Attesa di Dio - Simone Weil - copertina

Attesa di Dio

Simone Weil

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 15 ottobre 2008
Pagine: XXXVI-350 p., Brossura
  • EAN: 9788845923111
Salvato in 206 liste dei desideri

€ 23,75

€ 25,00
(-5%)

Punti Premium: 24

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Attesa di Dio

Simone Weil

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Attesa di Dio

Simone Weil

€ 25,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Attesa di Dio

Simone Weil

€ 25,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 25,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


"Simone Weil ha convertito molti non cattolici, ha deconvertito molti cattolici".

È sufficiente questa affermazione di un noto teologo per testimoniare quale rivoluzionario valore abbia assunto, nel Novecento, un pensiero che si dipana in una piccola costellazione di "libri duri e puri come diamanti, dal lento ritmo incantatorio, dal francese sublime" (secondo le parole di Costina Campo). Una costellazione al centro della quale si colloca "Attesa di Dio", raccolta di scritti - composti fra l'autunno del 1941 e la primavera del 1942 - apparsa postuma nel 1949 per le cure di Joseph-Marie Perrin, l'affabile padre domenicano che fu amico, confidente e destinatario delle sei lettere che, dettate da un ineludibile "bisogno di verità", costituiscono parte essenziale dell'opera.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,43
di 5
Totale 7
5
6
4
0
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    M.P.

    09/05/2020 23:59:04

    Epistolario religioso con saggi di cultura religiosa, destinato a Chiesa Cattolica, cui titolo da Prelato cattolico, per decifrabilità 'altrui'; Edizione ne riportava, in traduzione italiana, a stadio preliminare, senza porne a làtere titolo e con scritti di altri autori, uno introduttivo uno finale, cui palese forza e non evidente critica decadute. Simone Weil vincente negatrice del fisicalismo meccanicista; non così sorte catto-comunista, oggidì specchio di vacuità di rapporti sociosanitari - Chiesa Cattolica -Stato, cui due saggi editoriali preludevano ora autonegandosi a fronte di lettura, dei lavori di Autrice, sincronicamente ormai senza senso. Lettura diacronica ha esito, trasformato da nuova scoperta archeologica di antica civilizzazione solo affine a davidica in Zone Nord di Israele cui natura in antichità era Libano; ad atti accademici, ora espressa nullità dei legami supposti alfine solo dubitati da autrice circa realtà civile troiana e distruzioni achee, Esodo ebraico e Guerra di Troia; con armamentario linguistico, di stessa autrice, ineluttabilmente da misticista a mistificato: di Ovest dei Greci-Pelasgi, indistinzione con Est, per episodi cui si ritenne nuovo peccato originale ma cui compiersi negato da accadimento apocalittico e cui ella dava per giudizio, in nostri tempi neppur concepibile. Saggezze di lei, già in smentite: esempio cristico di Elettra, da armi improprie dei nazisti; animalista compassione, da insetticidi eccessivi in uso dai filonazisti in Francia; citazione orientalista, da sciocca mimesi di sosia d'Hitler... di epos, di arma mal sacrificata, contro umano meritevole di altro caso pur se colpevole, Weil citava senza sufficiente storica coscienza di Arianesimo né di Arii e Indi. Da sua concezione ecologica antropoteologica a cosmologica, ella volle Nuova Chiesa con religione universale ove compassione per non umani quindi esclusione di umane prepotenze contro non umani, ma suoi atti con futuro non per Weil medesima. MAURO PASTORE

  • User Icon

    Eliana22

    21/09/2019 17:33:50

    Attesa di Dio si pubblica qui in una nuova traduzione dopo oltre 30 anni dalla prima edizione. È un libro che sconvolse una generazione ed è senza alcun dubbio un immenso libro. Un grande classico cristiano, lo si è voluto chiamare. Più esattamente, forse, un grande classico precristiano e al supporto di molti di quelli che erano giovani nell'ultimo dopoguerra alle soglie del cattolicesimo. Più tardi, bisogna dirlo, non sono pochi tra essi che superarono quelle soglie ma altri, per opera di Simone Weil, le superarono in senso inverso. È questa la sorte di chi come si muove, e creda di potere restare sulla porta nella posizione tra tutte inequivoca e, tra tutte rischiosa per i suoi lettori. Simone Weil non intende, entrando nella chiesa, separarsi dalla massa immensa degli increduli. Non vorrebbe mai. Ed è chiaro ancora una volta, che nessuno le parlò mai delle confraternite per esempio. È chiaro che non lesse mai le vite dei Santi ma furono forse i santi quasi universalmente fedeli ad avvitare i suoi scritti. È un libro che richiede tanta attenzione, ma che sicuramente dopo la lettura ripaga come nessun altro.

  • User Icon

    domenico92

    09/03/2019 13:29:58

    Spero abbiate provato nella vostra vita la sensazione che il protagonista sperimenta alla fine di 2001, quando dice "Mio Dio, è pieno di stelle", ovvero la scoperta di un universo prima inaccessibile, vasto e sorprendente. Incontrare Simone Weil è incrociare una mente superiore, lucida e ispirata: la parte seconda, denominata "Scritti", è in particolare un tesoro enorme, le pagine sul Padre Nostro andrebbero studiate rigo per rigo, e le rimanenti parti rappresentano un vertiginoso sguardo sull'abisso dell'amore di Dio. Le lettere iniziali invece rappresentano la pietra dello scandalo, e forse la ragione per cui, a torto, è più famosa fra i cristiani. La Weil è simile a scrittori come Kafka: non è una scrittrice, ma un evento. Il modo più efficace per replicare l'evento Weil di fronte a un'altra persona sarebbe darle uno schiaffo. E magari urlarle addosso, secondo lo stile Rinzai dello Zen, forse sembra un libro di forte tensione spirituale ma se per un attimo si rivede la storia di questa donna la sua vita che non si è chiusa mai un attimo alle sicurezze che spesso cerchiamo per capire qualcosa della nostra vita che si è sempre messa in discussione, ha sempre cercato bene, allora forse liberi di crederci o meno si sente la presenza di qualcuno che era lì accanto a noi che ci stava vicino era quello che ognuno di noi aspettava.

  • User Icon

    Francesca

    18/09/2018 11:17:13

    Scrittrice molto complessa, certamente una delle più grandi menti del Novecento.

  • User Icon

    Davidebianco

    17/09/2018 21:06:31

    Un personaggio con una sensibilità strabiliante... riesce a parlare di fede e ateismo contemporaneamente.. Un autrice da approfondire grazie ai numerosi libri e quaderni che ha scritto

  • User Icon

    Agata

    28/02/2018 19:03:44

    Uno splendido testo. Da meditazione. Non è adeguato accostarsi a tanta sapienza semplicemente leggendo.Il libro va còlto nelle sue molteplici dimensioni:filosofica,sociologica,religiosa,spirituale,psicologica,umana! Sono rimasta profondamente segnata dalla probità intellettuale della Weil e travolta dal suo pensiero cristallino e geniale, ma non semplice, ne ho fatto la mia eroina! Pur dissentendo da alcune sue posizioni, trovo il suo essere libera e incapace di lasciarsi soggiogare dal letale "rispetto umano", un esempio di vita e coerenza che dovrebbe indurre tutti noi - abituati a un gregarismo massificante - a profonda riflessione! Consigliatissimo!

  • User Icon

    Un lettore

    20/05/2009 13:37:54

    Un libro immenso, come lo defini' Cristina Campo, il culmine dell'esperienza religiosa moderna, e quindi un'ennesima smentita del luogo comune secondo cui modernità sarebbe sinonimo di secolarizzazione. Come riassumere un'opera cosi'? vi sono formulate alcune delle piu' complesse e ardite speculazioni sull' io, il tempo, la morte, il desiderio...Tutto a partire dai fondamenti del Cristianesimo, o meglio a partire da un'esperienza religiosa che si pone "all'incrocio tra Cristianesimo e tutto cio' che Cristianesimo non è" : la filosofia, la saggezza di chi non crede, e poi le "altre religioni" (a questo proposito le considerazioni sull'io e sul desiderio espresse nel commento al Padre Nostro troverebbero d'accordo qualunque buddhista). Fondamentali le considerazioni sulla Chiesa, la "cosa sociale": farne parte? Simone risponde che preferisce starne fuori in nome di tutto cio' che dalla Chiesa è escluso; la Chiesa sposa oggi la causa delle libertà individuali? Simone risponde che lo fa perchè non ha altra scelta, e con la speranza di riprendersi cosi' il potere e il prestigio che aveva in passato. Questa nuova edizione Adelphi è accompagnata da due saggi introduttivi di una certa utilità per inquadrare l'esperienza religiosa di Simone e da un inutile apparato critico-filologico.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
  • Simone Weil Cover

    Simone Adolphine Weil, di ricca famiglia ebraica che le impartì un’educazione raffinata e severa, fu allieva di Alain di cui subì profondamente l’influsso. Dopo essersi laureata in Filosofia all’École Normale Supérieure, insegna fra il 1931 e il 1938 nei licei di varie città di provincia. Nell’inverno del 1934 abbandona l’insegnamento per lavorare come manovale nelle fabbriche metallurgiche di Parigi (per poter “parlare della causa operaia con cognizione di causa”). lavorando nelle officine Renault come operaia per circa otto mesi. Testimonianza di questa esperienza, che ebbe gravi conseguenze per la sua salute, sono il diario e le lettere raccolte sotto il titolo La condizione operaia (La condition ouvrière,... Approfondisci
Note legali