Avvertimenti contro il mal di terra

Athos Bigongiali

Collana: La memoria
Edizione: 2
Anno edizione: 1990
In commercio dal: 2 ottobre 1990
Pagine: 104 p.
  • EAN: 9788838906411
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 4,39

€ 5,16

Risparmi € 0,77 (15%)

Venduto e spedito da IBS

4 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Libro inedito Chiara Gamberale
OMAGGIO ESCLUSIVO PER TE
Con soli 19€ di libri del Gruppo Feltrinelli fino al 15/01/2019

Scopri di più

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Frank Sato

    14/06/2018 17:29:14

    Testo decisamente "legnoso" difficile da leggere facendolo scivolare, bisogna in alcuni punti tornare indietro e rileggere per capire "chi dice cosa a chi". I due racconti finali sono belli, descrittivi e raccontati in una maniera diversa dai soliti romanzi. Purtroppo però il senso di nausea viene al lettore dopo aver sottolineato i personaggi per capire in quali dialoghi appaiono. Diciamo che la fortuna di questi racconti è essere brevi raccolti in un libricino, non so quanto avrei retto un libro intero da leggere. Speravo molto meglio dalla raccolta di Sellerio Editore Palermo. Premetto che di questo scrittore ho letto solo questo piccolo libricino.

  • User Icon

    Luca Aquadro

    29/10/2017 17:49:14

    Premessa prima. Ho acquistato questo libro per puro caso, per lo più perché attratto dal titolo e perché presente in una collana - ovvero "La memoria" dell'editore Sellerio - che contiene libri più o meno noti che avevo molto gradito. Premessa seconda. Athos Bigongiali è uno scrittore pisano contemporaneo non certo famoso - prima di questa lettura ne ignoravo l'esistenza - la cui opera più nota è il romanzo "Una città proletaria" del 1989. Premessa terza. Mai fidarsi del caso, delle collane anche se benemerite, degli (scrittori) sconosciuti. Meglio documentarsi, ad esempio cercando su Internet qualche recensione. L'ho fatto a posteriori e ne ho trovate ben... due (si noti che il libro è uscito nel 1990). La prima recita così: "velleitario" (concordo in pieno). La seconda dice testualmente: "Racconti che sbilanciano" (criptica, perfettamente adatta al libro recensito). "Avvertimenti contro il mal di terra" è una piccola raccolta (di circa cento pagine) di sei racconti scritti (con la mano sinistra) da Bigongiali sul finire degli anni Ottanta. Il "mal di terra" è il senso di vertigine che coglie il marinaio tornato sulla terraferma dopo un lungo periodo di navigazione. Qui, purtroppo, è il senso di nausea che coglie il lettore sin dalle prime pagine. A mio avviso l'unico racconto che meriti di essere definito tale è l'ultimo, guarda caso, l'unico scritto con uno stile lineare e con un pizzico di fantasia a rievocare un delicato episodio d'infanzia, senza la pletora di criptocitazioni che ingolfano i precedenti. Bigongiali fa il postmoderno e gioca con le citazioni. Peccato, però, che non sia Umberto Eco. Contro il mal di terra, meglio un Travelgum. Evitate gente, evitate!

Scrivi una recensione

Il mal di terra è alla lettera il malessere fisico che avverte un marinaio nel mettere piede a terra; ma, in senso più lato, è un disagio sociale ed esistenziale e, in ultima analisi, una sorta di male di vivere. Un male di vivere che queste pagine celano con pudore dietro una maniera di raccontare quasi affabile, condotta con malinconica ironia. Bigongiali scrive e riscrive la stessa storia, interviene con digressioni, va avanti e indietro nel tempo, scrive note e postille, modifica ad ogni passo ciò che sta raccontando, rende omaggio a scrittori che ama e nello stesso tempo costruisce racconti dalla forte impronta personale. Quotidianità, temi civili, vagabondaggi sul globo, storie che sono racconti di un racconto: questi Avvertimenti contro il mal di terra sono il diario di bordo di uno scrittore della sottile nausea che si prova sulla rotta della vita. Antonio Tabucchi