L' attimo fuggente. Special Edition

(Dead Poets Society)

Titolo originale: Dead Poets Society
Regia: Peter Weir
Paese: Stati Uniti
Anno: 1989
Supporto: DVD

17° nella classifica Bestseller di IBS Film - Drammatico

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 6,99

€ 7,99

Risparmi € 1,00 (13%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibile in 4 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Commovente dramma sulla poesia e sulla vita

Trama
John Keating, giovane insegnante di letteratura inglese, arriva nel 1959 alla Welton Academy, di cui era stato allievo, dove regnano Onore, Disciplina, Tradizione e ne sconvolge l'ordine imbalsamato insegnando ai ragazzi, attraverso la poesia, la forza creativa della libertà e dell'anticonformismo. Coraggioso nella scelta tematica, discutibile nella sua poco critica esaltazione dell'individualismo e con qualche forzatura retorica, è una macchina narrativa perfettamente oliata che non perde un colpo sino al finale che scalda il cuore, inumidisce gli occhi e strappa l'applauso.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mr Gaglia

    27/08/2014 10:42:36

    Qualche volta il cinema riesce ad insegnare molto e permette di comprendere qualcosa sul senso della vita. Con la sua forza un film è capace di riuscire a coinvolgere persino l'anima dello spettatore andando ben oltre la solita funzione ludica e di distrazione. Tra tutti i film che riescono in questo intento sicuramente non si può dimenticare il capolavoro dell'attimo fuggente. Sebbene il titolo italiano sia in realtà fuorviante rispetto all'originale "Deaths Poets Society", proprio la traduzione del titolo riesce in qualche modo a cogliere l'essenza del film. Nella storia troviamo infatti un ipotesi del senso della vita, ossia di quale sia per meglio dire l'essenza della nostra esistenza e da cosa dipende. In una scena tra le più famose il professore di letteratura inglese Jhon Keating, interpretato da un meraviglioso, indimenticabile, Robin Williams, spiega ai ragazzi l'importanza nella vita di saper cogliere il momento giusto e approfittare delle occasioni prima che sia troppo tardi, perché qualunque cosa accada si giunge prima o poi inevitabilmente alla morte. Questo è il solo destino dell'uomo, un destino che non può cambiare e allora la differenza la fa il modo in cui noi siamo riusciti a riempire l'intervallo di tempo che c'è tra la vita e la morte. Il film comunque non si riduce solo a questo concetto, bensì è il punto di partenza che permette al personaggio di coinvolgere i suoi allievi nel mondo dell'arte e mostrare ad essi quanto questa sia necessaria nella vita dell'uomo. L'intreccio non è mai noioso e tutte le dinamiche portano ad una conferma di ciò che il prof dice nel corso delle sue lezioni. Così passiamo dal giovane innamorato che riesce a dichiararsi con la sua bella, al ragazzo amante del teatro che trova la sua strada. L'interpretazione di Williams è coinvolgente ed efficace; sembra anche a noi di essere presenti in quell'aula ad ascoltare la lezione totalmente catturati dal carisma dell'attore che riesce a imprigionarci tutti. Capolavoro!

  • User Icon

    Davide

    10/07/2013 12:34:59

    Dal punto di vista narrativo , il film di pregi ne ha molti : una trama coinvolgente, l'ambiente scolastico reso con efficacia , personaggi molto riusciti , anche grazie ad attori eccellenti ( Robin Williams su tutti ) . Paradossalmente , il problema sta sul lato concettuale : la filosofia di Withman viene profondamente travisata ( così come l'epicureismo del Carpe Diem oraziano ) e convertita in un ambiguo e discutibile ibrido di romanticismo e dandismo decadentista , che esalta acriticamente l'indivdualismo e la ribellione. Sono impulsi irrazionali e istintivi come questi che hanno portato ai fenomeni di "anticonformismo conformista" e di progresso senza dialogo con i padri che Pasolini condannó, ad esempio, nel movimento sessantottino. Laddove Weir esalta un modello quasi superomistico ( dannunziano più che nietzscheano ) , il vero Whitman era assai più umile. "infiniti cortei d'infedeli, città gremite di stolti" recitava Keating , ma sarebbe bastato proseguire di un verso per leggere "ma chi è più stolto e infedele di me?".

  • User Icon

    Lorenzo

    03/01/2012 10:49:00

    Interessante la storia, ben fatto il film, scivoloso l'insegnamento che se ne può trarre: Keating ha una parte di colpa e colleghi e preside hanno ragione a dire che egli dovrebbe insegnare a giovani imberbi la letteratura e non la ribellione. Se i libri si strappano o si censurano, non ci lamentiamo se poi qualcun altro lo fa. Il collegiale secchione picchiato è dipinto come antipatico ma è l'unico che ha un po' di cervello. Anche qua, morale invertita, come in tanti film.

  • User Icon

    Christine

    01/06/2011 14:01:55

    Un capolavoro! Assolutamente il mio film preferito!!!... grande Nuanda!!! ;-)

  • User Icon

    valentina simona bufano

    25/02/2011 18:35:31

    un film che si contraddice e spesso didascalico divide il mondo in bianco e nero ùcose buone: il calcio, il sax, il romanticismo cose cattive: il canottaggio, il clarinetto, il realismo qualcuno potrebbe avere una diversa opinione e dopo aver convinto lo spettatore della perfezione del professore contro quel cattivone del preside ecco che la trama scivola dalla luce alle tenebre Dalton ne combina una grossa Il professore buono non fa quello che dovrebbe, ovvero nn dice a Neal che deve aspettare a recitare quando sarà maggiorenne la verità è che senza lo studio Neal avrebbe combinato poco nel teatro tutto era perfetto fino all'arrivo di Jhon Keating è lui a portare Neal al suicidio è lui a fornire al povero ragazzo nuovi punti di vista mentere al ragazzo manca il piùprezioso dei doni: la libertà

  • User Icon

    valentina simona bufano

    13/02/2011 00:31:03

    sarebbe tutto perfetto se il film nn fpsse un pelino troppo didascalico giusto-sbagliato giusto: il prfessor Keating, il romanticismo, il calcio sbagliato: il preside Nolan. il realismo, il canottaggio ma il film si contraddice da solo, credo dopotutto Neal si uccide significa che gli adolescenti hanno bisogno di regole questo professore che destruttura le loro vite preconfezionate in realtà non fa il loro bene guardiamo i risultati: un suicidio un espulsione e tutti gli altri restano traumatizzati, segnati bell'affare credo che il professore avrebbe fatto meglio a dire allo studente che doveva prima diplomarsi e poi recitare dopotutto un attore di teaatro deve avere una certa cultura senza preparazione Neal nn sarebbe comunque andato lontano io la penso così un film che si contraddice

  • User Icon

    Lady Libro

    19/01/2011 14:02:19

    Uno dei film più belli che io abbia mai visto! Commovente, dolce che insegna moltissimo, compresa l'importanza della libertà di pensiero e quella di distaccarsi dal "gregge" amorfo e conformista per trovare la propria strada. Robin Williams inoltre è bravissimo!

  • User Icon

    Ade

    07/01/2011 17:48:35

    quando leggo commenti come quello di sadsadkitty capisco perchè l'italia sta andando in malora. detto questo... il film è semplicemente meraviglioso

  • User Icon

    BillyRey

    10/11/2010 23:33:13

    CAPOLAVORO, NON SI PUO' IN ALCUN MODO NON AMARE QUESTA PELLICOLA.

  • User Icon

    SadSadKitty

    21/04/2010 17:52:08

    Uno dei film più stupidi e brutti che io abbia mai visto. Pretende di lancare un messaggio di libero pensiero e rinnovamento di ideali obsoleti, ma è solo un'americanata che fraintende completamente il Carpe diem di Orazio, mostrando un professore che vuol fare a tutti i costi il controcorrente per "cogliere l'attimo", trascinando con sè un gruppo di frustrati giovani e portandoli nell'irresponsabilità. Lasciate perdere...

  • User Icon

    katia

    19/04/2010 18:11:49

    Profondo, ma di una profondità indescrivibile! In assoluto il mio film preferito...

  • User Icon

    max

    24/06/2009 18:42:38

    un professore di mentalità aperta e contro corrente riesce a conquistare l'amore dei suoi alunni. commovente e bello

  • User Icon

    FABIANO

    08/05/2009 09:36:22

    QUALCOSA CHE RIMARRA' IMPRESSO NELLA MEMORIA E NEI NOSTRI SENTIMENTI.

  • User Icon

    Dioniso91

    18/11/2008 15:24:54

    Semplicemente uno dei più grandi film mai girati. Senza parole.

  • User Icon

    Tommaso

    18/10/2008 13:44:58

    Meraviglioso e commovente, un classico ormai del cinema americano, da far vedere ai più giovani ma non solo a loro.

  • User Icon

    Nicola

    10/06/2008 13:44:59

    Questo film non lo avevo mai visto prima d'ora, devo dire che sono stato davvero sciocco, stupido e banale a non prenderlo in Gran Considerazione.Perchè ieri sera mentre ero lì di dronte al televisore a vederlo, mi sono reso conto che tutto può sfuggire dalla vita, se non sai davvero coglierlo, "...che il potente Spettacolo continua e che tu puoi contribuire con un Verso". Non ho parole.Complimenti al cast ma sopratutto a Capitano o mio Capitano.

  • User Icon

    curtis

    22/04/2008 17:17:56

    Cosa posso dire di questo film che non sia stato già detto?? Di solito le opere che mi piacciono particolarmente le rivedo diverse volte in Vhs o Dvd: questo film invece, nonostante a mio parere sia uno dei migliori nella Storia del Cinema, l'ho visto solamente una volta, appena uscito nelle sale, con la mia fidanzata... Qualche anno dopo acquistai in edicola la Vhs ma negli anni successivi non abbiamo più avuto il coraggio di rivederlo: il groppo che ci lasciò in gola era stato ed è ancora troppo grande... Oggi all'ora di pranzo ero solo e rovistando in un cassetto della sala è uscita fuori la cassetta ancora incellofanata: ho avuto il coraggio di infilarla nel videoregistratore ed ho rimirato i primi 10 minuti... le immagini scorrevano nitide nella mia mente come se i quasi 20 anni nel frattempo trascorsi fossero stati appena 20 minuti... La mia fidanzata dell'epoca, oggi è mia moglie e la madre delle mie figlie di 13 e 10 anni: sono convinto che sia giunta l'ora di rivederlo con tutta la famiglia... Sono pochi i veri valori nella vita e credo che in questo capolavoro siano tutti sottolineati egregiamente... Non ho altro da dire, anzi... ne sono certo, è giunta l'ora di spiegare alle mie figlie cosa significa il Grande Cinema!!!

  • User Icon

    Sally

    31/03/2008 16:54:50

    Non ho parole: meraviglioso!!!!!!!!

  • User Icon

    Kurt619

    25/03/2008 18:11:48

    Quando si dice "poesia".Quest'opera non è semplice teatro da marionette, nè tantomeno lirica, ma pura, semplice, candida, nitida, aurea poesia.Su questa pellicola vengono trasportati tutti i sogni dei giovani, tutte le loro aspirazioni, disinganni, speranze e delusioni che vanno a comporre un puzzle drammaticamente rotto e scompigliato tanto dalle dure e drastiche convenzioni sociali quanto dall'ottusità e cattiveria dell'uomo, povera creatura che non può vedere al di là del suo naso.Un Robin Williams al massimo della forma che, molto probabilmente, si sarebbe meritato l'oscar.Un film per romantici.

  • User Icon

    Gandalf

    26/02/2008 16:10:02

    Ragazzi giù il cappello. Questo film è ARTE! Da non perdere ed anche da riflettere.

Vedi tutte le 97 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: Touchstone Home Entertainment, 2002
  • Distribuzione: Walt Disney Studios Home Entertainment
  • Durata: 123 min
  • Lingua audio: Inglese (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 5.1);Tedesco (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Francese; Italiano; Tedesco; Spagnolo; Ebraico; Greco; Turco; Serbo-croato; Sloveno
  • Formato Schermo: 1,78:1
  • Area2
  • Allegati: Booklet