Attenti al buffone (DVD) di Alberto Bevilacqua - DVD

Attenti al buffone (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1976
Supporto: DVD

€ 9,99

Venduto e spedito da TUTTOSULVIDEO

Solo 1 prodotto disponibile

+ 5,00 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 6,25 €)

Uno stravagante musicista di nome Marcello Ferrari vive con un gatto, che ha chiamato Wolfango Amadeo, con Giulia e due figli. Durante una sua assenza Cesare, un attaccabrighe fascista, riesce a sedurre Giulia e a convincerla a trasferirsi nella sua casa abbandonando Marcello. Una volta ritornato, il musicista si vendica con molta ironia.
3
di 5
Totale 2
5
0
4
0
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    mandarino

    24/10/2009 09:47:51

    Brillante il poveraccio che si oppone al ras, tuttavia, visto il calibro degli attori ci si poteva aspettare di più. Mi ha fatto sorridere Loredana Bertè nuda alla festa del ras, nostalgine di un 46nne.

  • User Icon

    stefania

    30/04/2008 16:35:12

    bravi gli attori, come ci si può aspettare da Manfredi e la Melato ma trama sconclusionata, ci si aspetta sempre qualcosa ma non succede niente che sconvolga tutto e soprattutto il senso, a parte l'avidità del ras e la semplicità del poveraccio che abilimente con ironia riesce a sopraffarlo, non riesco a capirlo!un polpettone troppo prolisso

  • Produzione: No Shame Films, 2009
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 110 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital Mono)
  • Formato Schermo: Wide Screen
  • Area2
  • Contenuti: Trailers
  • Alberto Bevilacqua Cover

    Bevilacqua scrive il suo primo romanzo, La Polvere sull'erba, nel 1955. Sciascia ne legge il dattiloscritto: vorrebbe pubblicarlo, ma ritiene che possa provocare uno scandalo. Sarà pubblicato per la prima volta nel 2000 nella collana Tascabili Einaudi. Il successo internazionale arriva con La Califfa (1964), "romanzo centrale" negli anni Sessanta, per la limpida riuscita letteraria e perché testimonia, attraverso alcuni grandi protagonisti, splendori e miserie di quel miracolo economico italiano che avrebbe ispirato la migliore narrativa e il miglior cinema dell'epoca. Tra gli altri romanzi del periodo Una città in amore (1962, ripubblicato in una nuova stesura nel 1988) e Questa specie d'amore (1966, premio Campiello). Intellettuale impegnato... Approfondisci
  • Enzo Cannavale Cover

    Propr. Vincenzo C., attore italiano. Formatosi in teatro, in compagnia con i De Filippo e poi con P. De Vico e U. Alessio, si afferma nel cinema come caratterista versatile, specializzato soprattutto nel filone erotico all’italiana, dove sa dar vita a ruoli simpatici ed estrosi in film come L’insegnante (1975) di N. Cicero, La liceale (1976) di M.M. Tarantini o La settimana bianca (1980) di M. Laurenti. Spalla ideale di alcuni dei maggiori comici italiani, da R. Pozzetto a E. Montesano, è espressione della migliore tradizione comica partenopea. Deliziosa la sua imitazione di Eduardo che beve il caffè in Liquirizia (1979) di S. Samperi, con cui lavora anche in numerosi altri film. Approfondisci
  • Nino Manfredi Cover

    "Propr. Saturnino M., attore e regista italiano. Dopo la laurea in giurisprudenza, frequenta l'Accademia di arte drammatica e esordisce già nel dopoguerra con un piccolissimo ruolo in Torna a Napoli (1949) di D. Gambino, trascinando poi per una decina d'anni e una ventina abbondante di pellicole una macchietta di popolano dalla buffa parlata romanesca che, se da un lato gli fa guadagnare le immediate simpatie del pubblico, dall'altro gli impedisce di mettere a frutto altre sue doti meno evidenti (per es. Guardia, ladro e cameriera, 1958, di Steno, e l'improbabile gondoliere veneziano in competizione amorosa con A. Sordi in Venezia, la luna e tu, 1958, di D. Risi). Col tempo, almeno a partire da L'impiegato (1959) di G. Puccini, gli riesce di arricchire di una vena di malinconica timidezza... Approfondisci
Note legali