L' autoreverse dell'esperienza. Euforie e abbagli della vita flessibile - Filippo La Porta - copertina

L' autoreverse dell'esperienza. Euforie e abbagli della vita flessibile

Filippo La Porta

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Anno edizione: 2004
Pagine: 150 p., Brossura
  • EAN: 9788833915708
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 12,75

€ 15,00
(-15%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

L' autoreverse dell'esperienza. Euforie e abbagli della vita...

Filippo La Porta

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' autoreverse dell'esperienza. Euforie e abbagli della vita flessibile

Filippo La Porta

€ 15,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' autoreverse dell'esperienza. Euforie e abbagli della vita flessibile

Filippo La Porta

€ 15,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 15,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Se l'esperienza è esposizione al dolore, alla noia, al tempo morto della passività e alle loro conseguenze irreversibili, la nostra vita quotidiana sembra averle preferito un surrogato artificioso, una simulazione meno vulnerabile. Siamo immersi nell'euforia dell'interazione controllata, dell'autoriferimento senza pathos, dell'atrofia dei sensi come garanzia anestetica. Attraverso lo scrutinio della letteratura e del pensiero critico contemporanei, La Porta ci riavvicina alle ragioni antropologiche ed etiche di un'esperienza possibile: il contrario del comodo "autoreverse" che ci allestisce il rumoroso teatrino della cultura nazionale, abitato da postavanguardie conformiste e da fatui eversori sedotti dall'esistente.
2
di 5
Totale 2
5
0
4
0
3
1
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    francesco orlando

    24/04/2005 14:19:39

    bello il titolo, brutto il libro.

  • User Icon

    larosse

    19/04/2005 07:52:06

    Bello il libro, orrido il titolo.

C'è una notazione, tra le molte suggestive che gremiscono L'autoreverse dell'esperienza , da cui conviene cominciare: "Se nel capolavoro di Musil che apre il XX secolo ci veniva spiegato che oggi ti ritrovi con le qualità senza l'uomo, al volgere dello stesso secolo hai sì le esperienze, ma senza chi le fa". Da completare consì: "L'esperienza, nel momento in cui diventa reversibile, evapora. Nulla lascia più tracce su di noi. Così, ben al riparo da ogni delusione, pronti a consumare ogni cosa in fretta e senza eccessivi turbamenti, ci accade di galleggiare su una nuvola di confortevole irrealtà. Volendo immunizzare l'esistenza contro la sventura, il caso, la depressione, il dolore fisico, la morte, abbiamo finito con l'immunizzarla contro se stessa". La Porta vi condensa almeno una delle verità, diciamo epistemologiche, cui è approdato il secolo appena trascorso. E nello stesso tempo vi contrae una delle sue principali preoccupazioni: che ormai si viva tutti dentro l'ossimoro di un'esperienza così depauperata da coincidere con il suo opposto, l'astrazione, fino a rappresentarne la forma più aggiornata e subdola. Con una postilla carica d'implicazioni civili e pedagogiche, dove entra in gioco anche un patema di padre (La Porta, senza indulgere in narcisismi, appartiene alla famiglia di saggisti che parlano a titolo personale: da Chiaromonte al vicinissimo Berardinelli): d'essere arrivati al punto in cui, per la prima volta, si corre il pericolo che nulla sia più trasmissibile in eredità da una generazione all'altra. Entro un processo globalizzante in cui "il caso Italia" pare candidarsi a un ruolo d'avanguardia.
Lo si sarà capito: quello di La Porta non è un libro sulle condizioni di possibilità dell'esperienza al tempo della virtualità e della simulazione, ma una cordiale, affabulante, proposta fenomenologica: a restituire la continua conversione di esperienza in realtà e viceversa. L'apertura del compasso è invidiabile: e va da Nietzsche al Pierfrancesco Pacoda di Hip hop italiano . Suoni, parole e scenari del Posse Power , da Philip K. Dick a Tommaso Pincio. Nei modi di un'intelligenza prensile e onnivora. Con un solo rischio: di metabolizzazione. A descrivere una situazione irrecuperabile? Non si direbbe: se è vero che, attraverso la letteratura (romanzi e, sopratutto, saggi), il critico non rinuncia allo scrutinio di molti tentativi di riappropriazione della realtà. Se La Porta è il patologo della nostra contemporaneità, l'isolamento del virus gli ha comportato, da sempre, la predisposizione del vaccino. A pensarci bene: non è questo il libro verso cui sembrano convergere tutti gli altri? Ecco: la reversibilità dell'esperienza non è stata una delle bussole che gli ha orientato il giudizio di valore nel fortunato volume sulla nuova narrativa italiana (1999)? Le frasi fatte e i modi di dire, in Non c'è problema (1997), non ampliano il campo d'una medesima sintomatologia? Per non parlare della partita giocata con Pasolini nel saggio del 2002. Per queste ragioni credo abbia scritto il suo libro più bello e maturo. Di sicuro quello necessario.

Massimo Onofri

Note legali