Attanasio cavallo vanesio (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1953
Supporto: DVD
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 9,90 €)

Lo stalliere Leo, mentre passeggia lungo il fiume con Attanasio, il suo cavallo prediletto, incontra Lea, una graziosa ragazza della quale s'innamora. Attanasio vien messo all'asta: Leo riesce ad acquistarlo ma gli viene rubato da una banda di gangster. Attraverso varie avventure, Leo, con l'aiuto di Lea, ritrova e salva Attanasio, del quale ha scoperto l'enorme valore commerciale e sportivo. Cavalcando Attanasio, Leo vince il derby: egli potrà così tramutare in realtà il suo sogno d'amore, sposando Lea.
  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2017
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 105 min
  • Camillo Mastrocinque Cover

    Regista italiano. Approfondisce i suoi studi in architettura con una lunga permanenza in Francia come scenografo teatrale e di set. Tornato in Italia, firma dalla fine degli anni ’30 una serie di opere in costume ancora legate ai suoi trascorsi teatrali, mentre dopo la guerra svela una vocazione comica che lo porterà alla regia di alcuni fra i più famosi film di Totò, con il quale instaura un prolifico sodalizio. Capisce l’inutilità di imporre al principe De Curtis il punto di vista di un regista-autore, a lungo invocato da tanta critica ostile, e si limita a predisporre e a governare l’insieme lasciando al genio comico italiano del Novecento la libertà di andare a braccio. Nascono così i «classici» della dettatura della lettera a P. De Filippo in Totò, Peppino e la... malafemmina (1956),... Approfondisci
  • Renato Rascel Cover

    Nome d'arte di R. Ranucci, attore italiano. Figlio d'arte, sin da giovanissimo calca il palcoscenico. Piccoletto, fisico nervoso, faccia arguta e simpatica, buon fantasista e ballerino di tip tap, ottiene notevole successo nel varietà sino a formare una sua compagnia. Interprete di numerosissime commedie musicali grazie anche alle sue doti di compositore – è autore di canzoni quali «Arrivederci Roma» e «Romantica» – dopo varie esperienze in radio e in televisione approda al grande schermo con un piccolo ruolo nella commediola scanzonata Pazzo d'amore (1942) di G. Gentilomo. Seguono numerose pellicole che lo ripropongono pedissequamente come macchietta comica dallo sproloquio verbale, tra cui Attanasio cavallo vanesio (1953) di C. Mastrocinque. In due sole occasioni ricopre ruoli drammatici... Approfondisci
Note legali