Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 12 ottobre 2017
Pagine: 400 p., Brossura
  • EAN: 9788807032615

99° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Sigillano silenzi, sanciscono alleanze, impartiscono assoluzioni e infliggono condanne, i baci feroci. Baci impressi a stampo sulle labbra per legare anima con anima, il destino tuo è il mio, e per tutti il destino è la legge del mare, dove cacciare è soltanto il momento che precede l’essere preda.

La paranza dei bambini ha conquistato il potere, controlla le piazze di spaccio a Forcella, ma da sola non può comandare. Per scalzare le vecchie famiglie di Camorra e tenersi il centro storico, Nicolas ’o Maraja deve creare una confederazione con ’o White e la paranza dei Capelloni. Per non trasformarsi da predatori in prede, i bambini devono restare uniti. Ed è tutt’altro che facile. Ogni paranzino, infatti, insegue la sua missione: Nicolas vuole diventare il re della città, ma ha anche un fratello da vendicare; Drago’ porta un cognome potente da onorare; Dentino, pazzo di dolore, è uscito dal gruppo di fuoco e ora vuole eliminare ’o Maraja; Biscottino ha un segreto da custodire per salvarsi la vita; Stavodicendo non è scappato abbastanza lontano; Drone, Pesce Moscio, Tucano, Briato’ e Lollipop sono fedeli a Nicolas, però sognano una paranza tutta loro... Fra contrattazioni, tradimenti, vendette e ritorsioni, le vecchie famiglie li appoggiano per sopravvivere o tentano di ostacolarli – come il Micione che prova a riprendersi le piazze seminando discordia direttamente in seno alle paranze. Una nuova guerra sta per scoppiare? Prosegue il ciclo della Paranza dei bambini e Roberto Saviano torna a raccontare i ragazzi dei nostri giorni feroci, nati in una terra di assassini e assassinati, disillusi dalle promesse di un mondo che non concede niente, tantomeno a loro. Forti di fame. Forti di rabbia. Pronti a dare e ricevere baci che lasciano un sapore di sangue.

€ 16,58

€ 19,50

Risparmi € 2,92 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Libro inedito Chiara Gamberale
OMAGGIO ESCLUSIVO PER TE
Con soli 19€ di libri del Gruppo Feltrinelli fino al 15/01/2019

Scopri di più

€ 10,53

€ 19,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 19,50 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Carla

    11/12/2018 11:12:42

    Bellissimo seguito de "La paranza dei bambini". Avvincente, un ottimo Saviano. Lettura consigliata

  • User Icon

    Antonia

    27/11/2018 14:26:32

    Bocciato il Saviano "romanziere". Solite storie, e lui non abbandona mai la mera cronaca.

  • User Icon

    Bianca

    21/11/2018 21:09:10

    Ancora una volta una bella scrittura scorrevole e che ben descrive il mondo nascosto di napoli. Si riconferma ancora una volta l'ottima scrittura e lo stile di Saviano percepibile anche dal precedente libro (la paranza dei bambini). Sembra di trovarci in un ambiente familiare, che si conosce da anni grazie a "la paranza dei bambini".

  • User Icon

    Monica

    22/09/2018 18:53:21

    Il romanzo ricomincia esattamente là dove il precedente ci aveva lasciato e rappresenta la diretta e naturale continuità narrativa delle vicende dei paranzini e della loro evoluzione. Esattamente un anno dopo la sua costituzione, la Paranza è riuscita a conquistare il potere e il controllo delle piazze di Forcella e, sempre più animata da smania di conquista, è pronta a volere sempre di più. Per raggiungere i vertici del “sistema” e riuscire a scalzare le vecchie famiglie e prendersi anche il centro storico, ai paranzini viene richiesto di stringere alleanze e di rimanere uniti il più possibile. Non è facile però riuscire a sopravvivere in un mondo brutale e senza pietà, all’interno del quale questi ragazzi si ritrovano disillusi, affamati di rabbia e di baci feroci impressi sulle labbra per legare anima con anima, destino con destino. Oltre che indagare l’universo dei paranzini, in Bacio feroce Saviano pone l’attenzione anche sulla funzione genitoriale e in particolar modo si concentra sulle madri e sul loro ruolo nella vita dei figli. Attraverso le pagine di questo romanzo entriamo infatti in contatto con tre tipologie diverse di madri: quelle che non accettano la vita criminale dei figli e cercano un aiuto nello Stato, quelle che pur mostrando inizialmente un moto di ribellione si ritrovano piegate dinnanzi ai fatti, e quelle che invece li educano alle regole di vita dei clan. Questo libro pone il lettore davanti ad una realtà cruda e come il precedente ha come obiettivo quello di denunciare uno dei tanti problemi del nostro mondo, uno di quelli più meschini, che è perfino in grado di rubare il futuro a dei ragazzini in cambio di violenza, omertà e paura. Ciò che viene messo in evidenza sono dinamiche restie al cambiamento, all’interno delle quali ci si ritrova intrappolati in una lotta continua tra bene (molto poco) e male (moltissimo), un mondo in cui anche le basi educative sono per lo più minate da logiche ormai infette e surreali.

  • User Icon

    umbi

    22/09/2018 12:24:41

    E' il proseguo del libro La Paranza dei Bambini e se non si ha letto il primo libro è difficile stare dietro al secondo. E' un romanzo completo, avvincente, ma soprattutto reale. Parla dell'ascesa al potere di un gruppo di ragazzini di Forcella (centro Napoli) con a capo Nicolas, un diciottenne che non vuole dare spazio al tempo della giovinezza, ma vuole essere il Re delle piazze di spaccio di Napoli, qualunque sia il prezzo da pagare, qualunque sia la posta in gioco. I morti per questi bambini non sono altro che numeri e la morte per loro non è che una normale conseguenza. Il valore della vita per loro ce l'ha la morte: morire è sinonimo di rispetto, di fama, di guadagno, di vita. Nicolas ci crede a questa paranza, crede che un giorno tutta Napoli sarà sua ed avrà il rispetto che si è guadagnato con l'intraprendenza e l'ambizione di diventare capo del Sistema : oltre a togliersi facilmente i traditori dal suo cammino, riesce ad addentrarsi nelle logiche delle tre famiglie più importanti di Napoli che però, esperienza insegna, gli riserveranno inaspettate sorprese. Da leggere tutto di colpo, come un respiro.

  • User Icon

    Celeste

    21/09/2018 15:40:28

    Mi è piaciuto quanto "La paranza dei bambini", consigliatissimo. Uno spaccato di Napoli che non lascia indifferente.

  • User Icon

    Ida

    21/09/2018 13:19:07

    Saviano non scrive un romanzo fatto solo di sparatorie e droga. No, lui ti guida nel mondo della camorra. È questo il motivo per cui le persone comprano i suoi libri, è questo il motivo per cui bisogna leggerlo: per capire e comprendere un mondo che altrimenti non conosceresti. Per leggere di una realtà che ai tuoi occhi sembra lontana dal tuo quotidiano. Poi, letti i suoi libri, capisci che quello è il mondo in cui vivi tutti i giorni. Sei circondato. A partire dai palazzi che ti circondano. Dalle persone che lavorano nel tuo quartiere. Dal tuo piccolo e insignificante comune. La camorra è ovunque.

  • User Icon

    Intenso e duro.

    18/09/2018 13:42:00

    Ogni libro di Saviano ha la sua "drammaticità o crudeltà" ma che non bisogna additare affatto perchè purtroppo è la nuda e cruda verità. Il libro in questione è il sequel de "La Paranza dei Bambini" e consiglio di leggerli di seguito altrimenti non ci si stà molto dietro al secondo senza il primo. E' un libro inquietante ed ho molto apprezzato il fatto che Saviano abbia usato il dialetto per far meglio capire il concetto e ne consiglierei la lettura anche ai ragazzi in modo da essere informati ed educati al giusto per correttezza e non per convenienza.

  • User Icon

    andricci@yahoo.it

    04/03/2018 12:49:14

    Bellissimo !

  • User Icon

    Viola

    27/02/2018 17:28:04

    Grande libro, vivo e vero: sunt lacrimae rerum! Nessuna tazza del consolo, ma l'autore non è mai cinico o spietato nei confronti dei suoi personaggi, che pure spietati lo sono eccome. Saviano resta "un padre buono", che spera sempre si possa cambiare, tutti insieme cambiare, parola dopo parola: primum cognoscere deinde vivere!

  • User Icon

    Roberto Milani

    01/01/2018 11:27:21

    Posso dire, che questo libro non mi è piaciuto? Posso dire che non m'importa di quanti tipi di bacio esistano, o di chissà quali realtà nascondano le situazioni, se poi lo scrittore non mi sa far capire la personalità anche fisico-visiva dei personaggi? Se non si riesce ad immaginare le personalità (a meno che il fatto non sia voluto), il libro a poco a poco perde di interesse. Questo potrebbe essere una sceneggiatura, non un libro. Io credo, al di la dei significati, che la fortuna di Gomorra la serie, stia anche nel fatto che gli occhi di Ciro li puoi vedere e la personalità di Genny, la puoi vedere. Se un libro non riesce a farti vedere questo, non è un buon libro, ma una discreta, ma anche forse inutile sceneggiatura. Una furbata? Mah! Spero tanto che Saviano una eventuale serie di questa "Paranza" la riservi per la TV.

  • User Icon

    annalisa

    16/12/2017 15:43:32

    libro profondo,duro,reale,vedi i personaggi,li segui,li capisci....alla fine del libro senti un dolore reale per questi che in fondo sono bambini...ti chiedi perché doveva andare a finire cosi'......

  • User Icon

    Tito SANTORO

    08/12/2017 11:22:57

    Bravo Saviano. Anche questo libro descrive perfettamente il dramma della paranza

  • User Icon

    n.d.

    28/11/2017 18:38:55

    mi piace tantissimo anche quest'ultimo capolavoro

  • User Icon

    Roberto

    17/11/2017 17:48:34

    Un altro ottimo lavoro di Saviano. Come nel precedente romanzo, anche in questo vengono narrate le gesta della paranza dei bambini; e come nel primo romanzo, anche in questo Saviano non fa sconti e ci racconta storie di ragazzini che diventano adulti troppo presto, ragazzini che scelgono una vita di criminalità invece che una vita di giochi e spensieratezza. Saviano sa come raccontare queste storie, sa come raccontare la malavita del sud e tutto quello che ne consegue. Grazie a Roberto Saviano, che ci fa scoprire e comprendere cosa voglia dire essere bambini e non avere un futuro. Voto 5/5 meritatissimo.

  • User Icon

    Lucy

    05/11/2017 18:11:31

    Per me il voto è "eccellente" perchè è un romanzo solamente come struttura narrativa, ma di fantasioso o inventato non c' è quasi nulla. La vita vera di quella città devastata dalla malavita scorre sotto gli occhi così come la penna di Saviano la riprende e riporta, con pietà e fedeltà. A questo punto il romanzo non può essere giudicato solo con strumenti che misurano il pathos o lo stile, o una suspance più o meno serrata. Qui la vita irrompe assurdamente fuori da ogni regola, seguendo regole proprie, e il romanzo diventa documento, dramma e testimonianza.

  • User Icon

    Sergio

    31/10/2017 16:07:57

    Sempre interessanti sia la scrittura che le tematiche di Saviano, ma forse un po' meno "passionale" rispetto ad altri suoi titoli. Comunque da leggere per conoscere, purtroppo, una drammatica realtà.

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione