€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Antonio

    23/11/2017 14:53:54

    E' una cosa impossibile da guardare. Quando uscì per la prima volta e lo andai a guardare al cinema, ricordo che già dalle prime immagini dovetti uscire dal cinema di corsa........................ORRIBILE......................

  • User Icon

    Valentina

    25/06/2017 06:38:14

    Begli effetti speciali, trama inconsistente e storia trita e ritrita, la solita guerra tra buoni e cattivi, tra indiani e cowboys inserita in un contesto fantascientifico e condita da riferimenti religiosi ad un albero divinità che ha un nome molto somigliante a quello alla base di varie religioni monoteiste. L'animazione è particolare ma più che altro da un punto di vista prettamente tecnico, niente di straordinariamente fantasioso né di impressionante per quanto concerne riferimenti a nuove teorie sociali o della comunicazione, che pure al canadese Cameron non dovrebbero essere ignote. Ha raggiunto il record di film con più incassi della storia del cinema per cui evidentemente per molti spettatori rappresenta un film da vedere assolutamente, de gustibus non disputandum est, dicevano i Romani.

  • User Icon

    Mr Gaglia

    11/11/2014 13:27:13

    James Cameron ancora una volta ha lanciato la sua sfida molto personale al mondo del cinema. Così come in Titanic, snobbato a torto dalla critica più conservatrice, anche in Avatar decide di basare l'impresa su una sceneggiatura che a un primo sguardo non può non apparire decisamente semplice. Cameron si rivela, proprio grazie agli stereotipi narrativi di cui fa ampio uso, un vero autore. Potrebbe sembrare un ossimoro ma non è così. Perché pesca citazioni a piene mani dalla storia del cinema ma riesce a trasferirle nelle proprie ossessioni narrative. Che sono quelle (tanto per citarne solo alcune) della scoperta di 'Nuovimondi' da Abyss al già citato Titanic, o del cosa significhi sentirsi alieno e sul cosa accade quando la prospettiva si rovescia. Ma è soprattutto il mistero delle dinamiche organiche naturali e del loro rapporto con la scienza e con i suoi prodotti che lo affascina. Non facendogli però dimenticare che al pubblico non è sufficiente offrire la tecnologia più avanzata (che qui non manca). Non basta stupirlo. Anche se nel modo più accessibile è fondamentale suscitare un pensiero. In Titanic ci si immergeva alla ricerca di un tesoro e se ne riportava invece una traccia di memoria (il ritratto) che spingeva poi lo spettatore a interrogarsi su una nave che diveniva, senza superflue sottolineature, il simbolo della divisione in classi di una società. In Avatar, la recente lezione della guerra in Iraq lascia le sue tracce profonde. Ancor più del discorso ecologico che sottende tutto il film (con la sua visione di un'energia panica da rispettare) è quello sulla facile etichettatura di nemici applicabile a coloro che posseggono le fonti energetiche che abbisognano ai più forti che maggiormente segna la narrazione. È storia di sempre, si dirà, già vista (al cinema) e sentita. Ma ci vogliono registi capaci di osare; onore al merito.

  • User Icon

    Stefano

    11/12/2012 11:11:55

    Me lo immaginavo diversamente. Prima di tutto, essendo un film di fantascienza (genere che ripudio non poco), ero pronto a liquidarlo dopo 3 secondi. Ma devo dire che, nonostante le quasi 3 ore di durata, si è rivelato un film godibilissimo nonostante una trama abbastanza prevedibile (ma comunque interessante). Molto appagante visivamente, un mix bellissimo di luci, forme e colori da lasciarti stordito, ma pecca un po' nella narrazione dei personaggi che non vengono approfonditi e nella costruzione della storia che separa con l'accetta il bene e il male, facendo diventare fin troppo facile tifare per la super razza dei Na'vi o come si scrive, creature bellissime ed eleganti, l'esatto contrario degli umani che costruiscono aerei perchè non sanno più cavalcare gli uccelli, macchine perchè non sanno più domare i cavalli e robot perchè non sanno più usare il loro corpo. Sicuramente non merita di aver stracciato qualsiasi altra pellicola al botteghino, i capolavori a mio parere sono altri, ma resta comunque un film molto bello.

  • User Icon

    Thinner5

    15/06/2012 02:37:07

    Film visivamente sbalorditivo! Di solito non do un grande valore agli effetti speciali, che spesso fanno cadere in secondo piano la trama, ma qui ci si trova di fronte a qualcosa di veramente mai visto prima! Sono rimasto a bocca aperta! La trama non è malaccio(ho visto di molto peggio), ciononostante si poteva fare sicuramente qualcosa di meglio, un pò più all'altezza della realizzazione grafica. Ripeto, gli effetti speciali non sono tutto, ma è impossibile non elogiarli in questo film!

  • User Icon

    monica

    22/03/2012 11:20:05

    Mi trovo d'accordo con Carlo e' una bella favola e ben riuscita, gli effetti speciali sono meravigliosi stupefacenti e sono proprio loro che catturano l'attenzione dall'inizio alla fine rendendo il film molto leggero e rilassante. In fondo l'ingordigia dell'Uomo disposto a tutto per denaro utilizzando la sua soverchiante potenza bellica non e' una novita' la storia del Pianeta Terra ha molto da raccontare in merito, come non sono certo novita' le storie d'amore e di eroico coraggio non esiste film che non ne tratti, ma non per questo si puo' giudicare banale questo film. E' proprio l'intreccio di queste vicende che mi hanno fatto amare questo film cosi' come ho apprezzato il personaggio del marine che tra coraggio da vendere e amore per la sua donna decide di diventare per sempre parte del Popolo, facilmente nella sua situazione avrei fatto la stessa scelta, certo e' solo fantasia ma molto ben narrata.

  • User Icon

    antonio

    20/01/2012 21:26:25

    Bel videogiocone, molto spettacolare, storia già vista e stravista (avete presente Un Uomo chiamato Cavallo? E tanti altri film ancora...). Non l'ho visto in 3D, ma me ne faro' una ragione. Voto medio, voglio essere buono.

  • User Icon

    Antonio

    17/09/2011 18:59:03

    Stupendo! Di diritto tra i migliori 10 film della storia, scenografia ed effetti speciali bellissimi! Ho provato una rabbia inaudita di fronte all'avidità della razza umana e dalla superbia e arroganza con cui pretende di appropriarsi di tutto con la forza; purtroppo facciamo tutti parte della stessa e assistiamo ogni giorno inermi e indifferenti alla morte del nostro pianeta, in un futuro neanche troppo lontano lo scenario presentato nel film (la Terra diventata invivibile, senza verde e senza fonti energetiche) può avverarsi e allora, ma neanche un attimo prima, ci renderemo conto a cosa è servito esser tanto avidi! Nel film vengono citate queste parole: "LA GENTE DEL CIELO HA UCCISO LA LORO MADRE!" Ed a chi dice che la pellicola voglia mandare un messaggio new age eco-moralista, allora rispondo: GUARDA COME VIVI E RENDITENE CONTO!

  • User Icon

    Alessandro

    17/03/2011 08:54:09

    Film godibile e piacevole per passare un pomeriggio domenicale invernale in compagnia della famiglia,non un film epocale,ma piacevole,bastava essere onesti e dire che era un rifacimento di "Balla coi lupi",non ci sarebbe stato niente di male di fare una versione alternativa di un Kolossal di un ventennio fà.

  • User Icon

    pippi

    01/06/2010 18:06:12

    Nonostante i numerosi rimandi (vero: difficile non cogliere i debiti a Balla con i Lupi, ma anche le montagne fluttuanti sono un deja vu, visivamente sontuoso, ma decisamente non originale), io la storia me la sono goduta. Credo che la maggior parte del merito sia nel rendering delle figure in 3d, che leggo aver usato una tecnica avveniristica nel riprodurre i movimenti e le espressoni degli attori veri. Rimane il fatto che i Na'vi sono piu' espressivi, e divertenti, degli attori umani. Comunque, il messaggio ecologista mi sta bene, la fantasmagoria visiva e sonora pure, il messaggio antibellicista vieppiu', anche se qualche segreto piacere nel disegnare le armi e' innegabile ci sia stato, i risvolti panteistici o spiritistici stanno li' per salvare un po' di aura religiosa, che non si puo' mai negare del tutto. La qualita' della scrittura e' cosi' cosi'. Un progetto cosi' ambizioso forse avrebbe richiesto piu' tempo per dare piu' spessore ai personaggi, o per approfondire certi dettagli della vita dei Na'vi, ma probabilmente la cosa lo avrebbe reso piu' pesante, e comunque sospetto che per i sequel/prequel avranno un sacco di pezzi tagliati da recuperare. Certo che gli americani non riescono proprio a fare a meno di un po' (diciamo pure un bel po', in questo caso) di manicheismo, tanto per render piu' chiaro ad un pubblico piu' vasto possibile da che parte stanno i buoni e da che parte i cattivi. Con tutti i meravigliosi colori impiegati, le cose stanno sempre e comunque negli stessi termini: bianco e nero. A me in questo caso va anche bene, visto che i cattivi sono i militari supercorazzati di casa loro, evidentemente anche un tot disturbati mentalmente visto il loro accanimento genocida. Finche' la realta' tagliata con l'accetta e' incanalata a fini di bene, ci si puo' anche stare, purche' poi il messaggio neoecologista non si riduca alla moda del quinquennio e niente piu'. Intrattenimento assicurato. Visivamente appagante. Perfettamente oliata macchina da soldi, e acci se ne ha fatti!

  • User Icon

    Gigi Scorcia

    28/05/2010 06:32:27

    Non credo si possa gridare allo scandalo se si dicesse che trattasi di un film eccessivamente sopravvalutato. Nulla di eccellente se non per gli effetti speciali. Ricordo che ancora doveva uscire a cinema e già era un Colossal...

  • User Icon

    Andrea

    19/05/2010 15:07:50

    Secondo me non è necessario che una persona capisca o non capisca di cinema per poter giudicare un film. Un film ti può colpire comunque, anche se sei un regista, tanto per dire. Io studio cinema, nonostante questo Avatar mi è piaciuto molto. Non grido al capolavoro (se non per i meravigliosi effetti speciali) e riconosco che la sceneggiatura non è particolarmente originale, ma nonostante questo mi è piaciuto anche da quel punto di vista. Semplice, ma efficace. E non sono certo l'unico: conosco tante persone che l'ABC del cinema lo conoscono a cui il film è piaciuto molto, come ne conosco altre a cui non è piaciuto. Non è questione di essere esperti o meno, è solo questione di gusti personali. Può piacere o non piacere a chiunque, a prescindere dalla preparazione cinematografica. Per cui evitiamo di esagerare nei giudizi. PS: la versione BluRay del film è qualcosa di eccezionale in quanto a qualità e colori. Consigliatissima!

  • User Icon

    Kinyo

    17/05/2010 15:49:49

    Anch'io ero partito prevenuto nei confronti di AVATAR. Sono andato al cinema a vederlo soltanto dopo che un amico mi ha convinto e (meno male) ho cambiato idea. Lo considero un bellissimo film: effetti speciali mai visti prima e fotografia eccezionale (2 premi Oscar). A mio modesto parere il cinema è quasi come la musica, è difficilissimo inventarsi qualcosa di nuovo, questo però non toglie che gli sceneggiatori non si possano e debbano impegnare. I dialoghi forse potevano essere leggermente più curati, l'unica pecca a mio avviso è questa. Inoltre non amo Cameron ma soltanto vedere con quanta cura e maestria è riuscito a realizzare un intero ecosistema (flora, fauna, tutta la natura in sè) e creare una lingua nuova mi ha lasciato letteralmente a bocca e occhi aperti. Una cosa del genere mi era successa solo guardando la trilogia del 'Signore degli Anelli' di cui sono fan sfegatato. A differenza di altri che hanno commentato prima di me, mi sono emozionato nel vederlo e nel rivederlo parecchie volte (provando sempre e comunque allegria, rabbia, dolore, compassione per i vari personaggi). La gente di oggi sembra non accontentarsi più di niente, è questo che non concepisco. Non mi trovo d'accordo poi (in parte) con chi dice che la sceneggiatura (il 3° Oscar) non sia originale. La storia che viene raccontata sarà stereotipata e scontata, trita e ritrita quanto volete ma purtroppo è la cruda realtà (vecchia e nuova). Diciamo che è la storia dell'uomo che si ripete ancora oggi. Secondo me è questo che hanno voluto premiare. Per farvi un esempio; proprio ora, nella Valle de Elqui in Cile, una ditta australiana vuole aprire una miniera stravolgendo l'ecosistema della valle stessa e minacciando l'economia basata sul turismo della gente che ci abita. Tutto il mondo è paese ma vedendo 'Avatar' mi verrebbe da dire che tutto l'universo è paese. Consiglio la visione a tutti. Saluti.

  • User Icon

    Carlo

    17/05/2010 11:16:23

    Francamente non pensavo che un film così potesse dividere così tanto. A mio parere è la sceneggiatura la parte preponderante dell'opera, il messaggio lanciato sempre attuale (certo visto anche in altri film, a me ha ricordato subito la trama di "Balla coi lupi"), al di là degli effetti speciali. Un film così commuove, diverte, fa passare una serata spensierata e disimpegnata. Se è questo quello che si vuole dal cinema, allora il voto è 5/5 scontato, perchè il film è veramente riuscito. Se lo spettatore cerca altre cose in questo film (drammaticità, violenza, realismo, ecc...) secondo me è meglio che vada a vedere qualcos'altro. Per questo forse non ha molto senso dare 1/5, perchè il film può anche non andare incontro ai gusti dello spettatore, ma è comunque molto riuscito. E' una favola moderna, sarebbe come odiare un film a cartoni della Disney.

  • User Icon

    Maurizio

    13/05/2010 19:42:42

    Concordo sui giudizi di mediocrità. Di per se è un buon film, con eccellenti effetti speciali (oddio, praticamente è un cartone animato Hi-tech), ottime scene d'azione e una trama intrigante. Se apprezzate il genere e avete meno di 18 anni. Infatti il "must" delle proiezioni in sala era soprattutto l'effetto 3D (al momento altra tecnobufala, in grado di elargire a molti dei poderosi mal di testa, in cambio di un risibile "effetto speciale"). Se non siete dei teenager o degli appassionati di fantascienza e vi siete lasciati attrarre dal battage pubblicitario, resterete un filo perplessi o meglio capirete finalmente come sia stato un altro film altrettanto mediocre, ma di vita vissuta, a fare strage di Oscar. Ciò non toglie che sia il miglior prodotto del genere da alcuni anni a questa parte. Il 3 è un voto medio che "bilancia" questi aspetti contrastanti.

  • User Icon

    Nicola

    08/05/2010 22:12:44

    ottimi effetti speciali.Per il resto storia banale e scontata.Dopo 5 minuti tutti hanno capito come sarebbe finito.........Non per fare lo snob,ma chi grida al capolavoro di cinema capisce davvero poco!

  • User Icon

    Massimo

    07/05/2010 15:49:28

    Sopravvalutato. E' un discreto film di fantaguerra a fumetti. In cui sono stati letti innumerevoli messaggi subliminali. Ma rimane sempre un cartone animato per grandi. Godetevelo se vi piace il genere, altrimenti ...

  • User Icon

    Angelo

    04/05/2010 16:36:35

    ho visto un bellissimo film, e parlo solo di FILM, ho letto un pò di recensioni (alcune troppo banali), ma visto cosa sta succedendo oggi sulle coste del Mexico per l'ingordigia umana, pregherei a quei signori che hanno criticato il film e, visto solo come una scemenza alla Cameron, di andarselo a rivedere e commentarlo paragonandolo con la nostra triste realtà. Film da far vedere alle scuole elementari per un futuro migliore, se mai avremo un futuro.

  • User Icon

    Franco T.

    04/05/2010 09:20:03

    Capolavoro? No, semplicemente un film geniale. James Cameron ha creato un mondo "incredibilmente credibile", in più il film è una sorta di bignami di una parte della storia del cinema, da Alice nel paese delle meraviglie a Matrix, da A.I. a Stargate, da Soldato Blu a Balla coi Lupi, da E.T. a District 9, ma anche Apocalipse Now e l'attacco terroristico (la caduta della casa-albero) dell'11 settembre 2001. Se la trama di questo film viene considerata banale, è da considerare banale anche nell' 80/90% dei films girati fino ad oggi. La critica che muovo ad Avatar è che indulge troppo nel politically correct, i buoni sono fin troppo buoni e i cattivi sono perdutamente cattivi; un pò di ambiguità avrebbe giovato. Comunque questo film apre prospettive allettanti per il cinema a venire.

  • User Icon

    Charlie

    02/05/2010 15:17:56

    Il film ha il pregio di non essere pesante da vedere nonostante la durata, però la trama è veramente fiacca. Mia figlia (20 anni) è entusiasta, io sinceramente (50 anni) ho visto di molto meglio. Ottimi gli effetti speciali - anche se il 3D e gli occhialini esistono già dagli anni '50 - la computer-grafica rende facile ciò che un tempo era quasi impossibile, ma preferisco i "mostri" del mitico Rambaldi. E' una storiellina romantico-ecologista di una banalità terrificante, che tenta di risvegliare i buoni sentimenti in un mondo che peraltro stimola continuamente i più bassi istinti. Per una volta sono d'accordo con le assegnazioni degli oscar, anzi 3 statuette minori sono anche troppe; credo peraltro che a Cameron basti essere il film più redditizio della storia del cinema. E' un film di evasione pura, apprezzato moltissimo da chi, magari, una volta uscito dal cinema, dopo aver pianto per la sorte di Pandora, non si preoccupa per nulla di quella della terra, e appoggia coloro che pensano solo al proprio profitto. E' come se fosse più facile apprezzare il mondo virtuale che quello reale. Preferisco il film di Al Gore sulla sorte del nostro pianeta. Il 2 è per la qualità degli effetti speciali e perchè comunque si resiste seduti per quasi tre ore.

Vedi tutte le 48 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: 20th Century Fox Home Entertainment, 2013
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 160 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano
  • Formato Schermo: 1,78:1
  • Area2