer e Cherubini. Dal 1827 al '29 frequentò l'università di Berlino e nel 1829 esordì come direttore riesumando la Passione secondo Matteo; l'esecuzione segnò l'inizio della rivalutazione di Bach, allora quasi dimenticato. Nello stesso anno compì un viaggio in Inghilterra e Scozia, nel 1830 in Italia (Venezia, Firenze, Roma, Napoli), ricevendone profonde impressioni. Nel... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali