Azzerare i rifiuti. Vecchie e nuove soluzioni per una produzione e un consumo sostenibili - Guido Viale - copertina

Azzerare i rifiuti. Vecchie e nuove soluzioni per una produzione e un consumo sostenibili

Guido Viale

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Collana: Temi
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 2 ottobre 2008
Pagine: 212 p., Brossura
  • EAN: 9788833919119
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,00

€ 12,00
(-25%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Azzerare i rifiuti. Vecchie e nuove soluzioni per una produz...

Guido Viale

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Azzerare i rifiuti. Vecchie e nuove soluzioni per una produzione e un consumo sostenibili

Guido Viale

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Azzerare i rifiuti. Vecchie e nuove soluzioni per una produzione e un consumo sostenibili

Guido Viale

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 12,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La cronaca degli ultimi anni dimostra quanto la gestione dei rifiuti sia importante per qualificare gli aspetti fondamentali dell'esistenza di una comunità e come essa non sia un'attività settoriale da delegare agli addetti ai lavori, ma una questione centrale per il governo di un territorio. Tutti abbiamo il dovere di chiederci se la produzione di rifiuti, nella quantità in cui oggi li generiamo, sia la conseguenza inevitabile della produzione industriale e del consumo di massa, o se non sia piuttosto il frutto di scelte strategiche di forze e organizzazioni impegnate in una corsa verso la crescita illimitata, senza preoccuparsi dei danni che questo modo di produrre e consumare infligge all'ambiente. Azzerare i rifiuti non rende meno urgente il compito di governarli. L'obiettivo primario è la riduzione della quantità e della pericolosità dei rifiuti, eliminando alla fonte il commercio e la produzione dei beni concepiti per trasformarsi in brevissimo tempo in rifiuti, come i prodotti usa-e-getta. Ma ugualmente importante è il recupero di materia, cioè il riciclo, che può essere fatto solo attraverso la diffusione capillare della raccolta differenziata sia dei rifiuti urbani sia di quelli industriali.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    riccardo

    02/06/2009 12:03:35

    Eccezionale lucidità sul problema dei rifiuti e sul rapporto con la società. Gli usi i costumi la sobrietà ed il cambio di stile di vita sono alla base della risoluzione del problema dello smaltimento. Tutte le altre soluzioni, a cominciare dalla "nobile differenziata", vengono considerate un ripiego, necessario, ma un ripiego. Azzerare i rifiuti è la vera battaglia da condurre. L'autore vede in questo atteggiamento uno degli stimoli nuovi per la sinistra. Libro eccezionale da leggere.

Nel libro Azzerare i rifiuti. Vecchie e nuove soluzioni per una produzione e un consumo sostenibili (pp. 212, € 12, Bollati Boringhieri, Torino 2008) Guido Viale presenta una rielaborazione di suoi articoli, interventi, relazioni che abbracciano un periodo che, a tutti gli effetti, colpisce per la sua lunghezza. Oltre diciotto anni dalla prima incursione su "Micromega" (Per una teoria dei rifiuti); un tempo che richiama al concetto di maturità, di capacità di agire, di responsabilità, ben lontana da essere raggiunta, a livello nazionale e non solo, sul tema della gestione dei rifiuti. Ne sono una prova le cronache catastrofiche che hanno portato sulle pagine della stampa mondiale le immagini delle strade di Napoli e la situazione drammatica di buona parte del territorio campano.
Viale ci spiega, in una pregevole sintesi a cui dedica il capitolo Dossier Campania, le origini del disastro, la nascita e lo sviluppo di un'emergenza che diventa sistema, l'alternarsi di soluzioni politiche di breve termine ostinatamente determinate a risolvere i problemi aprendo e riaprendo buchi in un territorio già strappato, in attesa di poter "purificare" tutto in, ancora lontani e indesiderati, inceneritori. Tuttavia, sarebbe un errore pensare che le sciagure di Napoli siano ivi localizzate e irripetibili; per evitare che il problema si riproponga anche in altre regioni, è necessario comprendere che il tema del governo dei rifiuti richiede, per essere affrontato, di partire dalla testa e non dalla coda. È veramente inevitabile che il nostro benessere, perlomeno quello misurato sui livelli di consumo, debba continuare a produrre l'attuale quantità (e qualità) di rifiuti?
L'autore indaga l'attuale sistema di produzione industriale che, per sostenersi, richiede un consumo sempre più veloce, ben rappresentato dalla diffusione dei beni "usa e getta"; beni che transitano un attimo nella nostra vita per esserne immediatamente allontanati verso il loro destino di rifiuti. Tutto gli oggetti che desideriamo, acquistiamo, usiamo (poco, tanto o nulla) presto diventano rifiuti. Comprendere questo meccanismo ci aiuta a ragionare su dove porre l'attenzione: il rifiuto è la coda di un processo che ha la sua testa nella produzione, o meglio nei modi utilizzati per produrre i beni.
Le soluzioni sono possibili, sostiene Viale, in parte già esistenti e sperimentate, ma devono essere scelte e sostenute con maggiore forza da politiche nazionali e sovranazionali. Riduzione dei rifiuti, ovvero produzione con materiali che possono essere facilmente riciclati, riduzione e riuso degli imballaggi (qualcuno ricorda il vecchio vuoto a rendere?), che spesso rispondono più a esigenze pubblicitarie che a reali necessità di protezione degli oggetti. Riduzione della produzione dei beni e incremento dell'erogazione di servizi: è veramente necessario che in ogni casa ci sia un set completo di elettrodomestici, che ognuno di noi possegga un proprio veicolo di trasporto? Incremento della raccolta differenziata "porta a porta", con le dovute attenzioni alle specificità di ogni territorio, realizzata da aziende che, attraverso una costante pratica di comunicazione con i cittadini, siano in grado di informarli e comprenderne le esigenze, premiare i comportamenti virtuosi e, se del caso, correggere le violazioni alle regole concordate. La costruzione di un sistema di impianti, a valle della raccolta differenziata, che facendo tesoro delle pessime esperienze passate, ampiamente superate dalle tecnologie attuali, sia in grado di intervenire sulla selezione del rifiuto, ottenendo un ulteriore recupero di materiali da riutilizzare nel ciclo di produzione.
Difficile? Certo, ma come tutte le azioni che concorrono alla salvaguardia del territorio e dell'ambiente ci si domanda se siano procrastinabili e a quale prezzo. Costoso? Meno di quanto si pensi. Mettere in moto la riprogettazione dei beni in funzione del loro intero ciclo di vita, costruire logistiche che prevedano la restituzione degli imballaggi, incrementare le raccolte differenziate e gli impianti di trattamento sono tutte azioni che generano maggiore occupazione, e quindi ricchezza, a un costo certamente inferiore di quanto si è destinati a spendere interrando o bruciando materiali riutilizzabili.
Giancarlo Palazzo
  • Guido Viale Cover

    È stato uno dei leader del Sessantotto. Vive a Milano dove lavora per una società di ricerche economiche e sociali. Fa parte del Comitato tecnico-scientifico dell’Agenzia nazionale per la protezione dell’ambiente (Anpa). Collabora con i quotidiani, La Repubblica e il Manifesto. Approfondisci
Note legali